Keystone
GERMANIA
10.08.20 - 06:300
Aggiornamento : 09:37

Ridurre l'imposta di culto per tamponare l'emorragia di giovani fedeli?

La proposta arriva dal presidente delle Chiese evangeliche tedesche. Sia cattolici sia evangelici, però, sono scettici.

BERLINO - I giovani lasciano la Chiesa per evitare di pagare l’imposta di culto? E se non dovessero pagarla o dovessero corrispondere un importo ridotto rimarrebbero più volentieri nei registri parrocchiali? Sono queste, in estrema sintesi, le domande attorno alle quali ruota il dibattito scatenato in Germania dal presidente del Consiglio delle Chiese evangeliche tedesche, Heinrich Bedford-Strohm.

In un’intervista con la Welt, il vescovo bavarese si è chiesto in particolare se potesse essere «sensato» ridurre o rimandare la riscossione dell’imposta di culto per quei giovani che abbiano appena iniziato a lavorare. L’obiettivo: contenere l’emorragia di fedeli che interessa la Chiesa evangelica e quella cattolica. I giovani adulti, del resto, rappresentano una sfida per entrambe le confessioni, ha sottolineato.

La sua proposta, però, non ha fatto l’unanimità. Come riporta lo stesso quotidiano, la conferenza episcopale cattolica tedesca ha sottolineato che non c’è «alcuna riflessione» in corso in merito a una possibile riduzione dell’imposta di culto per i neo lavoratori. Tra i protestanti, invece, anche il vescovo della più grande Chiesa statale, quella di Hannover, si è detto «scettico riguardo alla possibilità che il modello dell’imposta di culto possa davvero cambiare qualcosa nelle statistiche di abbandono» delle Chiese.

Nel 2019, più di mezzo milione di persone hanno lasciato la Chiesa cattolica e quella evangelica in Germania. Un’emorragia di fedeli che potrebbe cambiare di molto i bilanci di queste istituzioni religiose. Nello stesso anno, infatti, dalle imposte di culto incassavano ancora la cifra record di 12,7 miliardi di euro (quasi 14 miliardi di franchi).

A seconda del luogo di residenza, l’imposta di culto si aggira tra l’8% e il 9% dell’imposta sul reddito. Secondo un esempio fornito dall’Arcidiocesi di Colonia, una persona celibe o nubile e senza figli con un reddito lordo di 2’000 euro al mese deve aspettarsi di pagare 15,64 euro al mese. Sarebbe invece esente se sposato/a o con figli. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
AUSTRALIA
3 min
In Parlamento, un dipendente su tre vittima di abusi sessuali
Il premier Scott Morrison ha commentato il rapporto: «Statistiche spaventose»
NORVEGIA
3 ore
A 10 anni dalla strage, Breivik continua a perseguitare i sopravvissuti
Anche le famiglie delle vittime continuano a ricevere lettere di minacce e di propaganda
ITALIA
5 ore
Long Covid, uno su due si sente sempre stanco
Uno studio evidenzia i sintomi più comuni per chi ha contratto il Covid: dolori, depressione e fatica a respirare
FOCUS
Cina
5 ore
Denuncia e poi scompare, il misterioso caso di Peng Shuai
La tennista, svanita dopo un'accusa di stupro alle alte sfere, è poi riapparsa. Ma i dubbi su quanto successo restano
STATI UNITI
7 ore
Omicron e vaccini: «calo sostanziale» dell'efficacia oppure no?
Il Ceo di Moderna Bancel prevede che la risposta sarà inferiore rispetto alla Delta. Più ottimismo, invece, da BioNTech
ISRAELE / ITALIA
1 gior
Respinto il ricorso del nonno: il piccolo Eitan rientra in Italia
La conferma della Corte Suprema israeliana: il piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone sarà presto in Italia
SUDAFRICA
1 gior
«Omicron? Sintomi più lievi, ma anziani e casi a rischio stiano attenti»
Le parole della dottoressa sudafricana che ha scoperto la nuova variante: «Preoccupati? No. Sul chi vive? Sì»
REGNO UNITO
1 gior
Bufera di neve: 60 persone bloccate per due giorni in un pub
Una bufera legata alla tempesta Arwen ha isolato completamente il Tan Hill Inn, impedendo ai presenti di tornare a casa
STATI UNITI
1 gior
Minorenni reclutate per Epstein? Ghislaine Maxwell a processo
La 59enne ex compagna di Epstein si è dichiarata non colpevole di tutti i capi d'accusa
FRANCIA
1 gior
«Troppi morti nella Manica, è inaccettabile»
Lo ha detto il Ministro francese Gérald Darmanin, in un meeting relativo alla situazione dei migranti
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile