keystone-sda.ch (AHMED JALIL)
+7
IRAQ
25.10.20 - 10:500
Aggiornamento : 11:06

Iracheni in piazza a un anno dall'inizio delle proteste

In migliaia sono scesi in strada a Baghdad. In un anno gli scontri con la polizia hanno fatto 600 morti.

BAGHDAD - Migliaia d'iracheni si sono messi in marcia verso Piazza Tahrir a Baghdad in occasione dell'anniversario dell'inizio delle manifestazioni governative che, dallo scorso anno, prendono di mira la classe politica giudicata inefficiente e corrotta. Una protesta che sembra aver perso parzialmente energia negli ultimi mesi, prima a causa di una recrudescenza dello scontro in atto tra Stati Uniti e Iran e, poi, per la pandemia di Covid-19.

Circa seicento morti e 30'000 feriti è il bilancio degli scontri avvenuti in questo anno tra polizia e manifestanti, non solo a Baghdad ma anche in altre regioni, in particolare quelle a maggioranza sciita nel sud del Paese, dove sono stati anche attaccati consolati dell'Iran, accusato d'interferenze politiche e militari. Le forze paramilitari sciite sostenute da Teheran sono fra l'altro sotto accusa per avere partecipato, insieme agli apparati di sicurezza governativi, alla repressione delle proteste, non solo negli scontri di piazza ma anche con sparizioni forzate di esponenti dell'opposizione.

Fin da ieri sera la polizia ha eretto barriere e istituito posti di blocco per impedire ai manifestanti di dirigersi dalla Piazza Tahrir verso la vicina Zona Verde, la cittadella fortificata nel centro di Baghdad dove hanno sede le istituzioni nazionali e le ambasciate straniere.

Almeno stando alle immagini disponibili, le proteste odierne non appaiono particolarmente rispettose delle norme anti-Covid-19 vigenti anche in Iraq. La maggior parte dei manifestanti non indossa infatti mascherine nonostante l'assenza delle necessarie distanze sociali e l'affollamento della manifestazione. Ieri, nel Paese di quasi 40 milioni di abitanti si registravano 3'204 nuove infezioni da SARS-CoV-2 e 55 decessi legati al Covid-19. Dall'inizio della pandemia le vittime sono state più di 10mila.    

keystone-sda.ch (AHMED JALIL)
Guarda tutte le 11 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
CINA
2 min
Quel reattore problematico in Cina che imbarazza la Francia
La fuga di gas radioattivo a Taishan, denunciata dagli Usa, è una doppia gaffe per Parigi. Ecco perché
UNGHERIA
1 ora
Vietato «promuovere» l'omosessualità: il parlamento ungherese ha detto "sì"
Considerati inadatti ai minori anche i contenuti sulla transessualità. La misura rientra in un pacchetto sulla pedofilia
ITALIA
3 ore
Minacce dai No vax, l'infettivologo Bassetti è sotto scorta
Il medico ha parlato di una «escalation di violenza intollerabile»
ITALIA
5 ore
Dobbiamo preoccuparci degli 81 casi di variante Delta in Lombardia?
Non per forza, anche secondo le autorità per la quale sono circoscritti (anche grazie ai vaccini). L'allerta però resta
MONDO
7 ore
La Cina risponde alle «calunnie» della NATO: «Esagerati»
Secondo Pechino, i membri della NATO hanno dimostrato una «mentalità da guerra fredda»
ARGENTINA
10 ore
All'infermiere che seguiva Maradona era «stato ordinato di non svegliarlo»
Ricardo Almiron è il primo componente dello staff medico che seguiva il campionissimo a essere ascoltato in procura
STATI UNITI
10 ore
«Non negate la comunione a Biden»
Il Vaticano ha ammonito i vescovi statunitensi. La questione riguarda la posizione del presidente sull'aborto
MONDO
23 ore
La Cina pone «sfide sistemiche» che preoccupano la Nato
I Paesi dell'Alleanza richiamano Pechino a una maggiore trasparenza e al mantenimento degli impegni presi.
RUSSIA
1 gior
«Non abbiamo l'abitudine di assassinare le persone»
Vladimir Putin ha parlato a ruota libera in un'intervista, tra accuse, risposte ed ironia
STATI UNITI
1 gior
Covid, è in arrivo un nuovo vaccino
È di facile conservazione e le reazioni avverse sembrano essere meno frequenti e meno gravi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile