Immobili
Veicoli
Archivio Keystone
MONDO
26.12.20 - 15:400

«Per uscire da questo 2020 ci vuole un New Deal mondiale»

Lo sostiene l'Onu, per bocca di Antonio Guterres secondi i quali «un mondo più giusto è ancora possibile»

NEW YORK - Il bilancio del 2020 ha il segno più alla disuguaglianza tra ricchi e poveri. Il Covid, secondo l'analisi dell'Onu, ha aumentato nel mondo la disoccupazione, la fame, il numero di persone che hanno bisogno di aiuti alimentari, di bambini che non andranno più a scuola.

Quella che stiamo vivendo «non è solo una crisi sanitaria globale, ma è anche una grave crisi economica e del lavoro che ha un enorme impatto sulle persone», ha dichiarato il direttore generale dell'Organizzazione internazionale del Lavoro, Guy Ryder.

Le Nazioni Unite prevedono, infatti, che nel 2021 saranno 235 milioni le persone bisognose di assistenza umanitaria. Questo aumento di circa il 40% rispetto al 2020 è quasi interamente una conseguenza della pandemia.

L'impatto maggiore della crisi che il mondo attraversa, poi, grava sulle donne, il cui tasso di povertà è aumentato di oltre il 9 per cento, invertendo decenni di progressi per sradicare la povertà estrema. Per superare tutto ciò serve un 'New deal' come quello lanciato nel dopoguerra.

Secondo il Segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres i livelli di povertà e disuguaglianza osservati quest'anno sono tutt'altro che inevitabili e un mondo più giusto è ancora possibile, indipendentemente dagli shock acuti che possono arrivare, come il covid-19.

Dunque Guterres ha espresso la speranza che la pandemia possa innescare le trasformazioni necessarie per rafforzare i sistemi di protezione sociale. Il mondo, secondo il capo delle Nazioni Unite, ha bisogno di un New Deal globale «in cui potere, risorse e opportunità siano meglio condivisi ai tavoli decisionali internazionali» e in cui «i meccanismi di governance riflettano meglio le realtà di oggi».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
CINA
2 ore
«In tanti non hanno notizie dei loro cari»
L'Alto Commissario dell'Onu per i diritti umani ha discusso della repressione delle minoranze
UCRAINA
LIVE
«Putin via dal Governo? No, hanno tutti paura di lui»
Zelensky non ritiene possibile un cambio di regime in Russia: «Si rinforzano l'un l'altro»
STATI UNITI
3 ore
Massacro di Uvalde: «Mio figlio aveva le sue ragioni»
La madre difende l'autore della strage in Texas. Quindi chiede che non venga giudicato.
ITALIA
8 ore
Salvini verso Mosca, malumori nel Governo
La partenza del leader leghista sarebbe prevista a giorni: «La pace va costruita, incontro per incontro»
GIAPPONE
8 ore
"L'imperatrice del terrore" torna libera: «Mi scuso»
La "Regina Rossa", Fusako Shigenobu, è stata oggi rilasciata
STATI UNITI
9 ore
Insegnanti armati? «Sì, niente è più pericoloso di un'area senz'armi»
Donald Trump scatenato ieri alla convention statunitense a favore delle armi
STATI UNITI
18 ore
Depp contro Heard, cala il sipario
Il processo più mediatizzato degli ultimi mesi si avvia alla conclusione
STATI UNITI
23 ore
«La polizia ha impedito alle squadre speciali di entrare»
Lo riferiscono due fonti informate al quotidiano New York Times
UCRAINA
1 gior
«Questa guerra è di natura genocida»
È la conclusione di 30 esperti internazionali di diritto, nel primo rapporto indipendente dall'inizio del conflitto
STATI UNITI
1 gior
Sopravvissuta al killer, a 11 anni: «Ho finto di essere morta»
«È stato terrificante», racconta il piccolo Jayden. «Qualcuno ha acceso della musica triste», ricorda Miah
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile