keystone-sda.ch (Filippo Venezia)
243 sindaci bergamaschi scrivono a Conte e Fontana: «Fermiamoci, ma per davvero».
ITALIA
21.03.20 - 15:480

243 sindaci bergamaschi scrivono a Conte e Fontana: «Fermiamoci per davvero»

Per fermare questa «tragedia che sembra non avere fine» servono «coraggiosi provvedimenti restrittivi»

BERGAMO - «È arrivato il momento di fermarci, ma per davvero. Confidiamo in voi». È l'appello firmato dai 243 sindaci dei Comuni Bergamaschi inviato al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al governatore lombardo Attilio Fontana.

«Al momento - spiegano - riteniamo che l'adozione di coraggiosi nuovi provvedimenti restrittivi possa rappresentare l'unica e auspicabile soluzione per una tragedia che sembra oggi, che i contagi aumentano inesorabili, non avere fine».

La lettera è firmata anche dal Presidente della Provincia di Bergamo Gianfranco Gafforelli e dai primi cittadini di tutti i partiti politici. «La situazione che si vive nell'intera Regione Lombardia - scrivono - assume ormai i connotati dalla tragedia e questo è ancor più evidente purtroppo nella nostra provincia di Bergamo che in questi giorni sta vedendo morire tanti uomini e donne e cancellare intere generazioni, senza nemmeno poter dare un degno saluto».

«Con questa nota - si legge nella lettera - si vuole rimarcare la necessità condivisa e trasversale di una effettiva presa di coscienza della drammaticità del momento anche per chi non vive questa Provincia. Chiediamo, auspichiamo e sollecitiamo quindi un intervento maggiormente coercitivo che imponga nuove restrizioni: con i dati che tutti conosciamo non è pensabile che ancora oggi ci si debba basare sul buon senso dei cittadini chiamati a rispettare regole soggette alle più varie interpretazioni».

I sindaci si dicono «consapevoli dell'importante presenza di attività produttive in Regione Lombardia che grande e operosa hanno fatto la nostra terra, e siamo consapevoli che maggiori restrizioni potrebbero comportare gravi conseguenze economiche, ma al momento tutto questo appare necessario per salvare delle vite e per tutelare il valore primario della salute che non può che precedere quello pur sacrosanto del mercato economico».

«Al momento riteniamo che l'adozione di coraggiosi nuovi provvedimenti restrittivi possa rappresentare l'unica e auspicabile soluzione per una tragedia che sembra oggi, che i contagi aumentano inesorabili, non avere fine. I movimenti sul territorio sono ancora troppi, e molti inesorabilmente costituiscono un vettore per questo virus».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 1 anno fa su tio
Conte chiudi ste maledette frontiere visto che la Svizzera non ha le palle per farlo. Inutile negare l’entrata agli svizzere se poi i tuoi cittadini, giornalmente, varcano tranquillamente il confine non escludendo un contagio di ritorno!!
dan007 1 anno fa su tio
Prendere come esempio la Corea depistaggio massivo e isolamento obbligatorio loro c’è l’hanno fatta ma bisogna accettare di essere pedinati sul telefono e con telecamere per individuare gli spostamenti dei portatori positivi che non hanno sintomi apparenti e che vanno dappertutto io ho il corona virus trasmesso da un tipo che diceva di avere una semplice influenza e in più aveva organizzato cene con amici e parenti un carnaio
Hy_Dana 1 anno fa su tio
Io lavoro in banca e noi lavoriamo continuamente (perché non siamo a contatto con clienti) senza fermarci in Ticino, ci sono ancora tante aziende che lavorano,dobbiamo fermare tutto!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
EUROPA
25 min
Voglia di viaggiare? Occhio alle regole per entrare nei paesi europei
Le regole per entrare in Italia, Spagna, Grecia o Francia sono diverse: un colpo d'occhio
INDONESIA
59 min
La barca si ribalta causa selfie: almeno sette morti
Altre due persone risultano disperse, la polizia ha dato la colpa dell'incidente al sovraffollamento del natante
STATI UNITI
4 ore
Innocenti in prigione per 31 anni: 75 milioni di dollari di risarcimento
È quanto ha deciso la giuria nel processo di Henry McCoullm e Leon Brown
REGNO UNITO
7 ore
Un'esplosione squarcia due case, muore un bambino
Almeno altre quattro persone sono rimaste gravemente ferite
TERRITORI PALESTINESI
9 ore
«I raid aerei più intensi degli ultimi sette giorni»
Altra notte di sangue nella Striscia di Gaza e nelle località di frontiera israeliane.
MALDIVE
23 ore
Boom di casi alle Maldive, colpa del turismo "ricco" indiano
Le isole hanno deciso di bloccare gli arrivi: mai così tanti positivi nell'arcipelago
SEYCHELLES
1 gior
Popolazione vaccinata al 61%, ma i casi raddoppiano
Un terzo dei casi rilevati come positivi al virus ha già ricevuto entrambe le dosi del preparato immunizzante.
ISRAELE
1 gior
139 morti a Gaza, colpita la sede dell'Associated Press
In precedenza decine di razzi su Tel Aviv. Sono 2'300 quelli finora lanciati dall'enclave palestinese verso Israele.
SPAGNA
1 gior
22 giorni alla deriva, senza acqua e cibo: 17enne salva per miracolo
Lei e due compagni di viaggio sono gli unici superstiti tra quasi 60 persone, alla deriva nell'Atlantico
FOTO
CINA
1 gior
Tornado su Wuhan e Suzhou: 12 morti e 250 feriti
I venti hanno superato i 200 chilometri orari
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile