keystone-sda.ch / STF (Andrzej Grygiel)
Il Presidente della Polonia Andrzej Duda.
+3
POLONIA
14.06.20 - 15:430

A 80 anni dalle prime deportazioni, si commemorano le vittime di Auschwitz

Il Presidente Andrzej Duda ha partecipato alla cerimonia e omaggiato le vittime, per non dimenticare

OSWIECIM - Esattamente 80 anni fa avvenivano le prime deportazioni verso il campo di concentramento di Auschwitz.

Era infatti il 14 giugno 1940 quando il campo di lavoro di Auschwitz, fondato qualche settimana prima, ha iniziato la propria terribile attività con il primo trasporto di prigionieri polacchi.

Il Presidente polacco Andrzej Duda ha così partecipato oggi alla cerimonia di posa della corona di fiori davanti al Muro della Morte, durante le commemorazioni in onore delle vittime del campo di sterminio, a 80 anni dall'inizio delle attività della "macchina della morte".

In quel terribile giorno, anteprima dell'immane tragedia, 728 prigionieri polacchi furono trasportati ad Auschwitz da una prigione a Tarnow, nel sud della Polonia. Il gruppo comprendeva membri della resistenza, studenti, giovani allievi scolastici ed ebrei polacchi.

«Questa terra, intrisa di sangue e ricoperta di cenere, ci ricorda l'importanza di non dimenticare. Il ricordo ci serve purché una cosa del genere non accada mai più», ha detto il Presidente Duda, come riportato dal portale PolandIn. 

Il presidente Duda ha anche spiegato che la testimonianza più eloquente proviene dall'infrastruttura del campo, «che è sopravvissuta fisicamente, e ci ricorda l'incredibile cinismo umano, capace di tener prigioniero un altro essere umano in condizioni così degradanti e drammatiche».

Situato vicino alla cittadina di Oświęcim (Auschwitz in tedesco), il campo di Auschwitz fu il centro amministrativo dell'attività dei campi di concentramento tedeschi durante l'olocausto, e al suo interno vi furono imprigionate fino a un massimo di 20'000 persone. Si stima che il numero delle vittime del complesso di Auschwitz sia tra 1'100'000 e 1'500'000.

Le truppe sovietiche hanno infine liberato il campo il 27 gennaio 1945, data nel quale si celebra il Giorno della Memoria.

L'enorme complesso di Auschwitz è poi diventato il simbolo universale del lager e delle sofferenze perpetrate dalla Germania nazista.

keystone-sda.ch / STF (Andrzej Grygiel)
Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
BRASILE
4 ore
Bolsonaro accusato di crimini contro l'umanità
Sono pesanti le accuse rivolte dalla Commissione parlamentare d'inchiesta al presidente brasiliano.
AFGHANISTAN
6 ore
Giovane pallavolista decapitata dai Talebani
La giocatrice della nazionale giovanile afghana è stata assassinata a inizio ottobre. Si chiamava Mahjabin Hakimi.
STATI UNITI
8 ore
«Colpevole» della strage di Parkland: «Devo conviverci ogni giorno»
Il giovane, appena 23enne, rischia la pena di morte
RUSSIA
10 ore
Vacanze forzate e over 60 "reclusi" per abbattere il virus
La Russia vive in questi giorni la fase più complicata dell'emergenza dall'inizio della pandemia.
LE FOTO
STATI UNITI
15 ore
L'aereo si schianta, ma sopravvivono tutti: «È un giorno di festa»
«È il miglior esito in cui potessimo sperare» hanno commentato le autorità in seguito a quanto accaduto
MONDO
15 ore
Il clima va da una parte, i governi dall'altra
Petrolio, gas e carbone allargano il gap tra i piani produttivi degli Stati e gli obiettivi climatici per il 2030.
REGNO UNITO
18 ore
Quasi 50'000 casi al giorno, il disastro Covid del Regno Unito
Ancora una volta il Paese al di là della manica è messo alle strette dal coronavirus, ecco come (e perché) è successo
MONDO
22 ore
Quando il drone uccella il carcere
Sono sempre più frequenti i tentativi di bucare dall'alto la sorveglianza nei penitenziari
MONDO
22 ore
Cosa mancherà nei prossimi mesi e dove
Non tutti i problemi di approvvigionamento sono collegati alla pandemia. Ad incidere è anche il clima.
Cina
1 gior
Gli sconosciuti che danno le caramelle ai bimbi uiguri per spiarli
Un nuovo rapporto rivela le strategie di Pechino «per eliminare il dissenso»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile