Keystone
Un cane soccorso da un gruppo di attivisti, dal festival di Yulin, nel 2017.
CINA
23.06.20 - 06:130
Aggiornamento : 06:47

Parte il festival della carne di cane, gli attivisti: «Speriamo per l'ultima volta»

La Humane Society International vuole porre fine alla fiera di Yulin, definita una «crudeltà»

YULIN - Il noto festival della carne di cane di Yulin è partito domenica, introducendo 10 giorni di fiera nel quale verranno ingabbiati, macellati e venduti migliaia di animali selvatici e domestici, tra cui cani e gatti.

Il festival, con cadenza annuale, ha luogo nella città sudoccidentale di Yulin e attira di solito migliaia di visitatori. Quest'anno invece i numeri sono significativamente diminuiti, accendendo la speranza del gruppo per i diritti degli animali, Humane Society International (HSI), che l'edizione di quest'anno possa essere l'ultima.

Comunque, gli organizzatori dell'evento hanno per ora ignorato l'impegno del Governo cinese, che sta spingendo per scoraggiare la pratica del consumo di animali domestici e selvatici. Ma la tendenza nei prossimi anni sarà tutta da vedere.

«Spero che sarà così» ha commentato Peter Li, specialista di politica cinese dell'associazione. «Oltre che per il bene degli animali, anche per la salute e la sicurezza della gente locale». Infatti, un simile assembramento di massa in cui si commercia e consuma una tale quantità di carne rappresenta un rischio per la salute pubblica, in questi tempi caratterizzati dal coronavirus.

Le discussioni sull'origine del Covid-19, legate al mercato di Wuhan, hanno spinto il Governo cinese a rivalutare il proprio rapporto con gli animali, e il commercio di animali selvatici ne sta subendo le conseguenze. E così, in aprile, Shenzhen è diventata la prima città cinese a vietare il consumo di carne di cane, poi seguita da Zhuhai.

Il Ministero dell'agricoltura ha anche deciso di classificare i cani come animali domestici, di compagnia, piuttosto che come bestiame, anche se non è ancora chiaro come la riclassificazione influenzerà il destino del festival di Yulin.

«Speriamo che le città di Shenzhen e Zhuhai abbiano iniziato una tendenza, e che la dichiarazione del Governo nazionale che i cani sono compagni piuttosto che bestiame fornisca un ulteriore incentivo ad altre città per seguire il loro esempio», ha concluso Li.

L'attivista dell'HSI Jenifer Chen, che quest'anno si è recata per la prima volta a Yulin, si è dichiarata scioccata per ciò che ha visto: «Non potevo credere che questi cuccioli amichevoli e innocenti sarebbero stati uccisi per cibo» si legge in un comunicato del gruppo. «La gente spesso pensa che queste scene orribili siano normali per la maggior parte dei cinesi, ma non è vero. Come ha detto il governo cinese, questi cuccioli sono compagni, non bestiame, e città come Yulin dovrebbero mettere in pratica queste parole e porre fine a questo vergognoso commercio di carne di cane».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
2 ore
Aria inquinata? Più pericolosa del previsto
L'Organizzazione mondiale della sanità ha ridotto i livelli massimi di sicurezza di varie sostanze
BRASILE
9 ore
Un suo ministro è positivo: Bolsonaro in isolamento
All'Onu stanno cercando di tracciare i contatti di Marcelo Queiroga. Ci sarebbe anche Boris Johnson
STATI UNITI
13 ore
Perché il caso di Gabby Petito ha lasciato tutta l'America con il fiato sospeso
Fra teorie e ipotesi su TikTok e Instagram, la storia della 22enne scomparsa ha catalizzato la curiosità di una nazione
Italia
15 ore
Le mafie stanno sfruttando l'emergenza Covid per arricchirsi
L'Antimafia lancia un appello ai governi: «Bisogna far fronte comune e trattare questa emergenza come quella sanitaria»
GERMANIA
18 ore
Se non sei vaccinato e finisci in quarantena, il datore non deve pagarti
In Germania sarà così dal 1 novembre, conferma il Governo. Il motivo è che «esiste un vaccino che funziona»
AFGHANISTAN
18 ore
I talebani: «Fateci parlare alle Nazioni Unite»
Suhail Shaheen avrà il ruolo di esporre il punto di vista talebano nello scenario internazionale
LE FOTO
AUSTRALIA
21 ore
A Melbourne trema la terra, e anche la società
Giornata calda a Melbourne: prima, una scossa di terremoto di magnitudo 5.8, poi, le proteste in piazza
STATI UNITI
1 gior
La triste conferma: il corpo ritrovato è quello di Gabby Petito
L'FBI ha confermato che si tratta della 22enne, e anche che si presume si tratti «di omicidio»
MONDO
1 gior
Vaccini, «pesano più i profitti o le vite umane?»
L'accusa ai leader della farmaceutica da parte di Amnesty International, che ha pubblicato un rapporto a riguardo
GERMANIA
1 gior
Presunta presa d'ostaggi su un autobus: un arresto
Durante l'operazione è stato chiuso un tratto dell'autostrada A9
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile