Keystone
Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS
MONDO
11.05.20 - 18:180

«La maggioranza della popolazione è ancora suscettibile al virus»

L'OMS sottolinea che, stando ai primi studi sierologici, ancora poche persone hanno sviluppato anticorpi.

Ma ci sono comunque buone notizie: la diffusione del virus è più lenta e sono state salvate parecchie vite.

GINEVRA - Secondo «i primi studi sierologici, una percentuale relativamente bassa della popolazione ha anticorpi» contro il coronavirus, «il che significa che la maggior parte della popolazione è ancora suscettibile al virus». Lo ha detto il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus.

«La buona notizia è che c'è stato un grande successo nel rallentare il virus e nel salvare vite umane», ha aggiunto Ghebreyesus, sottolineando tuttavia che le misure di lockdown «hanno avuto un costo e riconosciamo il grave impatto socioeconomico dei blocchi. Pertanto, per proteggere vite e mezzi di sussistenza, una lenta e costante revoca dei blocchi è la chiave per stimolare le economie e tenendo un occhio vigile sul virus».

«L'Oms - ha proseguito- sta lavorando a stretto contatto con i governi per garantire che le misure chiave di sanità pubblica rimangano in atto per affrontare la sfida della revoca dei blocchi. Fino a quando non vi sarà un vaccino, il pacchetto completo di misure è il nostro strumento più efficace per affrontare» il virus.

Molti Stati, ha detto ancora, «hanno sfruttato questo periodo per potenziare la propria capacità di testare, rintracciare, isolare e curare i pazienti, che è il modo migliore per tracciare il virus, rallentare la diffusione e ridurre la pressione sui sistemi sanitari».

«Nel weekend abbiamo visto i segni delle sfide che potrebbero presentarsi» con la fine delle misure di confinamento. «In Corea del Sud, bar e club sono stati chiusi, a Wuhan è stato identificato il primo gruppo di casi di coronavirus da quando è stato revocato il blocco e anche la Germania ha riportato un aumento dei casi dopo l'allentamento delle restrizioni. Fortunatamente tutti e tre i Paesi dispongono di sistemi per rilevare e rispondere a una recrudescenza dei casi».

TOP NEWS Dal Mondo
LE IMMAGINI
EUROPA
1 ora
Dove non piove, brucia: fiamme in Turchia, Grecia, Italia
L'Europa mediterranea nella stretta dei roghi: le alte temperature non danno tregua ai pompieri.
ITALIA
2 ore
Balzo dei contagi negli uomini under 40: «È l'effetto Europei»
È l'analisi contenuta nell'ultimo rapporto di aggiornamento Epidemia COVID-19 dell'Istituto superiore di sanità
ITALIA
5 ore
Botte a un passante perché pensavano fosse un ladro, denunciati tre svizzeri
Credevano avesse rubato loro uno zainetto, ma in realtà non c'entrava nulla
REGNO UNITO
5 ore
Rischio Delta, gli esperti consigliano il vaccino alle donne in gravidanza
Le future mamme ricoverate hanno maggiori probabilità di contrarre la polmonite
CINA
8 ore
Il virus torna a circolare in Cina
I contagi, dovuti alla variante Delta, si sono già diffusi in cinque province e almeno 13 città
TURCHIA
13 ore
Una famiglia sterminata dai vicini
Sette persone uccise in un attacco legato ai diritti di pascolo. Ma sullo sfondo tensioni razziali
SPAGNA
1 gior
Salva la bimba di 2 anni trovata vicino ai genitori morti
Sono stati gli abitanti della zona a chiamare la polizia, allertati dall'auto in fiamme.
ITALIA
1 gior
La Delta in Lombardia: «Zero decessi tra i vaccinati»
Il coordinatore della campagna vaccinale Bertolaso: «È il punto su cui bisogna insistere. Il vaccino è fondamentale»
GERMANIA
1 gior
Test negativo obbligatorio (da domenica) per entrare in Germania
L'entrata sarà consentita anche a chi può dimostrare di essere vaccinato completamente o di essere guarito dal Covid
MONDO
1 gior
Anche la migliore di sempre può crollare
Invincibile ma fragile. Il caso di Simone Biles ha riportato i riflettori sul problema della salute mentale nello sport
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile