Keystone
ITALIA
26.02.21 - 14:490
Aggiornamento : 15:17

Monitoraggio: Lombardia e altre quattro regioni ad «alto rischio»

Regioni italiane confinanti con il Ticino verso l'arancione, confermano i dati. Livello di rischio in peggioramento.

ROMA - Dopo le ipotesi avanzate dalla stampa italiana in mattinata, è giunta la bozza del monitoraggio settimanale della cabina di regia dell'Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della salute italiano.

Il documento conferma per la quarta settimana consecutiva un peggioramento nel livello generale del rischio Covid-19 nella vicina penisola. Aumenta in particolare il numero di regioni e province autonome classificate a "rischio alto" (che non significa automaticamente zona arancione o rossa).

Passano da una a cinque e sono Abruzzo, Lombardia, Marche, Piemonte e Umbria. Si attestano quindi complessivamente a 15 le regioni e province autonome con un rischio alto o moderato.

Scendono invece a 10 (contro 12 la settimana precedente) le aree con una classificazione di rischio moderato (di cui cinque ad alta probabilità di progressione a rischio alto nelle prossime settimane) e 6 con rischio basso (contro 8 la settimana precedente).

Ciò dovrebbe tradursi nel passaggio di Lombardia, Piemonte e Marche da zona gialla ad arancione. La Basilicata potrebbe invece diventare rossa. Contrariamente a quanto precedentemente ipotizzato nel corso della giornata in base ai dati allora disponibili, Campania ed Emilia-Romagna non dovrebbero al contrario finire in questa categoria. La Liguria va verso un declassamento da arancione a giallo. La scelta del colore delle regioni spetta al Ministero della Salute. 

La valutazione degli esperti dipende da numerosi fattori.

Aumenta per esempio il numero delle regioni e delle province autonome che hanno un tasso di occupazione in terapia intensiva sopra la soglia critica: 8 contro le 5 della settimana precedente. In alcune regioni il numero assoluto dei ricoverati in area critica e il relativo impatto, uniti all'incidenza «impongono comunque misure restrittive», si legge nella bozza di monitoraggio riferita alla settimana che va dal 15 al 21 febbraio.

Il tasso di occupazione in terapia intensiva a livello nazionale continua a essere alto, ma sotto la soglia critica (24%). L'Rt è stabile a 0,99.

In Lombardia si registravano ieri 4'243 nuovi positivi al SARS-CoV-2 in 24 ore. Il tasso di positività era dell'8,2%. 407 persone si trovavano in terapia intensiva a causa del Covid-19. Le persone costrette in ospedale dalla patologia ma non in cure intense erano 4'024.  

Giovedì, la Regione Piemonte ha invece comunicato 1'454 nuovi casi in 24 ore, con un tasso di positività pari al 6,8%. I ricoverati in terapia intensiva per via del Covid-19 erano 162, non in terapia intensiva 1'909.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Biaggi 1 mese fa su tio
Non fa niente noi siamo peggio ?? Loro entrano comunque gialli Rossi Verdi neri chi se ne frega noi paghiamo non loro ( loro possono essere molte persone magari anche nostri politici)
TOP NEWS Dal Mondo
UCRAINA
7 ore
La Nato alla Russia: «Ritirate le truppe»
Il Cremlino, dal canto suo, ha accusato gli Stati Uniti e la NATO di trasformare l'Ucraina in una «polveriera»
FRANCIA
7 ore
La battaglia (vinta) con Facebook di un paese dal nome “sconcio”
Ovvero la cittadina francese di Bitche che si è vista bannare la sua pagina social per settimane, poi le scuse ufficiali
EGITTO
9 ore
Per la Ever Given, chiesto un risarcimento da un miliardo di dollari
E intanto la nave, che si trova ancora nel canale, è stata sequestrata. Dai proprietari giapponesi per ora è no comment
MONDO
10 ore
Trombosi con J&J: «Sono eventi estremamente rari»
Lo hanno dichiarato gli esperti dell'FDA e dei CDC in una conferenza stampa congiunta
GIAPPONE / CINA
12 ore
Fukushima, una decisione «che non riguarda solo il Giappone»
Le acque di raffreddamento saranno sversate in mare. Pechino non ci sta e auspica un passo indietro
FRANCIA
12 ore
Come procede l'inchiesta sulla sparatoria di Parigi
Continua la caccia alla persona che ha sparato. È sempre più probabile che sia stato un regolamento di conti
STATI UNITI
13 ore
Trombosi: gli USA mettono in pausa il vaccino Johnson & Johnson
La decisione arriva in seguito a sei casi di formazione di «coaguli di sangue», uno dei quali ha portato a un decesso
MONDO
14 ore
OMS: «Stop alla vendita di animali selvatici vivi»
«...Almeno fino a quando non siano regolati degli standard minimi di igiene e sorveglianza»
FOTO
REGNO UNITO
16 ore
La prima sera al pub dopo mesi: «È stato eccitante»
Locali affollati dopo lo stop di quasi 100 giorni a causa delle restrizioni Covid
FOTO
STATI UNITI
18 ore
La poliziotta voleva usare il Taser, ma ha preso la pistola
Le autorità del Minnesota hanno ricostruito la dinamica dell'intervento che è costato la vita a Daunte Wright.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile