Keystone
Giuseppe Conte
ITALIA / SPAGNA
30.03.20 - 10:580

Coronavirus: «Se l'Unione Europea non sarà all'altezza, i nazionalismi cresceranno»

Il premier italiano Conte mette in guardia Bruxelles. Italia «vicina al picco».

ROMA / MADRID - Alle prese con una situazione sanitaria particolarmente critica, la Spagna si rivolge all’esperienza dell’Italia - Paese finora più colpito in Europa - per ricevere spunti e osservazioni su come affrontare l’epidemia di coronavirus. E quello che esce da un’intervista concessa oggi al quotidiano iberico El País da Giuseppe Conte è un primo ministro italiano che, da un lato, lascia intravedere una prossima, molto graduale uscita dall’emergenza sanitaria per la vicina penisola e, dall’altro, mette in guardia sull’«evidente» rischio quasi esistenziale che corre l’Unione Europea se non sarà capace di affrontare in maniera comune l’emergenza economica e sociale che seguirà.

«È ragionevole pensare che siamo vicini al picco», azzarda il premier italiano pur restando piuttosto prudente. «Sabato abbiamo superato le 10mila vittime e ciò ci ferisce profondamente e deve allertare la comunità internazionale, ma, al contempo, abbiamo anche registrato il record di guariti: 1’434», aggiunge. 

Secondo Conte, che rivendica l’introduzione graduale delle misure decisa dal suo governo, anche lo smantellamento di tali provvedimenti dovrà per forza di cose essere «graduale»: «Quando il comitato scientifico dirà che la curva inizia a scendere potremo studiare misure di rallentamento, ma dovranno essere molto graduali», afferma. Il primo pensiero va all’economia e alla chiusura di tutte le attività non essenziali introdotta quasi un mese dopo il primo caso accertato: «È una misura molto dura economicamente. È l'ultima che abbiamo preso e non potrà protrarsi troppo», sottolinea. Per le scuole e le università pensa invece a degli «adattamenti» delle disposizioni, soprattutto per non fare saltare gli esami agli allievi.

Alle prese con un braccio di ferro con i partner europei per ottenere in particolare una messa in comune del debito generato dalla crisi e misure di rilancio condivise, il premier italiano rimarca poi: «In questo momento l’Europa si sta giocando una partita storica». Questa emergenza, infatti, non è «una crisi economica che abbia toccato alcuni Paesi meno virtuosi di altri»: «È una crisi sanitaria che ha finito per sconfinare in ambito economico e sociale», afferma il premier italiano.

«Il rischio è evidente», continua. Nel caso in cui Bruxelles non fosse «all’altezza» di dare una risposta unitaria e solidale ai Paesi che, inevitabilmente, uno dopo l’altro, saranno colpiti dall’inasprirsi questa emergenza, «gli istinti nazionalisti in Italia, ma anche in Spagna e altrove, diventeranno molto più forti».

Per il premier italiano, «il problema non è quando si uscirà da questo periodo di recessione, ma di uscirne al più presto»: «Il tempo è un fattore chiave, sussiste la massima urgenza», sostiene. Conte si dice del resto aperto sulle misure da adottare oltre agli "Eurobond" tanto indigesti a Germania e Paesi Bassi: «Non penso a uno strumento particolare, possiamo ricorrere a una grande varietà», concede. L'importante è farlo in fretta: «Nessun Paese, nemmeno quelli che ora credono di subire un impatto minore, può chiamarsi fuori da questa grave crisi - rimarca il premier italiano -. L'Europa deve rispondere alle sfide globali del mercato e reagire in maniera unitaria le permetterà di essere più competitiva».    

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas 2 mesi fa su tio
E ci voleva una pandemia per capire che l'UE è un fallimento totale? Bravi
Canis Majoris 2 mesi fa su tio
Alla Germania, che é colpevole di 2 guerre mondiali, hanno cancellato il debito pubblico e non gli hanno fatto pagare dei danno subiti! Ora questi krukki non vogliono aiutare le nazioni in difficoltà a causa del Covid? Che cavolo di Europa é questa? Meglio tornare indietro va...
seo56 2 mesi fa su tio
E speriamo succeda! Basta Europa.
Mag 2 mesi fa su tio
Tutto innescato per cambiare paradigma: forse che la Germania voglia tornare sovrana (in tutti i sensi)?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
29 min
George Floyd è morto per «asfissia»
La famiglia ha reso noto gli esiti della autopsia sul corpo del 46enne afroamericano.
ITALIA
1 ora
Riapertura della Lombardia: la parola chiave è «cautela»
I dati riguardanti il contagio fanno ben sperare in prospettiva degli allentamenti del prossimo 3 giugno.
STATI UNITI
2 ore
Ecco com'è volare sulla Crew Dragon, parola degli... astronauti!
La navetta di Space X “recensita” dall'equipaggio d'esperienza, una cosa che è piaciuta un sacco? Le tute
STATI UNITI
3 ore
Trump ai governatori: «Dovete dominare i manifestanti»
Lo avrebbe detto durante una videoconferenza con anche i capi delle polizie: «Sbatteteli tutti in galera per 10 anni»
MONDO
3 ore
L'OMS: «Per il coronavirus abbiamo perso più di 370mila persone»
Parola del direttore generale Ghebreyesus, e intanto in Congo si riaffaccia l'ombra dell'ebola
STATI UNITI
5 ore
Non ha agito contro Trump: Facebook in rivolta contro Zuckerberg
Cresce il malumore in azienda per la scelta del ceo di non censurare post del presidente che inciterebbero alla violenza
CINA / STATI UNITI
6 ore
Pechino ferma l'importazione di prodotti agricoli americani
Sullo sfondo ci sono le tensioni per le «ingerenze» degli Stati Uniti su Hong Kong.
STATI UNITI
7 ore
Facebook, 10 milioni per la giustizia razziale
La compagnia si unisce alle altre del settore hi-tech schierate a sostegno della comunità afroamericana
STATI UNITI
7 ore
George Floyd, almeno tre morti durante le proteste
Sono 110 gli agenti del Secret Service rimasti feriti nel corso del fine settimana
STATI UNITI
9 ore
Il figlio di George Floyd chiede che le proteste siano pacifiche
Quincy Mason Floyd dice di essere «toccato dall'affetto» ma invoca lo stop immediato delle violenze
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile