Keystone
FRANCIA
06.08.20 - 15:380

Coronavirus, manca il personale per fare i test

Anche chi lavora nel sanitario ha diritto alle ferie, ma c'è ora carenza di personale per effettuare i tamponi richiesti

Oltre alla difficoltà di prendere appuntamento, e l'attesa prima di potervisi recare, anche per ottenere i risultati si rischia di aspettare almeno una settimana

PARIGI - La Francia starebbe facendo fatica a fornire abbastanza test per il coronavirus alla popolazione rispetto alle richieste ricevute.

Lo ha comunicato l'Associated Press. Il motivo: molti laboratori di analisi sono al momento chiusi per ferie. Infatti, in questo periodo dell'anno, le persone tendono a fuggire dalla città per una vacanza al mare, o in montagna, per riposare e godersi il clima estivo. Un riposo ancor più necessario per il personale sanitario, stravolto da un anno decisamente impegnativo.

Però è così sorto il problema della mancanza di personale per effettuare i test, problema ancor più preoccupante visti gli ultimi segnali negativi, che presagiscono il possibile arrivo di una seconda ondata. La Francia sta infatti nuovamente registrando più di 1'000 nuovi casi al giorno, e anche il numero di pazienti in terapia intensiva sta crescendo.

«Non ci sono abbastanza persone per fare i test» ha confermato il medico parigino Christophe Prudhomme all'AP, aggiungendo che «bisogna organizzarsi meglio», in quanto non è possibile che «sia il cittadino a dover prendere il telefono e chiamare magari diversi laboratori per riuscire a ottenere un appuntamento, e forse per la settimana successiva».

Infatti, oltre alla difficoltà di prendere appuntamento, e l'attesa prima di potervici andare, anche per ottenere i risultati si rischia di aspettare almeno un'altra settimana.

«Il virus non è affatto scomparso, anzi, si sta amplificando in alcune regioni», ha detto François Blanchecotte, Presidente dell'Unione dei medici biologi, «dobbiamo adattare la strategia dei test all'evoluzione dei contagi».

Per ovviare il problema, il Governo francese ha emesso un decreto speciale che autorizza alcuni studenti di medicina, vigili del fuoco e soccorritori a somministrare i tamponi di coronavirus. Alcuni laboratori hanno inoltre adattato i loro orari per rimanere aperti fino a tarda sera e la domenica.

Il Governo ha recentemente dichiarato di poter testare fino a 700'000 persone a settimana, e di aver raggiunto il record di 581'000 test nell'ultima settimana. Ma il numero di nuovi casi positivi sta crescendo a una velocità doppia rispetto alla crescita dei test, secondo i dati dell'agenzia sanitaria nazionale.

Blanchecotte è preoccupato dalla situazione, ma ha comunque difeso la decisione di lasciare che il personale del laboratorio si prenda delle ferie. Per mesi, ha detto, «hanno fatto gli straordinari» per stare al passo con le esigenze dell'emergenza sanitaria.

E d'altronde, ha concluso Blanchecotte, in autunno la situazione potrebbe essere anche peggiore, «Sappiamo che settembre, ottobre, e novembre saranno mesi difficili», «dobbiamo essere preparati».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 10 mesi fa su tio
Millemila vaccini e pochi disponibili a fare da cavia. Solo qualcuno sil blog.
marco17 10 mesi fa su tio
Più tamponi per tutti. Il tampone è un diritto fondamentale della persona sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo: lanciate un'iniziativa per ancorarlo nella Costituzione federale!
sedelin 10 mesi fa su tio
meglio così!
miba 10 mesi fa su tio
Fuggire dalla città per una vacanza al mare, o in montagna, per riposare e godersi il clima estivo è più importante dei tamponi. E come dare loro torto? Hanno dato la priorità alla cosa per loro più importante. Il circo può aspettare :)
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
2 ore
«I palazzi non vengono giù da soli»
Sotto le macerie del condominio crollato a Miami Beach sono sepolti diversi misteri. E non si sa quante persone
GERMANIA
6 ore
L'ultimo discorso di Angela
La cancelliera tedesca ha parlato al Bundestag per l'ultima volta (forse). Un addio dopo 16 anni
REGNO UNITO
7 ore
Malato di Covid per 10 mesi consecutivi
Dave Smith ha avuto 42 test PCR positivi ed è stato ricoverato sette volte, ma è ancora vivo
UNIONE EUROPEA
8 ore
Orban marcato stretto a Bruxelles per la legge “omofoba”
I leader uniti: «Posizioni incompatibili con l'Ue», lui però si difende: «È pensata per difendere bambini e famiglie»
FOTO E VIDEO
STATI UNITI
8 ore
«Ci stiamo preparando a ricevere cattive notizie»
Le operazioni di soccorso dopo il crollo della palazzina in Florida potrebbero proseguire per una settimana.
ETIOPIA
10 ore
Bombardato un mercato, muoiono in 64, colpiti anche diversi bambini
Un nuovo massacro di innocenti nel Tigray, ma l'Esercito nega: «Erano ribelli travestiti da civili»
FOTO
STATI UNITI
13 ore
Dalle macerie di Miami estratta la prima vittima
I soccorsi ancora al lavoro dopo il crollo nella notte di un palazzo di 12 piani a Miami Beach
STATI UNITI
14 ore
Quelle tracce del Covid prima del dicembre 2019 pubblicate sul Cloud
Erano state postate e poi cancellate da un team cinese, uno studioso americano però le ha ritrovate
FOTO
STATI UNITI
17 ore
Crolla un palazzo a Miami Beach: «È stato prima come una bomba e poi come un terremoto»
Soccorsi sul posto in forze, si temono diverse vittime ma non è ancora chiaro come sia capitato
STATI UNITI
19 ore
«Chiedo scusa... Me ne vergogno»
Una 49enne dell'Indiana si è mostrata pentita davanti al giudice
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile