MC/DM
STATI UNITI
18.01.21 - 06:300

Sulla metropolitana deserta per il Covid è boom di aggressioni e violenze

A New York stazioni e vagoni vuoti sono diventate un incentivo per i criminali. Chi ci viaggia: «Prima non era così»

di Redazione
Manuela Cavalieri e Donatella Mulvoni

NEW YORK - Sembrano immagini di un'altra epoca storica quelle della metropolitana di New York affollate ogni giorno da milioni di residenti e turisti che per necessità o piacere la utilizzavano per spostarsi da un punto all’altro della città, a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Si conta che a quasi un anno dall’arrivo della pandemia, il traffico sui treni sia ancora fermo al 30% del periodo pre-covid. Molte persone lavorano da casa, altri hanno lasciato la città, o preferiscono muoversi in altri modi per paura del contagio.

Purtroppo però i numeri dicono che il virus non è l’unico fattore di paura per chi ancora utilizza la metropolitana. Secondo i dati rilasciati dal dipartimento di polizia della città, da quando è iniziata la pandemia sono aumentati furti, aggressioni e omicidi.

Come spiega anche il New York Times, non siamo ancora neanche minimamente ai livelli degli anni 70-80, ma comunque i pendolari della MTA non viaggiano più con la serenità di un tempo: «Ho 27 anni e non ho mai avuto problemi a prendere la metro da sola anche alle tre del mattino», ci racconta Stacey, «ora invece quando aspetto sulla banchina, guardo costantemente a destra e a sinistra e ho sempre paura di ritrovarmi in vagoni vuoti, magari solo con una persona. Penso sempre che se accadesse qualcosa, non ci sarebbe nessuno a difendermi». E poi, continua «non avevo mai visto così tanti senzatetto o persone disagiate che sbraitano e urlano per tutto il viaggio».

Come da più parti ipotizzato, la bassissima affluenza di persone, potrebbe rappresentare un incentivo per i delinquenti che vedrebbero nei treni posti in cui agire senza la presenza di testimoni.

Le statistiche dicono che a essere aggrediti sono anche i dipendenti della MTA: «Ci sono stati dei casi, è vero; però io mi sento di dire che è ancora sicuro viaggiare», racconta Atla che sulle metropolitane ci lavora, «non abbiamo paura, anche se vedere le stazioni spesso vuote, con una o due persone sulla banchina, crea una certa apprensione».

C’è però anche chi esprime ottimismo per i tempi che verranno: «A maggio e giugno, nel pieno pandemia, c’era molta desolazione», ricorda Michele, un cagliaritano che vive a New York da quasi 20 anni, «si sentivano più spesso notizie di crimini in metro. Ora invece la gente riprende a viaggiare, ci sono meno senzatetto e sicuramente, chiudendo all’una del mattino, l’agenzia dei trasporti riesce a trovare tempo e risorse per consegnare la metro pulita e igienizzata ai pendolari la mattina».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA
5 ore
Non sei vaccinato? Non fai la spesa
In Assia ogni rivenditore potrà scegliere se far rispettare la regola del 2G o del 3G
REGNO UNITO
7 ore
«Sono scioccato, era un amico e un uomo gentile»
Il premier ha commentato l'aggressione che ha portato alla morte del suo collega di partito Amess
REGNO UNITO
10 ore
Essex, deputato accoltellato a morte da uno sconosciuto
David Amess, 69 anni, è stato colpito più volte dal suo aggressore. La polizia ha già arrestato un 25enne
LE FOTO
ITALIA
13 ore
«No Green Pass!», «Libertà!», in seimila a protestare al porto di Trieste
Nonostante i disagi, per il momento le operazioni portuali proseguono, ha confermato il Presidente della regione
AFGHANISTAN
13 ore
Tre esplosioni in moschea, un'altra strage di sciiti
Un altro massacro tra i fedeli sciiti: la preghiera del venerdì è ormai nel mirino dei terroristi
STATI UNITI
15 ore
Uccise un'amica nel 2000, condanna a vita per il milionario Robert Durst
Vent'anni dopo il delitto, l'ormai 78enne è stato condannato al carcere a vita
KENYA
18 ore
Uccisione dell'atleta Agnes Tirop, arrestato il marito
L'uomo, unico sospettato dell'omicidio, stava tentando di lasciare il Paese. È stato arrestato a Mombasa
ITALIA
1 gior
Senza il Green Pass si prospetta un venerdì nero
Da venerdì in Italia per lavorare bisogna mostrarlo, sono previsti disagi e forse anche scaffali vuoti nei supermercati
FOTO
NORVEGIA
1 gior
«È una persona gravemente malata»
Alcuni conoscenti raccontano la storia del 37enne danese, che ieri ha ucciso cinque persone utilizzando arco e frecce.
MONDO
1 gior
La lunghissima "lista nera" di Facebook
Nell'elenco ci sono più di 4'000 fra individui, gruppi e organizzazioni che i vertici del social considerano pericolosi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile