Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
MONDO
19.10.20 - 23:500
Aggiornamento : 20.10.20 - 08:31

Covid, gli anticorpi «scompaiono dopo poche settimane»

Lo indica uno studio canadese, pubblicato dalla rivista medica mBio

MONTREAL - Si è immuni al Covid-19 dopo aver contratto il nuovo coronavirus? E se sì, lo si è per un lungo periodo o no? A queste domande, che orbitano attorno alla pandemia sin dai primi giorni, prova a dare una risposta uno studio canadese.

Stando ai risultati pubblicati sulla rivista medica mBio, il livello di anticorpi contro il Covid nel sangue cala rapidamente nelle settimane successive alla guarigione.

Un fattore che ha implicazione multiple, che vanno dall'immunità dell'individuo alla possibilità di ricorrere al suo plasma per curare altri pazienti. E la sperimentazione, ha spiegato il professor Andreas Finzi - del team di ricerca dell'Università di Montreal - «mostra che la capacità del plasma di neutralizzare le particelle virali decresce nel corso di quelle prime settimane».

In particolare, attraverso un precedente studio trasversale (che ha coinvolto oltre un centinaio di pazienti), il team canadese ha rilevato che questa capacità del plasma si riduce in modo sensibile già tra la terza e la sesta settimana dopo l'insorgenza dei sintomi.

Alcuni studi precedenti hanno rilevato che la risposta anticorpale raggiunge il suo picco a due o tre settimane di distanza dalla comparsa dei sintomi. Ma bisogna considerare che prima di poter donare il proprio sangue, una persona guarita dal Covid-19 deve attendere un periodo di almeno 14 giorni. Inoltre, un ulteriore studio effettuato su una trentina di persone, con due prelievi di sangue effettuati a un mese di distanza, ha indicato la tendenza comune di un abbassamento dei livelli d'immunoglobuline che agiscono in corrispondenza della cosiddetta proteina Spike.

Se da un lato, sottolineano gli autori della ricerca, ancora non è del tutto chiaro se la capacità neutralizzante sia effettivamente alla base dell'efficacia del plasma quale cura per i casi più gravi di Covid, i risultati indicano sicuramente che il componente va prelevato il prima possibile dal donatore.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
3 ore
Berlusconi sempre in ospedale (e di pessimo umore)
Pochissime le visite, ma segue gli sviluppi dell'elezione del presidente della Repubblica
FRANCIA
6 ore
Quel triangolo viola voluto dal Reich
La storia di Simone Arnold e della sua famiglia, per far luce sulle persecuzioni tedesche dei testimoni di Geova
MEDIO ORIENTE
9 ore
La neutralità della "Svizzera dell'Arabia" è sotto attacco
L'Oman si definisce neutrale, e intende tentare di risolvere qualsivoglia conflitto con colloqui di pace e diplomazia
GERMANIA
16 ore
Diversi governi hanno sfruttato la pandemia per opprimere i diritti umani
«Molti leader hanno usato la pandemia di Covid-19 come pretesto per ridurre la supervisione e la responsabilità»
ITALIA
19 ore
Quirinale, niente di fatto anche oggi
Le schede bianche sono state la costante anche della seconda votazione
GERMANIA
21 ore
Il 18enne che ha sparato ai compagni «avrebbe potuto fare una strage»
«Le persone devono essere punite» aveva scritto al padre via Whatsapp, pochi minuti prima
LE FOTO
OCEANO PACIFICO
1 gior
Tra gli aiuti diretti a Tonga, un focolaio di Covid
Sulla "HMAS Adelaide" della marina australiana ci sono 23 membri dell'equipaggio positivi al coronavirus
ITALIA
1 gior
Da Amadeus, a Vasco e Siffredi: i non "quirinabili" votati
Pioggia di schede bianche ieri a Montecitorio, ma non senza qualche nome curioso. E no, non è la prima volta.
COREA DEL NORD
1 gior
La Corea del Nord testa nuovi missili
Il Sud avvisa: «Dobbiamo condurre un'analisi dettagliata»
UCRAINA/RUSSIA
1 gior
Dalla «minaccia russa» all'«isteria europea», il confine è sempre più rovente
Stati Uniti e Regno Unito richiamano a casa i dipendenti delle ambasciate e la Nato manda rinforzi armati all'Ucraina
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile