Immobili
Veicoli
Deposit
A sbloccare la situazione è stato un privato cittadino armato (immagine generica)
STATI UNITI
25.05.20 - 06:000
Aggiornamento : 11:24

I poliziotti sono disarmati, a salvarli è un privato cittadino col fucile

Gli agenti di una remota località dell'Alaska poco hanno potuto fare contro un assalitore armato.

Ora si chiedono se non debbano dotarsi di pistole e fucili.

KWETHLUK, AK - Tragedia sfiorata in un remoto villaggio dell'Alaska. Un comune cittadino ha fermato un assalto armato contro la locale stazione di polizia perché lui, a differenza degli agenti del posto, era dotato di un fucile.

Come riporta Alaska Public Media, sabato 16 maggio scorso il 19enne Brian Nicolai si è introdotto in tenuta da combattimento nell'edificio della pubblica sicurezza di Kwethluk e ha attivato l'allarme antincendio. Giunto per primo sul posto, l'agente Tiger Lee, disarmato, non ha potuto fare altro che scappare a rifugiarsi dietro a un container all'esterno della struttura quando il giovane ha preso a sparargli contro. Stessa cosa ha dovuto fare pure il secondo agente arrivato sul luogo dell'assalto, intervenuto anch'egli senza alcuna arma d'ordinanza. A sbloccare la situazione è stato solo l'intervento di un privato cittadino che, accorso con il proprio fucile, è riuscito a convincere Nicolai a consegnarsi.

Nessuno è rimasto ferito nell'affrontamento, ma l'accaduto ha spinto la polizia locale a chiedersi se non sia il caso di dotare i propri dieci agenti di armi d'ordinanza, delle quali finora avevano fatto a meno per ristrettezze dei fondi pubblici. La piccola comunità isolata, infatti, non può permettersi di pagare 2-3 mesi di addestramento alle armi per ciascun agente e non riuscirebbe a sopportare finanziariamente un'eventuale causa legale per uso sproporzionato della forza. 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
3 ore
Siamo «a un singolo incidente dalla apocalisse»
L'Ucraina è il terreno sul quale si sta consumando la «sfida finale» tra Mosca e Washington
ITALIA
3 ore
La strage di Capaci, trent'anni di buchi neri
Il 23 maggio 1992 moriva Giovanni Falcone, ucciso con la moglie e gli agenti della scorta in un attentato da Cosa nostra
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
LIVE
«Putin non ha ottenuto granché, finora»
Per l'alto generale britannico Richard Dannatt, la Russia non ha ancora raggiunto alcun obbiettivo
CINA
13 ore
Ripartono i trasporti pubblici a Shanghai
Molti viaggiatori si sono equipaggiati con mascherine, camici e guanti
MONDO
22 ore
Vaiolo delle scimmie: i casi sono una novantina in 14 nazioni
L'insolita diffusione del virus, noto da tempo, ha allertato le autorità e l'Oms che monitora la situazione
BELGIO / SPAGNA
1 gior
Il festival fetish, la sauna e il Pride: alla ricerca delle origini del vaiolo delle scimmie
Autorità sanitarie al lavoro per ricostruire la catena dei contagi
STATI UNITI
1 gior
Dopo Buffalo, c'è paura tra la popolazione afroamericana
Secondo un sondaggio, 3 persone su 4 temono di essere attaccati. O che possa esserlo qualcuno a loro vicino
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
1 gior
«La guerra finirà definitivamente solo attraverso la diplomazia»
Mosca valuta di scambiare i combattenti del battaglione Azov con l'oligarca filorusso Viktor Medvedchuk.
TURCHIA / FINLANDIA / SVEZIA
1 gior
Telefoni bollenti tra Ankara, Helsinki e Stoccolma
Erdogan chiede alla Svezia di non sostenere organizzazioni terroristiche, Niinisto ribadisce la sua condanna
FOTO
MONDO
1 gior
Facciamo il punto sul vaiolo delle scimmie
Il virus di cui si sta parlando tantissimo sotto la lente per capire che no, non è il nuovo Covid
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile