keystone-sda.ch/ (ABIR SULTAN)
ISRAELE
10.09.19 - 17:490
Aggiornamento : 19:11

Netanyahu: «Se vinco le elezioni annetterò la Valle del Giordano»

Il premier israeliano uscente chiede per questo «un mandato» agli elettori ad una settimana dal voto

TEL AVIV - «Se sarò eletto nuovo premier di Israele la mia intenzione e quella del nuovo governo è quella di estendere la sovranità israeliana alla Valle del Giordano e alla sponda nord del Mar Morto». Lo ha detto oggi il premier Benyamin Netanyahu chiedendo su questo «un mandato» agli elettori ad una settimana dal voto. «Quello diventerà il confine orientale di Israele», ha aggiunto.

«Chiedo il mandato ad estendere la sovranità israeliana a tutti gli insediamenti ebraici in Cisgiordania», ha precisato Netanyahu spiegando che se sarà eletto di nuovo primo ministro l'estensione avverrà «in coordinamento con gli Stati Uniti» e dopo che il presidente Donald Trump «avrà presentato il suo piano di pace».

Il primo passo del suo nuovo governo sarà tuttavia l'estensione della sovranità alla Valle del Giordano e al nord del Mar Morto. «Per questo passo - ha detto - le condizioni sono già mature».

Il piano dell'amministrazione Trump noto come l'"Accordo del secolo" - ha anticipato Netanyahu - «sarà presentato alcuni giorni dopo le elezioni israeliane» del 17 settembre. «È dietro l'angolo. Si tratta di una grande sfida, ma anche di una grande opportunità, di una occasione storica e unica per estendere la sovranità israeliana agli insediamenti ebraici in Giudea-Samaria», ossia in Cisgiordania.

«La questione - ha proseguito - è chi debba condurre le trattative con Trump. Starà agli elettori stabilire se vogliano me, oppure la coppia (Binyamin) Gantz-(Yair) Lapid'», che guida il partito centrista Blu-Bianco.

L'Olp: «Seppellita ogni speranza di pace» - «Se al premier (israeliano) Benyamin Netanyahu sarà consentito di attuare i suoi piani di annessione, seppellirà ogni speranza di pace tra israeliani e palestinesi». Lo ha detto su Twitter il segretario dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina (Olp), Saeb Erekat, secondo cui gli israeliani e la comunità internazionale «devono fermare questa follia».

Partiti israeliani scettici - Sono state accolte con un misto di scetticismo e di preoccupazione nel mondo politico israeliano le dichiarazioni del premier Benyamin Netanyahu di voler estendere alla valle del Giordano la sovranità israeliana. «Gli abitanti di quella zona - ha affermato il partito centrista Blu-Bianco di Benny Gantz e Yair Lapid - non sono comparse in uno dei suoi film di propaganda».

«Netanyahu - ha rilevato Lapid - ha avuto tredici anni per estendere la sovranità alla valle del Giordano. Si tratta di un chiaro espediente elettorale. Più che territori, Netanyahu vuole annettersi voti dell'estrema destra».

A destra anche il partito Yemina ha accusato Netanyahu di aver fatto ricorso ad un «espediente elettorale». A sinistra il Campo democratico (Meretz, con l'ex ministro della difesa Ehud Barak) ha avvertito che «ogni provvedimento unilaterale di annessione arreca danno alla sicurezza di Israele ed impedisce la ripresa di negoziati». Secondo il deputato arabo Ahmed Tibi, «Netanyahu appicca il fuoco alla Regione nel tentativo disperato di sottrarsi alla giustizia».

keystone-sda.ch/ (ABIR SULTAN)
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
marco17 1 anno fa su tio
Un pericoloso criminale, i cui propositi ricordano quelli del cancelliere del Terzo Reich di 80 anni fa.
miba 1 anno fa su tio
Uno dei tanti criminali....
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
6 ore
Perché è importante che Robinhood stia pensando alla quotazione in borsa
L'app che nel 2020 ha sconvolto Wall Street potrebbe valere più di 30 miliardi, ma non è finita lì
FOTO
ITALIA
7 ore
Un nuovo tesoro a Pompei, e dalla terra sbuca un carro splendido
Si tratta di un cocchio da parata con decorazioni incredibili e che è salvo per un soffio
FOTO
ITALIA
8 ore
Nell'ultimo sabato in giallo, sui Navigli di Milano scatta il rave
Grande movimento, ma anche tanti controlli, nell'ultimo fine settimana prima che la Lombardia torni arancione
FOTO
BIRMANIA
9 ore
Manifestante uccisa da un colpo esploso dalla polizia birmana
Continua l'uso indiscriminato della forza da parte degli agenti per sedare i cortei di protesta in diverse città
ITALIA
12 ore
Sardegna prima in zona bianca: «Ma non è un "liberi tutti"»
Palestre e cinema aperti. L'assessore regionale alla Sanità, però, mette in guardia da un'eccessiva rilassatezza.
FOTO
FRANCIA
12 ore
All'asta un Van Gogh che non avete mai visto
“Scène de rue à Montmartre” era rimasto nascosto in una collezione privata e ci si aspetta sia venduto per milioni
STATI UNITI
14 ore
Vaccini anti Covid: picchi da record per le azioni dei produttori
Moderna e AstraZeneca hanno conosciuto i valori più alti degli ultimi cinque anni. Pfizer ci è andata vicina.
ITALIA
16 ore
«Truffa» milionaria ai danni di un imprenditore arabo: 42enne svizzero arrestato a Venezia
L'operatore finanziario avrebbe sottratto 126 milioni di euro. Era latitante.
BRASILE
19 ore
Il Brasile di fronte alla quarta ondata
L'OMS: «Che sia un monito per tutto il mondo, la pandemia non è finita e ogni rilassamento è pericoloso»
RUSSIA
19 ore
Dzerzhinsky non tornerà davanti al quartier generale dell'intelligence russa
È stato cancellato il referendum sul ripristino del monumento dedicato al fondatore del KGB
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile