Depositphotos (VladisChern)
Caldo da record nel 2020.
MONDO
08.01.21 - 18:070

Caldo da record nel 2020

Lo scorso anno le concentrazioni di anidride carbonica nell'atmosfera hanno continuato ad aumentare

BRUXELLES - Record di caldo a livello globale per il 2020, alla pari del 2016 e sesto di una serie consecutiva di anni eccezionalmente caldi (dal 2015), in un decennio (dal 2011) che si è rivelato rovente.

A confermare come la Terra sia nel pieno del riscaldamento globale, che rischia di essere fatale per alcune aree e per le popolazioni che ci vivono, è il Copernicus Climate Change Service (C3S), il programma di osservazione della terra dell'Unione europea.

Nel contempo, nel 2020 le concentrazioni di anidride carbonica (CO2) nell'atmosfera (se alte sono ritenute fra le ragioni del global warming) hanno continuato ad aumentare a un tasso di circa 2,3 parti per milione (ppm) all'anno, raggiungendo il picco di 413 ppm durante maggio, ha segnalato il Copernicus atmosphere monitoring service (Cams).

Il direttore del C3S, Carlo Buontempo, spiega che «il 2020 si distingue per le temperature eccezionalmente calde nell'Artico e un numero record di tempeste tropicali nel Nord Atlantico. Non sorprende - aggiunge - che l'ultimo decennio sia stato il più caldo mai registrato. Tutto ciò evidenzia l'urgenza di ridurre drasticamente le emissioni per prevenire impatti climatici negativi in futuro».

La più grande deviazione annuale della temperatura media dal periodo di riferimento standard 1981-2010 è stata nell'Artico e nella Siberia settentrionale, sino a sei gradi al di sopra della media. Tanto è vero che, secondo i dati del satellite Sentinel 1 del programma europeo Copernicus, è a rischio anche l'ultimo baluardo dei ghiacci artici, lo stretto di Nares che separa la Groenlandia dal Canada: la stabilità dei ghiacci nell'area è diminuita negli ultimi 20 anni.

Al Circolo Polare Artico gli incendi nel 2020 hanno rilasciato una quantità record di 244 mega tonnellate di anidride carbonica, oltre un terzo in più rispetto al picco del 2019. Anche per l'Europa è stato l'anno più caldo. Vincent-Henri Peuch, direttore del Cams, spiega che «fino a quando le emissioni globali nette non si ridurranno a zero, la CO2 continuerà ad accumularsi e a determinare ulteriori cambiamenti climatici» con eventi meteo molto pericolosi.

Nel contesto della pandemia Covid-19, è stata stimata una riduzione di circa il 7% delle emissioni di CO2 fossile ma non basta. «Non abbiamo tempo da perdere per garantire una giusta transizione verso un futuro a zero emissioni» sottolinea Matthias Petschke, Direttore della direzione Spazio (DG Defis) della Commissione europea secondo cui «gli impegni presi nell'ambito del nostro Green Deal europeo sono necessari».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Stati Uniti
14 min
Sparatoria in un liceo: tre morti e sei feriti
La polizia ha fermato il killer, si tratterebbe di un ragazzo di 15 anni
FOTO
STATI UNITI
3 ore
«Sul quell'aereo ho trasportato diverse volte anche Bill Clinton»
Secondo giorno di processo per la vice di Epstein, alla sbarra il pilota della coppia: «Lei era chiaramente il numero 2»
AUSTRALIA
5 ore
In Parlamento, un dipendente su tre vittima di abusi sessuali
Il premier Scott Morrison ha commentato il rapporto: «Statistiche spaventose»
NORVEGIA
8 ore
A 10 anni dalla strage, Breivik continua a perseguitare i sopravvissuti
Anche le famiglie delle vittime continuano a ricevere lettere di minacce e di propaganda
ITALIA
11 ore
Long Covid, uno su due si sente sempre stanco
Uno studio evidenzia i sintomi più comuni per chi ha contratto il Covid: dolori, depressione e fatica a respirare
FOCUS
Cina
11 ore
Denuncia e poi scompare, il misterioso caso di Peng Shuai
La tennista, svanita dopo un'accusa di stupro alle alte sfere, è poi riapparsa. Ma i dubbi su quanto successo restano
STATI UNITI
13 ore
Omicron e vaccini: «calo sostanziale» dell'efficacia oppure no?
Il Ceo di Moderna Bancel prevede che la risposta sarà inferiore rispetto alla Delta. Più ottimismo, invece, da BioNTech
ISRAELE / ITALIA
1 gior
Respinto il ricorso del nonno: il piccolo Eitan rientra in Italia
La conferma della Corte Suprema israeliana: il piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone sarà presto in Italia
SUDAFRICA
1 gior
«Omicron? Sintomi più lievi, ma anziani e casi a rischio stiano attenti»
Le parole della dottoressa sudafricana che ha scoperto la nuova variante: «Preoccupati? No. Sul chi vive? Sì»
REGNO UNITO
1 gior
Bufera di neve: 60 persone bloccate per due giorni in un pub
Una bufera legata alla tempesta Arwen ha isolato completamente il Tan Hill Inn, impedendo ai presenti di tornare a casa
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile