keystone-sda.ch / STR (Tsafrir Abayov)
STATI UNITI
21.12.20 - 18:110

Ma il vaccino funziona anche con la “variante britannica”?

Sta tentando di capirlo un team di scienziati americani. E sono queste le tre ipotesi all'origine della mutazione

NEW YORK - Gli scienziati Usa del Walter Reed Army Institute of Research si aspettano di sapere nei prossimi giorni se ci sono motivi di preoccupazione per l'efficacia dei vaccini contro la nuova variante del coronavirus che si sta diffondendo in Gran Bretagna. Ma sono fiduciosi.

Secondo quanto riportato dalla Cnn Nelson Michael, direttore del Center for Infectious Diseases Research del Walter Reed, ha affermato: «Sembra plausibile pensare che questa variante non sia una minaccia, ma non si sa mai. Dobbiamo essere diligenti e continuare a controllare».

Giovedì il team dell'istituto militare ha iniziato a esaminare le sequenze genetiche della nuova variante britannica pubblicata online dai ricercatori del Regno Unito, e Michael ha spiegato che «l'analisi al computer ci permetterà di valutare quanto dovremmo preoccuparci», e «altre squadre in tutto il mondo stanno procedendo con questa analisi».

Nell'agosto scorso, il team del Walter Reed ha pubblicato uno studio che mostrava come i vaccini funzionassero ancora contro diverse altre mutazioni del covid.

Nel pomeriggio, il professor Calum Semple, membro del comitato scientifico che consiglia il governo britannico aveva sostenuto che «la mutazione del coronavirus individuata nel Regno Unito è destinata a diventare il ceppo globale dominante»-

Secondo questo, «il virus ha il vantaggio evolutivo di trasmettersi più rapidamente, in questo modo supererà tutti gli altri ceppi». Resta ora da stabilire come si comporta il vaccino con la mutazione del Covid, anche se c'è fiducia in questo senso.

Le tre ipotesi sulla sua nascita

Ma come potrebbe essere apparsa questa mutazione? Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie avanza tre ipotesi.

  • Da un paziente umano: La prima è che una prolungata infezione da SarsCov2 in un singolo paziente, forse con ridotta capacità immunitaria, possa aver portato a un alto tasso di accumulo di mutazioni che riescono a eludere il sistema immunitario.
  • Dagli animali: Un'altra possibile spiegazione potrebbe essere un processo di adattamento del virus, presente in specie animali e poi ritrasmesso all'uomo dall'animale, come accaduto con la mutazione rilevata negli allevamenti di visioni in Danimarca e Olanda
  • All'interno di una nazione "distratta": Infine è anche possibile che la variante sia emersa attraverso la circolazione in paesi con poca o inesistente copertura di sequenziamento genetico dei virus. Ma questa ipotesi è la meno plausibile, secondo l'Ecdc, perchè le mutazioni casuali acquisite dalla circolazione del virus non spiegherebbero il numero insolitamente alto di mutazioni.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
Da oggi «Facebook si chiama Meta»
Mark Zuckerberg ha ufficializzato la nuova identità dell'azienda durante l'atteso Connect
ITALIA
2 ore
Archiviate le accuse contro il paziente 1 italiano
Gli inquirenti volevano verificare se Mattia Maestri avesse mentito ai medici di Codogno
AUSTRIA/GERMANIA
5 ore
Arrivano in crociera... positivi al Covid
Il viaggio della nave è stato fermato: dei 178 passeggeri sulla crociera 80 sono risultati positivi al tampone
CINA
7 ore
Dal nuoto al curling: come Pechino passa dalle Olimpiadi estive a quelle invernali
È la prima volta che la stessa città ospita le due versioni dei giochi. E le sfide non mancano.
Francia
10 ore
I francesi sequestrano una barca ai pescatori inglesi
Stretta sui porti: si annunciano controlli doganali più severi e divieto di sbarco del pescato
TAIWAN
12 ore
«Se Taiwan cade, la democrazia globale è a rischio»
Le parole della presidente Tsai Ing-wen a fronte di una tensione sempre altissima con Pechino e l'alleanza con gli Usa
NUOVA ZELANDA
16 ore
Neozelandesi stremati tornano a casa via mare
C'è chi non ne può più delle lunghe liste d'attesa, e ha affrontato dieci giorni di navigazione
MONDO
16 ore
Se «Facebook non vuole più essere Facebook»
Il colosso social prepara la svolta. Ne parliamo con Eleonora Benecchi, docente di Culture digitali dell'USI.
NORDEST EUROPEO
1 gior
Rubinetti russi agli sgoccioli in una Moldavia sempre più europea
Tra le autorità moldave e la società russa fornitrice di gas Gazprom è scontro totale per un aumento dei prezzi
MONDO
1 gior
Niente più fame nel mondo? Basterebbe il 2% del patrimonio di Elon Musk
Il direttore del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite invita i più ricchi del pianeta a «farsi avanti»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile