Keystone (archivio)
Tra i sei casi confermati di variante brasiliana nel Regno Unito, cinque sono legati a viaggi in Brasile. Uno invece non è ancora stato rintracciato a causa di una scheda di registrazione non completa.
REGNO UNITO
02.03.21 - 21:000

«Non accadrà quello che è avvenuto con la variante inglese»

Le autorità sono alla ricerca di un caso "disperso" di variante brasiliana. L'esperto esclude una larga diffusione

Il Regno Unito ha annunciato ieri sei casi confermati di Covid-19 legato alla mutazione proveniente dall'America del Sud. Solo cinque sono però stati identificati.

LONDRA / BELFAST - Lo "sbarco" della cosiddetta variante brasiliana del coronavirus nel Regno Unito sta tenendo in apprensione le autorità sanitarie nazionali, alla ricerca di uno dei sei casi confermati, "sfuggito" tra le maglie dei rigidi protocolli britannici.

Se da un lato le caratteristiche, che sono ancora oggetto di approfondimento da parte della comunità scientifica, della mutazione codificata con P.1 - una più alta trasmissibilità, la capacità di aggirare le difese immunitarie derivanti da infezioni precedenti e una resistenza più elevata ai vaccini attualmente disponibili - sono considerate un potenziale rischio, dall'altro c'è chi ritiene difficile che la variante possa diffondersi (e imporsi nel Paese) con lo stesso passo di quella "inglese".

«Non accadrà quello che è avvenuto con la B.1.1.7»
È di questo parere il dottor Conall McCaughey, virologo del Belfast Health and Social Care Trust. «Credo che nessuna di queste nuove varianti - quella brasiliana e quella sudafricana - prenderanno il volo come è accaduto per la B.1.1.7», quella inglese rilevata per la prima volta nel Kent nella seconda metà del 2020, ha detto all'Irish News.

Secondo l'esperto, la variante brasiliana non sarà quindi in grado di soppiantare nel Regno Unito quello che è attualmente il ceppo dominante del virus.

«Non credo che avverrà qualcosa di grave come quello che è invece accaduto con la variante inglese. Da metà dicembre a oggi», ha ricordato McCaughey, «è passata dall'essere poco comune a essere la variante principale, ora responsabile di oltre tre quarti dei contagi».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FRANCIA
1 ora
Astra Zeneca, altri 9 casi di trombosi
Problemi in Francia per il vaccino anglo-svedese. Le autorità sanitarie in contatto con l'agenzia europea del farmaco
REGNO UNITO
1 ora
Quello che c'è da sapere sul funerale di Filippo di oggi pomeriggio
Dove si terrà, cosa succederà, chi ci sarà (tipo Harry e William) e quanto influiranno le norme anti-Covid
STATI UNITI
4 ore
Strage di Indianapolis, il killer ha usato un fucile che gli era stato sequestrato
Il 19enne, noto e con un passato problematico, ha compiuto la mattanza nel suo ex-posto di lavoro
GERMANIA
5 ore
150 euro per l'immunità: il mercato nero dei certificati vaccinali
«Ho richieste da ogni angolo del paese», annuncia in anonimo uno dei venditori
STATI UNITI
14 ore
Accordo raggiunto: 7200 dollari a ogni partecipante del Fyre Festival
La class action dei possessori dei ticket del «peggior festival di tutti i tempi» si chiude con due milioni di dollari
STATI UNITI
15 ore
Strage di Indianapolis: identificato il presunto autore
Secondo quanto riferito dai media americani si tratterebbe di un diciannovenne
UNIONE EUROPEA
16 ore
Merkel: «La terza ondata è molto seria»
In Germania la campagna di vaccinazione procede. E nel frattempo l'Europa potrebbe rinunciare ad AstraZeneca
FRANCIA
17 ore
La piccola Mia «potrebbe essere stata portata all'estero»
Lo ipotizzano gli inquirenti. Fermati quattro uomini, già attenzionati dalla Procura antiterrorismo
FOTO
ITALIA
18 ore
Al via i primi Frecciarossa “Covid free”
Si sale soltanto con la prova di un test negativo. I primi treni sono partiti oggi da Milano e Roma
ITALIA
19 ore
«Un Pass Covid per spostarsi tra Regioni»
Dal 26 aprile tornano le zone gialle: si riaprirà «con prudenza» e all'insegna delle attività all'aperto
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile