keystone-sda.ch (Sven Hoppe)
L'Unione europea ritiene che Austria e Danimarca stiano facendo bene a rivolgersi a Israele per creare un vaccino anti-Covid di seconda generazione.
UNIONE EUROPEA
02.03.21 - 14:300
Aggiornamento : 18:33

L'Unione europea plaude ad Austria e Danimarca che lavoreranno con Israele su nuovi vaccini

«È sempre bene imparare dalle pratiche di altri Paesi» ha dichiarato un portavoce della Commissione europea

BRUXELLES - Vienna e Copenaghen hanno fatto bene a pensare di rivolgersi a Israele per collaborare nella produzione di vaccini anti-Covid di seconda generazione.

Questa è, in sostanza, la risposta data dalla Commissione europea alla notizia che il governo austriaco e quello danese faranno squadra con Tel Aviv per creare un siero "aggiornato". Come dichiarato da un portavoce: «Gli Stati membri hanno sempre avuto la possibilità di chiudere contratti con compagnie che non rientrano nella strategia Ue. Il virus del Covid colpisce tutto il mondo, le lezioni che possiamo imparare da approcci diversi, di diverse parti del mondo, sono sempre ben accolte, poiché ci possono rafforzare».

L'Europa ha aggiornato nei giorni scorsi la sua strategia vaccinale e ha lanciato l'incubatore Hera, ma vede di buon occhio qualsiasi aiuto per sconfiggere il Covid-19. «È sempre bene imparare dalle pratiche di altri Paesi ed esplorare opportunità di collaborazione. Non dimentichiamoci che il virus del Covid-19 richiede una risposta globale e che le lezioni di un Paese possono essere di grande aiuto. La Commissione è sicuramente interessata a imparare da Austria, Danimarca e Israele», in aggiunta a quanto già messo in atto.

Da Bruxelles sembra non ci sia interesse ad alimentare una polemica, nonostante il giudizio severo espresso dal cancelliere austriaco Sebastian Kurz sulla presunta mancanza di affidabilità europea in tema di vaccino e sulla volontà di non fare più affidamento sull'Ue. Il portavoce della Commissione Eric Mamer non ha voluto infatti commentare queste affermazioni e ha replicato: «Stiamo sviluppando una strategia, abbiamo presentato i piani per l'incubatore Hera per affrontare le varianti, che è stato accolto da tutti gli Stati membri, Danimarca e Austria compresi».

Giovedì Kurz volerà in Israele e con lui ci sarà la premier danese Mette Frederiksen. È previsto un incontro con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, durante il quale si getteranno le basi per la futura strategia comune, finalizzata a creare vaccini che proteggeranno anche dalle mutazioni del virus.

Bruxelles, quindi, lascerà fare i suoi due membri e procede con il suo piano. «La strategia dei vaccini produrrà un miliardo e mezzo di dosi, e contiamo di vaccinare il 70% di europei per l'estate 2021» ha aggiunto Mamer. «Sappiamo che ci sono Stati interessati a vaccini al di fuori del portafoglio Ue. Noi con i controlli dell'Ema abbiamo sempre insistito sulla sicurezza dei sieri, anche se questo non significa che gli altri vaccini non sono sicuri. Siamo fiduciosi che con quanto abbiamo messo in campo saremo in grado di coprire i bisogni degli europei».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
10 ore
Pescara in fiamme, bagnanti in fuga dalle spiagge
Il forte vento alimenta il rogo, centinaia di persone evacuate
FOTO
FRANCIA / GERMANIA
12 ore
Un fine settimana di manifestazioni contro l'obbligo vaccinale
76 gli arresti sabato in Francia, oggi a Berlino tensione tra dimostranti e polizia
ITALIA
15 ore
Oltre 800 incendi nel fine settimana italiano
Per contrastare le fiamme in Sicilia sono al momento impegnati 806 uomini
STATI UNITI
18 ore
«I CDC hanno perso credibilità»
Il cambio di rotta dell'organo sanitario ha riacceso un forte dibattito, soprattutto in Georgia, Texas e Florida
GRECIA
20 ore
Otto feriti e venti case distrutte
Cinque villaggi evacuati nella regione di Patrasso, in Grecia. Le fiamme continuano ad avanzare
LE IMMAGINI
EUROPA
1 gior
Dove non piove, brucia: fiamme in Turchia, Grecia, Italia
L'Europa mediterranea nella stretta dei roghi: le alte temperature non danno tregua ai pompieri.
ITALIA
1 gior
Balzo dei contagi negli uomini under 40: «È l'effetto Europei»
È l'analisi contenuta nell'ultimo rapporto di aggiornamento Epidemia COVID-19 dell'Istituto superiore di sanità
ITALIA
1 gior
Botte a un passante perché pensavano fosse un ladro, denunciati tre svizzeri
Credevano avesse rubato loro uno zainetto, ma in realtà non c'entrava nulla
REGNO UNITO
1 gior
Rischio Delta, gli esperti consigliano il vaccino alle donne in gravidanza
Le future mamme ricoverate hanno maggiori probabilità di contrarre la polmonite
CINA
1 gior
Il virus torna a circolare in Cina
I contagi, dovuti alla variante Delta, si sono già diffusi in cinque province e almeno 13 città
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile