Keystone
Potrebbe essere richiesta l'astensione del perito svizzero.
ITALIA
02.04.19 - 18:510
Aggiornamento : 19:27

Ponte Morandi: il perito svizzero rischia l'estromissione

Il professore del Politecnico di Zurigo aveva rilasciato un'intervista alla trasmissione Rsi Falò

GENOVA - La procura di Genova potrebbe chiedere l'astensione di Bernhard Elsener, il perito svizzero nominato dalla giudice Angela Maria Nutini per l'incidente probatorio nell'inchiesta sul crollo del ponte Morandi, dopo l'intervista rilasciata dal professore del Politecnico di Zurigo alla trasmissione della RSI Falò, andata in onda giovedì 28 marzo.

I magistrati starebbero preparando una memoria da depositare all'udienza dell'8 aprile, nel caso in cui l'esperto, che insegna anche all'Università di Cagliari, non dovesse astenersi di sua iniziativa.

Oggi Elsener era presente alla consueta riunione tra periti e consulenti e non ha fatto cenno alla questione. Anche gli avvocati degli indagati stanno valutando di chiedere la ricusazione del tecnico.

In ballo c'è anche la fissazione del secondo incidente probatorio, quello sulle cause vere e proprie del crollo, chiesto dalla procura venerdì. Il giudice non ha ancora fissato la data ma, soprattutto, dovrà decidere se riconfermare il suo collegio peritale o sostituirlo con altri esperti in tutto o in parte.

Elsener aveva spiegato che se Autostrade - la società che ha in gestione la via di comunicazione - avesse compiuto su tutti i sostegni l'intervento di rinforzo eseguito su uno soltanto «il ponte sarebbe ancora in piedi». Una frase che aveva scatenato le reazioni dei legali degli indagati.

Il perito aveva anche sottolineato che «il difetto del Morandi, visto con gli occhi di oggi, è che non ha ridondanza: quando uno degli stralli (i tiranti con anima in acciaio e guaina in calcestruzzo che scendono da ciascuno dei tre piloni principali, ndr) si rompe, cade il ponte. A causa dei problemi di umidità i cavi si sono assottigliati e si spezzano facilmente. E abbiamo trovato meno cavi integri di quelli che avremmo dovuto trovare».

Importanti reperti del ponte Morandi di Genova, crollato lo scorso 14 agosto provocando la morte di 43 persone, sono stati trasferiti il 5 novembre al Laboratorio federale di prova dei materiali e di ricerca (Empa) di Dübendorf, vicino a Zurigo, per essere esaminati.

Bernhard Elsener, professore al Politecnico federale (ETH) di Zurigo dal 2007, è stato nominato il 13 settembre dalla giudice per le indagini preliminari (gip) Angela Maria Nutini quale perito per le operazioni di sopralluogo, repertazione e catalogazione dei resti dei monconi del ponte Morandi, insieme a due colleghi italiani, Giampaolo Rosati dell'Università di Milano e Massimo Losa dell'ateneo di Pisa. Tutti e tre sono esperti di ingegneria delle costruzioni e della conservazione dei materiali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
15 min

Walmart ferma la vendita di sigarette elettroniche

La decisione arriva nel mezzo di quella che viene considerata una vera e propria emergenza negli Stati Uniti, dopo otto decessi per complicazioni polmonari legati all'uso della e-cig

FOTO
STATI UNITI
29 min

Almeno 4 morti nell'incidente di un bus turistico

Molti sarebbero i feriti in gravi condizioni

FRANCIA
4 ore

Shock in Francia, malati di Alzheimer usati come cavie

Sconcerto Oltralpe per la scoperta di sperimentazioni cliniche "selvagge" realizzate da medici privi di scrupoli in un'abbazia nei pressi di Poitiers

STATI UNITI
5 ore

Colt sospende la produzione di fucili AR-15 per i civili

Si concentrerà sull'adempimento solo dei contratti con l'esercito e le forze dell'ordine

STATI UNITI
8 ore

Area 51, è il giorno dell'invasione

L'evento-scherzo è stato annullato, ma qualcuno ci andrà. Su Facebook Matty Roberts aveva scritto: «Se corriamo come Naruto possiamo muoverci più velocemente delle loro pallottole»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile