Imago
EUROPA
28.02.21 - 19:030
Aggiornamento : 20:17

Tampone obbligatorio per i frontalieri, tensione tra Germania e Francia

L'area della Mosella è considerata ad alto rischio dai tedeschi, che chiedono più restrizioni

La Francia, però, non ci sta: vuole che le misure siano alleggerite

BERLINO - La Germania ha aggiunto oggi la regione della Mosella, in Francia, alla lista delle aree «ad alto rischio», visto l'aumento repentino di contagi.

Lo ha dichiarato l'Istituto Robert Koch, l'ente di riferimento tedesco per il controllo delle malattie.

Di conseguenza, coloro che entrano su suolo tedesco dalla regione dovranno mostrare un tampone negativo effettuato nelle ultime 24 ore. Nella decisione sono inclusi i 16'000 lavoratori frontalieri che ogni giorno entrano in Germania per motivi di lavoro.

Una misura che non è andata giù alle autorità francesi: Clement Beaune, il ministro francese per gli affari europei, ha detto che c'è del «rammarico» per quanto annunciato e che sono in corso «trattative» con la Germania per alleggerire le misure, almeno per coloro che lavorano oltre confine.

In particolare, la Francia rema per abolire il fattore "quotidianità", e spinge per l'uso di metodi di test più facili e veloci, validi per 2-3 giorni piuttosto che giornalieri.

La regione della Mosella, nel nord-est della Francia, comprende la città di Metz e confina con gli stati tedeschi di Saarland e Renania-Palatinato.

«Un tampone ogni 48 ore»

Per i lavoratori francesi che ogni giorno si recano in Germania dalla Mosella sarà necessario un tampone ogni 48 ore, molecolare o "forse antigenico": lo ha reso noto il sottosegretario francese per gli Affari europei, Clément Beaune, secondo cui la soluzione trovata per il problema dei frontalieri «non è troppo penalizzante».

La prefettura della Mosella ha precisato che questa soluzione sarà in vigore da venerdì per chiunque si debba recare in Germania dalla Mosella, zona considerata ad alto contagio Covid.

TOP NEWS Dal Mondo
UCRAINA
6 ore
La Nato alla Russia: «Ritirate le truppe»
Il Cremlino, dal canto suo, ha accusato gli Stati Uniti e la NATO di trasformare l'Ucraina in una «polveriera»
FRANCIA
6 ore
La battaglia (vinta) con Facebook di un paese dal nome “sconcio”
Ovvero la cittadina francese di Bitche che si è vista bannare la sua pagina social per settimane, poi le scuse ufficiali
EGITTO
9 ore
Per la Ever Given, chiesto un risarcimento da un miliardo di dollari
E intanto la nave, che si trova ancora nel canale, è stata sequestrata. Dai proprietari giapponesi per ora è no comment
MONDO
10 ore
Trombosi con J&J: «Sono eventi estremamente rari»
Lo hanno dichiarato gli esperti dell'FDA e dei CDC in una conferenza stampa congiunta
GIAPPONE / CINA
11 ore
Fukushima, una decisione «che non riguarda solo il Giappone»
Le acque di raffreddamento saranno sversate in mare. Pechino non ci sta e auspica un passo indietro
FRANCIA
11 ore
Come procede l'inchiesta sulla sparatoria di Parigi
Continua la caccia alla persona che ha sparato. È sempre più probabile che sia stato un regolamento di conti
STATI UNITI
13 ore
Trombosi: gli USA mettono in pausa il vaccino Johnson & Johnson
La decisione arriva in seguito a sei casi di formazione di «coaguli di sangue», uno dei quali ha portato a un decesso
MONDO
13 ore
OMS: «Stop alla vendita di animali selvatici vivi»
«...Almeno fino a quando non siano regolati degli standard minimi di igiene e sorveglianza»
FOTO
REGNO UNITO
16 ore
La prima sera al pub dopo mesi: «È stato eccitante»
Locali affollati dopo lo stop di quasi 100 giorni a causa delle restrizioni Covid
FOTO
STATI UNITI
18 ore
La poliziotta voleva usare il Taser, ma ha preso la pistola
Le autorità del Minnesota hanno ricostruito la dinamica dell'intervento che è costato la vita a Daunte Wright.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile