Keystone
Emer Cooke, a capo dell'Ema.
EUROPA
21.12.20 - 15:350
Aggiornamento : 16:33

Ema: via libera al vaccino di Pfizer e BioNTech

È un «grande passo avanti nella lotta contro la pandemia» ha dichiarato il Direttore esecutivo dell'Ema, Emer Cooke

BRUXELLES - L'Agenzia europea del farmaco (Ema) ha dato l'ok condizionale al vaccino contro il coronavirus realizzato da Pfizer e BioNTech.

Lo ha comunicato la stessa Ema nel pomeriggio durante una conferenza stampa e pubblicando un comunicato stampa.

Dopo una rigorosa valutazione sulla qualità, sicurezza ed efficacia del vaccino è stata infatti data luce verde alla somministrazione del preparato per le persone a partire dai 16 anni di età.

«Le notizie positive di oggi rappresentano un importante passo avanti nella lotta contro questa pandemia, che ha causato sofferenze e difficoltà a molti», ha dichiarato Emer Cooke, direttore esecutivo dell'Ema. «Abbiamo raggiunto questa pietra miliare grazie alla dedizione di scienziati, medici, sviluppatori e volontari, nonché di molti esperti di tutti gli Stati membri dell'UE».

Il via libera alla somministrazione del vaccino di Pfizer e BioNTech apre così la strada all'immissione in commercio di un vaccino contro il coronavirus nell'Unione europea. «La nostra valutazione approfondita ci ha assicurato che possiamo garantire ai cittadini dell'UE la sicurezza e l'efficacia di questo vaccino, che soddisfa i necessari standard di qualità» ha poi proseguito Cooke.

Ora, nella prossima fase, la Commissione UE dovrà decidere sulla distribuzione e l'utilizzo del preparato in tutti i paesi membri, una formalità che dovrebbe avvenire già prima di Natale.

Lo studio ha mostrato un'efficacia del vaccino di circa il 95%, anche per i partecipanti con ad esempio asma, malattie polmonari croniche, diabete, ipertensione o un alto indice di massa corporea. L'efficacia, indica l'Ema, è stata mantenuta a livelli alti tra i diversi generi e gruppi etnici.

Gli effetti collaterali più comuni sono stati lievi o moderati e sono migliorati già pochi giorni dopo la vaccinazione. Comprendevano ad esempio dolore e gonfiore nel punto dell'iniezione, stanchezza, mal di testa, dolori muscolari e articolari, brividi e febbre.

«Siamo pronti a consegnare le prime dosi di vaccino in Ue, appena ci sarà l'autorizzazione europea» ha detto il fondatore di Biontech Ugur Sahin, commentando il semaforo verde dato al vaccino Pfizer-Biontech dall'Ema, come riporta l'agenzia di stampa Keystone-ATS.

Dalla stessa fonte la risposta di Marco Cavaleri, capo delle strategie vaccinali dell'Ema, a coloro che hanno timori sull'effetto della mutazione sul vaccino: «Sarebbe preoccupante se avessimo mutazioni multiple, soprattutto sulla proteina spike. Credo però che per costringerci ad aggiornare il vaccino con i nuovi ceppi il virus debba cambiare in modo sostanziale. Per ora non siamo preoccupati».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas56 11 mesi fa su tio
Se il corona vede questa, sicuro non la tocca, è gia' immune al naturale
Dario Lampa 11 mesi fa su tio
Dai che prendete Prozac e Valium come se fossero caramelle, e per il minimo mal di testa vi ingozzate di dafalgan. Ma i vaccini invece sono un gomblotto per il controllo mondiale delle stesse case farmaceutiche perché un qualche 5 anni fa uno veramente ma veramente sveglio ha detto così. Accidenti gente, a voi proprio non la si fa. Scommetto anche abbiate votato no all'iniziativa multinazionali responsabili, così, giusto per massima coerenza.
Dario Lampa 11 mesi fa su tio
@Dario Lampa Per i no-vax dovrebbero cominciare a distribuire i vaccini per schema piramidale
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Italia
8 ore
Si spengono i riflettori sul piccolo Eitan. Dopo 84 giorni è tornato a casa
La famiglia: «Ora ha bisogno di serenità e tranquillità per affrontare un percorso di recupero delicato»
Regno Unito
11 ore
Avevano torturato un bimbo fino alla morte, condannati
Arthur Labinjo-Hughes aveva solo sei anni. Il padre con la fidanzata gli hanno fatto subire «crudeli abusi»
GERMANIA
13 ore
Il picco delle terapie intensive è previsto per Natale
«Non si può perdere tempo, non bisogna perdere neppure un giorno» secondo il presidente del Robert Koch Institut
SUDAFRICA
15 ore
La quarta ondata si muove più velocemente delle precedenti
L'incidenza dei ricoveri dei bambini sotto i cinque anni di età è inferiore solamente a quella degli over 60
STATI UNITI
18 ore
Nove colpi di pistola ad un disabile, licenziato un agente di polizia
Il 61enne in sedia a rotelle brandiva un coltello, e si stava recando in un centro commerciale
Francia
20 ore
Si candida come presidente: YouTube lo oscura e i media lo denunciano
Il saggista di estrema destra ha violato i diritti di autore e d'immagine. In totale potrebbe dover pagare 400'000 euro
MONDO
21 ore
«Omicron aveva già fatto il giro del mondo»
La virologa dell'università di Berna Hodcroft: «Le restrizioni servono solo a prendere tempo»
SVIZZERA / MONDO
23 ore
Quegli svizzeri con le piantagioni "problematiche"
Public Eye denuncia la situazione gestita dagli uffici di Ginevra e Zugo, e punta il dito contro la politica svizzera.
STATI UNITI
23 ore
Jack Dorsey, tutti i volti del più atipico dei miliardari hi-tech
Un po' donnaiolo, un po' santone il co-fondatore di Twitter ha confermato il suo addio all'azienda. Vi raccontiamo chi è
AUSTRIA
1 gior
Il cancelliere austriaco vuole già dimettersi
Alexander Schallenberg si è detto pronto a lasciare l'incarico, appena due mesi dopo il predecessore Kurz
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile