Deposit
A sbloccare la situazione è stato un privato cittadino armato (immagine generica)
STATI UNITI
25.05.20 - 06:000
Aggiornamento : 11:24

I poliziotti sono disarmati, a salvarli è un privato cittadino col fucile

Gli agenti di una remota località dell'Alaska poco hanno potuto fare contro un assalitore armato.

Ora si chiedono se non debbano dotarsi di pistole e fucili.

KWETHLUK, AK - Tragedia sfiorata in un remoto villaggio dell'Alaska. Un comune cittadino ha fermato un assalto armato contro la locale stazione di polizia perché lui, a differenza degli agenti del posto, era dotato di un fucile.

Come riporta Alaska Public Media, sabato 16 maggio scorso il 19enne Brian Nicolai si è introdotto in tenuta da combattimento nell'edificio della pubblica sicurezza di Kwethluk e ha attivato l'allarme antincendio. Giunto per primo sul posto, l'agente Tiger Lee, disarmato, non ha potuto fare altro che scappare a rifugiarsi dietro a un container all'esterno della struttura quando il giovane ha preso a sparargli contro. Stessa cosa ha dovuto fare pure il secondo agente arrivato sul luogo dell'assalto, intervenuto anch'egli senza alcuna arma d'ordinanza. A sbloccare la situazione è stato solo l'intervento di un privato cittadino che, accorso con il proprio fucile, è riuscito a convincere Nicolai a consegnarsi.

Nessuno è rimasto ferito nell'affrontamento, ma l'accaduto ha spinto la polizia locale a chiedersi se non sia il caso di dotare i propri dieci agenti di armi d'ordinanza, delle quali finora avevano fatto a meno per ristrettezze dei fondi pubblici. La piccola comunità isolata, infatti, non può permettersi di pagare 2-3 mesi di addestramento alle armi per ciascun agente e non riuscirebbe a sopportare finanziariamente un'eventuale causa legale per uso sproporzionato della forza. 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
AFGHANISTAN
2 ore
A otto anni con l'ombra della fame: «A volte dormo senza aver mangiato»
La testimonianza di una famiglia di Kabul, sentita da Save The Children: «Tutto è diventato costoso».
ARABIA SAUDITA
5 ore
Mohammed bin Salman suggerì di uccidere re Abdullah?
Lo ha dichiarato un ex alto funzionario dell'intelligence saudita alla trasmissione 60 Minutes
REGNO UNITO
7 ore
La talpa ed i "Facebook Papers", il social vede sempre più buio
Dopo il suo esposto negli Stati Uniti, l'ex dipendente ha oggi raggiunto anche i legislatori britannici
GERMANIA
9 ore
Sposò la causa dell'ISIS, condannata a dieci anni di carcere
La donna, oltre a far parte del gruppo estremista, avrebbe assistito senza agire all'omicidio di una bambina
ISRAELE
11 ore
Eitan dovrà tornare in Italia
La decisione di oggi del tribunale di Tel Aviv ha dato ragione alla zia paterna, ma il ricorso è molto probabile
MONDO
11 ore
Plastica: Coca-Cola e Pepsi sono i più grandi inquinatori al mondo
Terzo posto per Unilever, sponsor principale del vertice sul clima COP26, quarto posto per la svizzera Nestlé
SUDAN
13 ore
Premier in manette, scontri, fiamme e feriti. Cosa sta succedendo in Sudan?
Il paese africano si stava dirigendo verso un'elezione democratica, che è messa ora in pericolo dall'esercito
STATI UNITI
16 ore
Cosa è successo quel giorno sul set di “Rust”
Tanta maretta nella troupe, un aiuto regista superficiale e molto stress dietro a quelle riprese finite in tragedia
STATI UNITI
20 ore
Ripulire le strade "razziste", il sogno americano di Alex
Si punta il dito perfino contro le vie dedicate a Cristoforo Colombo
ITALIA
1 gior
Dallo sballo allo stupro, Ghb la droga che dilaga
Disinibire ma anche sedare fino quasi al coma, perché questo stupefacente non è mai stato così popolare
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile