AFP
LIBANO
12.01.21 - 14:500

Scandalo Ghosn: interrogatorio rinviato a causa del lockdown

L'ex presidente di Nissan è accusato di frode industriale e finanziaria

BEIRUT - A causa del lockdown attualmente decretato in Libano per far fronte alla pandemia, non sarà interrogato nei prossimi giorni dai magistrati francesi Carlos Ghosn, ex patron di Nissan-Renault-Mitsubishi, fuggito più di un anno fa in maniera rocambolesca in Libano dal Giappone, dove era agli arresti domiciliari in attesa di un processo per frode industriale e finanziaria.

Gli avvocati di Ghosn, che ha nazionalità libanese e francese, hanno riferito oggi che la visita dei magistrati francesi a Beirut è stata rinviata sine die a causa della chiusura generale in corso in Libano come misura anti-Covid.

Ghosn era arrivato a Beirut il 30 dicembre 2019 in fuga da Tokyo, dove dall'aprile di due anni fa era in libertà vigilata dopo esser stato arrestato con l'accusa di illeciti finanziari nel novembre del 2018.

Ghosn ha più volte dichiarato di essere vittima di un «complotto» ordito dalla Nissan, «collusa» con la procura di Tokyo. Dal Giappone, il governo e gli organi giudiziari hanno sempre respinto le accuse criticando duramente le affermazioni di Ghosn.

Il Libano non ha un accordo di estrazione con il Giappone e il presidente libanese Michel Aoun si è più volte detto contrario a estradare Ghosn in Giappone.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Stati Uniti
55 min
Sparatoria in un liceo: tre morti e sei feriti
La polizia ha fermato il killer, si tratterebbe di un ragazzo di 15 anni
FOTO
STATI UNITI
4 ore
«Sul quell'aereo ho trasportato diverse volte anche Bill Clinton»
Secondo giorno di processo per la vice di Epstein, alla sbarra il pilota della coppia: «Lei era chiaramente il numero 2»
AUSTRALIA
6 ore
In Parlamento, un dipendente su tre vittima di abusi sessuali
Il premier Scott Morrison ha commentato il rapporto: «Statistiche spaventose»
NORVEGIA
9 ore
A 10 anni dalla strage, Breivik continua a perseguitare i sopravvissuti
Anche le famiglie delle vittime continuano a ricevere lettere di minacce e di propaganda
ITALIA
11 ore
Long Covid, uno su due si sente sempre stanco
Uno studio evidenzia i sintomi più comuni per chi ha contratto il Covid: dolori, depressione e fatica a respirare
FOCUS
Cina
12 ore
Denuncia e poi scompare, il misterioso caso di Peng Shuai
La tennista, svanita dopo un'accusa di stupro alle alte sfere, è poi riapparsa. Ma i dubbi su quanto successo restano
STATI UNITI
14 ore
Omicron e vaccini: «calo sostanziale» dell'efficacia oppure no?
Il Ceo di Moderna Bancel prevede che la risposta sarà inferiore rispetto alla Delta. Più ottimismo, invece, da BioNTech
ISRAELE / ITALIA
1 gior
Respinto il ricorso del nonno: il piccolo Eitan rientra in Italia
La conferma della Corte Suprema israeliana: il piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone sarà presto in Italia
SUDAFRICA
1 gior
«Omicron? Sintomi più lievi, ma anziani e casi a rischio stiano attenti»
Le parole della dottoressa sudafricana che ha scoperto la nuova variante: «Preoccupati? No. Sul chi vive? Sì»
REGNO UNITO
1 gior
Bufera di neve: 60 persone bloccate per due giorni in un pub
Una bufera legata alla tempesta Arwen ha isolato completamente il Tan Hill Inn, impedendo ai presenti di tornare a casa
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile