Keystone
STATI UNITI
30.03.20 - 17:470
Aggiornamento : 18:23

Anche la mafia di New York è in crisi a causa del Covid-19

Le chiusure obbligate hanno ridotto drasticamente le entrate dei vari clan

NEW YORK - Anche il Padrino forse non avrebbe avuto scampo di fronte a un nemico così invisibile ma micidiale, il Covid-19. Fatto sta, raccontano al Dipartimento della polizia di New York, che la pandemia sta riuscendo a fare quello che in oltre cento anni non è riuscito a gente come Joseph Petrosino, Bob Kennedy o Rudy Giuliani: mettere in ginocchio le "famiglie" che da sempre dominano la scena dell'illegalità nella Grande Mela.

Il coronavirus si è abbattuto sulla mafia newyorchese come una mazzata, riducendo drasticamente le possibilità di fare attività criminale e, dunque, le entrate. A partire dal mondo delle scommesse clandestine: lo stop a tutti i livelli dello sport - dal basket al baseball, dal football americano al calcio ("soccer") - ha azzerato una delle fonti di maggior guadagno dei vari clan. Gambino, Lucchese, Genovese, Bonanno, Colombo, tutte le famiglie sulla stessa barca. Oramai restano le briciole, come scommettere sul cricket africano o sugli incontri del calcio australiano.

Il colpo di grazia, poi, è arrivato dalla chiusura dei cantieri in tutta New York decisa dal governatore Andrew Cuomo, che ha stroncato il racket delle costruzioni, per non parlare della serrata di tutte le attività non essenziali che ha praticamente annientato la vecchia ma sempre fruttuosa pratica del pizzo a bar e ristoranti.

Ai clan non rimane che gettarsi a capofitto sul fronte del traffico della droga - come emerge da molte intercettazioni - anche per quelle famiglie che tradizionalmente non gradiscono sporcarsi le mani nel business degli stupefacenti. Ma la chiusura dei luoghi principe dello spaccio, dai club ai locali notturni e anche le scuole, rendono tutto molto più difficile.

«Siamo di fronte a una situazione storica», confessa un investigatore, «mai vista fin dai tempi di Lucky Luciano, quando le cinque famiglie cominciarono e imperversare per la Grande Mela».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Clo 62 2 mesi fa su tio
Bella teoria, ne deduco che lei tifa democratico, quindi l’era Reagan deve ringraziare Carter !!! Sono 30 anni che lavoro con gli USA ma vivo un’altra realtà
SosPettOso 2 mesi fa su tio
@Clo 62: "...Dopo il disastro Obama l’economia americana va a gonfie vele..." Questo è un classicissimo della politica Americana! I presidenti non vengono giudicati sulla base di ciò che seminano ma di ciò che raccolgono. I disastri di Obama li ha seminati Bush, e le "gonfie vele" di Trump le ha alzate Obama...
Clo 62 2 mesi fa su tio
Miba, ha avuto modo di lavoro con gli USA? Dopo il disastro Obama l’economia americana va a gonfie vele, vedremo l’Europa se esisterà ancora quando finirà l’emergenza.
miba 2 mesi fa su tio
@Clo 62 Strano...un recentissimo reportage/analidi del Tages Anzeiger (che non è decisamente comunista...) non ti da ragione sugli USA. Per l'Europa è un bel punto di domanda...
seo56 2 mesi fa su tio
Non credo proprio. Anzi il prezzo della droga andrà alle stelle e rimpolperà le casse dei narcotrafficanti
Diego Pix Paini 2 mesi fa su fb
miba 2 mesi fa su tio
Non solo la mafia.... Il coronavirus metterà finalmente a nudo l'economia e la sanità (in parte già ora) degli USA. Poi i tweet e le fake news di Trump non serviranno più a molto....
Alessandro Ale Marra 2 mesi fa su fb
un boss sotto stress 😂😂😂
occhiaperti 2 mesi fa su tio
Anche loro sono solo i servante dell''ELITE! E, se pensano di poter mettere paura all'ELITE con le prove su JFK - e ciao tutti, risolta un'altro problema.
Eddie Mombelli 2 mesi fa su fb
Che chieda il lavoro ridotto....🤣🤣🤣🤣🤣🤣
Damiano Iannino Schipilliti 2 mesi fa su fb
Con i miliardi di utili che fanno possono star fermi per molti mesi
Francesco Bushidō 2 mesi fa su fb
Come mai cognomi italiani?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
30 min
George Floyd è morto per «asfissia»
La famiglia ha reso noto gli esiti della autopsia sul corpo del 46enne afroamericano.
ITALIA
1 ora
Riapertura della Lombardia: la parola chiave è «cautela»
I dati riguardanti il contagio fanno ben sperare in prospettiva degli allentamenti del prossimo 3 giugno.
STATI UNITI
2 ore
Ecco com'è volare sulla Crew Dragon, parola degli... astronauti!
La navetta di Space X “recensita” dall'equipaggio d'esperienza, una cosa che è piaciuta un sacco? Le tute
STATI UNITI
3 ore
Trump ai governatori: «Dovete dominare i manifestanti»
Lo avrebbe detto durante una videoconferenza con anche i capi delle polizie: «Sbatteteli tutti in galera per 10 anni»
MONDO
3 ore
L'OMS: «Per il coronavirus abbiamo perso più di 370mila persone»
Parola del direttore generale Ghebreyesus, e intanto in Congo si riaffaccia l'ombra dell'ebola
STATI UNITI
5 ore
Non ha agito contro Trump: Facebook in rivolta contro Zuckerberg
Cresce il malumore in azienda per la scelta del ceo di non censurare post del presidente che inciterebbero alla violenza
CINA / STATI UNITI
6 ore
Pechino ferma l'importazione di prodotti agricoli americani
Sullo sfondo ci sono le tensioni per le «ingerenze» degli Stati Uniti su Hong Kong.
STATI UNITI
7 ore
Facebook, 10 milioni per la giustizia razziale
La compagnia si unisce alle altre del settore hi-tech schierate a sostegno della comunità afroamericana
STATI UNITI
7 ore
George Floyd, almeno tre morti durante le proteste
Sono 110 gli agenti del Secret Service rimasti feriti nel corso del fine settimana
STATI UNITI
9 ore
Il figlio di George Floyd chiede che le proteste siano pacifiche
Quincy Mason Floyd dice di essere «toccato dall'affetto» ma invoca lo stop immediato delle violenze
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile