Archivio Deposit
STATI UNITI
22.12.20 - 19:290

NASA nella polemica: avrebbe ucciso le proprie scimmie

27 primati sono stati abbattuti nel febbraio del 2019 presso una struttura in California

MOUNTAIN VIEW - La NASA avrebbe ucciso tutte le 27 scimmie che vivevano nel centro di ricerca Ames di Mountain View, in California.

È quanto emerge da alcuni documenti ottenuti e pubblicati oggi dal Guardian. Le scimmie, riferisce il portale britannico, sono state abbattute in silenzio e tutte in un solo giorno: il 2 febbraio 2019.

La scoperta ha scatenato la reazione furente di molte associazioni a favore dei diritti degli animali, che hanno prontamente condannato il gesto.

In particolare, ci si chiede il perché non siano state semplicemente spostate in un santuario, un ambiente in cui potessero passare i loro ultimi giorni in pace. Anche perché molte delle scimmie erano vecchie e malate, oltre che soffrire la frustrazione di una vita in laboratorio.

A denunciare il gesto anche John Gluck, esperto di etica animale dell'Università del New Mexico: «Le scimmie erano apparentemente non considerate degne di una possibilità di vivere i loro ultimi giorni in un santuario. Vergogna per i responsabili».

Kathleen Rice, una rappresentante della Camera degli Stati Uniti, ha nel frattempo scritto a Jim Bridenstine, l'amministratore delegato della NASA, per chiedere una spiegazione per le morti.

Le scimmie erano ospitate presso la struttura di Ames in un accordo congiunto tra la NASA e LifeSource BioMedical, un'entità separata di ricerca sui farmaci. Stephanie Solis, amministratore delegato di LifeSource BioMedical, ha dichiarato che i primati sono stati donati al laboratorio "anni fa", in quanto non è stato possibile trovare un santuario per loro a causa della loro età e della cattiva salute.

«Abbiamo accettato gli animali, agendo come un santuario e fornendo tutte le cure a nostre spese, fino a quando la loro età avanzata e la salute in declino hanno portato alla decisione di febbraio, una decisione per evitare ai primati una scarsa qualità di vita», ha detto Solis al portale, dichiarando che non è stata condotta alcuna ricerca sui primati mentre erano ad Ames e che è stata sempre fornita loro una «buona qualità di vita».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
BANGLADESH
1 ora
Studente ucciso, condannate a morte 20 persone
Il ragazzo fu aggredito a colpi di mazza nel 2019 per aver criticato il governo
MONDO
LIVE
Casi di Covid stabili nel mondo, ma decessi in aumento
Scoperta una versione "occulta" della variante Omicron, la Svezia pensa a nuove misure
GERMANIA
20 ore
Dalla paura alla strage, così si è svolto il dramma di Brandeburgo
Una coppia e i loro tre bambini sono stati trovati morti in casa nel fine settimana
EGITTO
22 ore
Patrick Zaki sarà scarcerato (ma non assolto)
La conferma oggi da parte delle autorità egiziane che confermano come il processo si farà, ma a febbraio 2022
STATI UNITI
23 ore
Quel processo da 50 miliardi al sedicente creatore dei Bitcoin
Si è tenuto a Miami e ha visto sul banco degli imputati un informatico australiano 46enne che sostiene di averli creati
LE FOTO
FRANCIA
1 gior
L'esplosione e poi il crollo, in piena notte
All'origine del crollo, informano i pompieri, potrebbe esserci stata una fuga di gas
MONDO
1 gior
Covid, l'Oms "boccia" il plasma dei convalescenti
La terapia «non incrementa le chance di sopravvivenza né riduce la necessità di ricorrere alla ventilazione meccanica»
REGNO UNITO
1 gior
«Facebook ha lucrato sul genocidio dei Rohingya»
Lo sostiene una doppia class action che chiede al social di Zuckerberg 150 miliardi di dollari
Francia
1 gior
Ordinano stupri online, è la nuova frontiera del turismo sessuale
Chi paga questo "servizio" è nel 100 per cento dei casi un uomo e non è escluso che sia un padre di famiglia
ITALIA
1 gior
Brevettato il "trucco" per ingannare il coronavirus
I risultati di uno studio italiano. Basato sull'uso di aptameri, potrebbe essere il primo tassello di un nuovo farmaco.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile