keystone-sda.ch / STR (Rui Vieira)
REGNO UNITO
31.07.20 - 15:060

Numeri troppo alti, nel Regno Unito non si allenta ancora

Il premier ha anche detto che l'obbligo di mascherina verrà esteso in altri luoghi pubblici

LONDRA - In Gran Bretagna slitta di almeno due settimane l'allentamento delle restrizioni, a causa di una recrudescenza del coronavirus. Lo ha annunciato il premier Boris Johnson.

I locali che avrebbero dovuto aprire domani non lo faranno prima del 15 agosto, come i bowling, i casinò e le piste di pattinaggio, secondo quanto riporta la Bbc.

«Con l'aumento dei numeri, riteniamo che sia necessario premere il pedale del freno per tenere sotto controllo il virus», ha spiegato Johnson. Stamane erano scattate nuove restrizioni nel nord dell'Inghilterra.

L'obbligo di mascherina al chiuso sarà esteso «ad altri ambienti dove è probabile che si entri in contatto con persone che normalmente non si incontrano, come musei, gallerie, cinema e luoghi di culto», ha detto Johnson, secondo quanto riporta la Bbc.

Boris Johnson ha affermato che i progressi contro il coronavirus continuano, con un numero di morti in calo, ma ha aggiunto che il Paese deve essere «pronto», vista la recrudescenza dell'epidemia in alcuni Paesi europei, e la situazione in peggioramento nel nord dell'Inghilterra. Anche se, ha chiarito, le ultime restrizioni non costituiscono un «ritorno al lockdown».

Ci sono «compromessi» necessari, ha sottolineato il premier, affermando che far tornare i bambini a scuola all'inizio della prossima stagione «dovrebbe essere una priorità nazionale».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Giancarlo Schraner 4 mesi fa su fb
Non so cosa certa gente ci trova da ridere. 46000 persone sono morte e molti altri ancora a venire.
Marco Ronin 4 mesi fa su fb
Della Bielorussia non parlate mai..? 🤔
Fabrizio Nicolucci 4 mesi fa su fb
«Se non leggi i giornali non sei informato, se li leggi sei male informato»
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
11 ore
«Il vaccino? Non è una passeggiata»
La testimonianza di un partecipante ai trial di Moderna: «Ho avuto sintomi. Ma lo rifarò»
FOTO
AUSTRIA
12 ore
Tutti in coda, al via i test a tappeto
In caso di tampone rapido positivo viene subito effettuato anche un test molecolare
ITALIA
14 ore
«La sanità italiana è arrivata piuttosto fragile all'appuntamento con la pandemia»
A sostenerlo è l'istituto di ricerca Censis. Sulle restrizioni per Natale: «Quasi l'80% degli italiani è favorevole».
STATI UNITI
15 ore
Tutti i film di Warner Bros. nel 2021 andranno anche direttamente in streaming
Titoli come “Matrix 4”, “Dune” e “The Suicide Squad” non usciranno solo in sala. Una mossa senza precedenti
STATI UNITI
15 ore
Biden chiederà agli americani di portare la mascherina per 100 giorni
«Credo vedremo una riduzione significativa dei casi», ha promesso. La sua autorità, però, sarà limitata.
REGNO UNITO
18 ore
Vaccino anti Covid: primo carico arrivato nel Regno Unito
È stato depositato in un magazzino segreto. La distribuzione scatterà dal fine settimana.
ITALIA
18 ore
Obbligo di quarantena per chi rientra in Italia
Esentati coloro che viaggiano per motivi di lavoro o di studio
FOCUS
20 ore
Ammalarsi d'amore, sesso e Covid
Il virus ha sconvolto anche le modalità affettive e sociali d'interazione tra gli umani
MONDO
20 ore
Le motivazioni di chi fa circolare bufale e teorie del complotto
Ci sono quattro categorie di propagatori, secondo la classificazione di un saggio del 2009 di Cass Sunstein.
ITALIA
1 gior
Domani scatta il nuovo Dpcm, ecco le regole per le feste
Le ultime modifiche riguardano la scuola. Vietati gli spostamenti tra regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile