Keystone
REGNO UNITO
30.12.20 - 19:020

Vaccino: la seconda dose può attendere. Anche tre mesi

Londra decide di posticipare la seconda puntura per dare una prima dose a quante più persone a rischio possibile.

La Commissione per i vaccini britannica: «Protezione considerevole già dopo la prima dose. In questa fase della pandemia bisogna vaccinare quante più persone a rischio possibile nel minor tempo possibile».

LONDRA - Tutti i vaccini approvati o in corso di approvazione contro il Covid-19 comportano la necessità di somministrare due dosi del preparato a 3-4 settimane di distanza l'una dall'altra. Un doppio dispendio di tempo per chi è impegnato nella campagna vaccinale che rischia di rallentare l'immunizzazione di quante più persone a rischio possibile nel più breve tempo possibile.

Per scongiurare questa eventualità, il Regno Unito ha deciso di sfruttare in maniera creativa le indicazioni sul tempo da lasciar trascorrere tra la prima e la seconda inoculazione del vaccino. Considerando che l'efficacia dei prodotti approvati è già apprezzabile dopo la prima dose, ha risolto di fare la prima puntura a quante più persone a rischio possibile e rimandare la seconda anche di tre mesi rispetto alla prima.

Sia per il vaccino di Pfizer/BioNTech sia per quello di AstraZeneca, appena autorizzato da Londra, i dati forniti all'agenzia britannica per i medicamenti (MHRA) «dimostrano che, benché l'efficacia sia ottimizzata dopo l'amministrazione della seconda dose, entrambi offrono una protezione considerevole dopo la prima dose, almeno a breve termine», si legge in un comunicato odierno dei Medici capi regionali del Regno Unito. «La Commissione congiunta per la vaccinazione e l'immunizzazione (JCVI) ha conseguentemente raccomandato che la prima dose del vaccino sia somministrata a quante più persone possibile sulla lista prioritaria della JCVI», recita la nota. 

La raccomandazione è ora di inoculare la seconda dose del vaccino di Pfizer/BioNTech tra le 3 e le 12 settimane dopo la prima e quella di AstraZeneca tr le 4 e le 12 settimane dopo. «I quattro Capi medici del Regno Unito concordano con la JCVI sul fatto che, in questa fase della pandemia, dare priorità alla prima dose del vaccino per quante più persone possibile sulla lista prioritaria proteggerà il maggior numero di persone a rischio nel minor tempo possibile e avrà il maggior impatto nel ridurre la mortalità, la malattia grave e le ospedalizzazioni», assicurano le autorità mediche britanniche.   

   

TOP NEWS Dal Mondo
EGITTO
10 ore
Ancora un incidente ferroviario in Egitto: un centinaio di feriti
Un treno è deragliato vicino a Toukh, non lontano dal Cairo. Ci sarebbero anche molte vittime
REPUBBLICA CECA
13 ore
Quella traccia velenosa che da Salisbury porta in Repubblica Ceca
Gli agenti russi sospettati dell'affaire Skripal indagati da Praga per un'esplosione. E la tensione con Mosca sale
STATI UNITI
14 ore
Sparatoria in un ristorante a Kenosha, 3 morti e un uomo in fuga
Non si pensa a un atto di terrorismo ma piuttosto a un regolamento di conti. 2 persone sono rimate ferite gravemente
ISRAELE
19 ore
Da oggi in Israele la mascherina all'aperto non è più obbligatoria
Il passo, dopo l'esito positivo della campagna vaccinale. Ma al chiuso bisognerà comunque portarla
REGNO UNITO
21 ore
Il fegato grasso della discordia
Anche il Regno Unito pensa di bandire il foie gras ma gli allevatori francesi non ci stanno: «Non è crudeltà»
RUSSIA
1 gior
Navalny «sta morendo»
Lo ha annunciato su Twitter la sua portavoce
ITALIA
1 gior
Salvini rinviato a giudizio per Open Arms
Il processo comincerà il 15 settembre. «Ci vado a testa alta, anche a nome vostro. Prima l'Italia. Sempre».
LONDRA
1 gior
Addio principe Filippo, la regina in lacrime
Causa Covid, solo una trentina di persone hanno potuto presenziare ai suoi funerali.
FOTO
BRASILE
1 gior
In Brasile si scavano tombe giorno e notte
Perché, a causa del Covid, non c'è più posto per i corpi. E nelle ultime 24 ore le vittime sono state più di 3'000
FRANCIA
1 gior
Astra Zeneca, altri 9 casi di trombosi
Problemi in Francia per il vaccino anglo-svedese. Le autorità sanitarie in contatto con l'agenzia europea del farmaco
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile