KEYSTONE
Il fumo degli incendi in Australia ha causato un raffreddamento del clima a livello globale.
MONDO
14.12.20 - 08:390

Il fumo degli incendi australiani ha provocato un breve raffreddamento globale

Lo afferma uno studio: per mesi la quantità di luce solare proiettata sul pianeta è stata inferiore al consueto

SYDNEY - La disastrosa stagione degli incendi dell'estate 2019-20 in Australia, ribattezzata "estate nera", generò una tale quantità di fumo nell'atmosfera superiore, da filtrare la luce del sole, causando anche un breve raffreddamento globale.

Una ricerca pubblicata su Communications Earth and Environment descrive come i devastanti incendi in vaste regioni del sud-est del continente abbiano dato origine a un'ondata di nuvole temporalesche indotte dal fuoco, dette pirocumulonembi, o pyroCbs, che a loro volta hanno iniettato pennacchi di fumo nella stratosfera, lo strato dell'atmosfera che comincia da circa 14.000 metri di altitudine.

A quel livello, i pennacchi di fumo hanno dato origine a nuovi venti, creando vortici autoalimentati che hanno circondato il globo, in parte elevandosi a un livello senza precedenti di oltre 32.000 metri dalla superficie terrestre.

I dati dello studio, condotto dall'Università della Sorbonne, Laboratorio di ricerca atmosferica, e presentato giorni fa alla conferenza virtuale dell'American Geophysical Union, mostrano che il fumo ha agito come un'area di ombra di dimensioni planetarie, riducendo per diversi mesi la quantità di luce solare proiettata sulla superficie terrestre.

«Una migliore comprensione dei pirocumulonembi può salvare vite, poiché queste nuvole sono causate da violenti incendi, e possono creare eventi meteo estremi sul terreno, causando cambiamenti improvvisi di direzione del vento, che mettono in pericolo le squadre di emergenza e le comunità», scrive il responsabile dello studio Sergey Khaykin.

«Gli incendi australiani hanno fondamentalmente rivoluzionato la comprensione del potenziale di alterazione del clima dei grandi incendi», aggiunge l'esperto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
49 min
Violenza sessuale sul treno e in stazione: due arresti
Si tratta di due giovani, un italiano e un nordafricano
FOTO
FRANCIA
1 ora
«La riconquista è ormai cominciata»
Tensione al primo comizio di Eric Zemmour da candidato all'Eliseo: manifestanti antirazzisti hanno fatto irruzione
FOTO
STATI UNITI
5 ore
1 milione di cauzione per i genitori del ragazzo autore della strage nel liceo di Oxford
I due, che si erano dati alla macchia, sono accusati di omicidio involontario plurimo. I nuovi dettagli dell'inchiesta
STATI UNITI
9 ore
Come l'ombra di Jeffrey Epstein potrebbe salvare Ghislaine Maxwell
Conclusa la prima settimana di processo facciamo un riassunto e tentiamo di capire come potrebbero andare le prossime
INDONESIA
12 ore
Eruzione del Semeru, i morti sono almeno 13
Le operazioni di soccorso proseguono. Estratte dalle macerie 10 persone vive. Quasi una sessantina i feriti
REGNO UNITO
21 ore
Feste nonostante le restrizioni: Boris Johnson segnalato alla polizia
La Metropolitan Police sta valutando le segnalazioni di due parlamentari laburisti
GERMANIA
1 gior
Trovati cinque cadaveri all'interno di un'abitazione
Il fatto è avvenuto a Königs Wusterhausen, a sud di Berlino: si tratta di due adulti e tre bambini
Stati Uniti
1 gior
Incriminati i genitori del killer di Oxford
La scuola li aveva convocati per esprimere alcune preoccupazioni. Irreperibili per alcune ore, sono stati arrestati
Italia
2 gior
Si spengono i riflettori sul piccolo Eitan. Dopo 84 giorni è tornato a casa
La famiglia: «Ora ha bisogno di serenità e tranquillità per affrontare un percorso di recupero delicato»
Regno Unito
2 gior
Avevano torturato un bimbo fino alla morte, condannati
Arthur Labinjo-Hughes aveva solo sei anni. Il padre con la fidanzata gli hanno fatto subire «crudeli abusi»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile