Keystone
In Italia il capo d'accusa era devastazione, con pene fino a 15 anni. Un reato che, in Grecia, non esiste.
+ 7
ITALIA
28.03.19 - 11:340
Aggiornamento : 12:48

Prosciolti gli anarchici devastatori di Expo 2015

Per i cinque greci era stata chiesta l'estradazione ma Atene si era opposta e li aveva processati, da qui l'impossibilità di un nuovo giudicato

MILANO - Sono stati prosciolti 5 anarchici greci accusati di devastazione per gli scontri "no Expo" del primo maggio 2015, giorno dell'inaugurazione dell'Esposizione universale di Milano, con le immagini che fecero il giro del mondo.

Lo ha deciso il Tribunale milanese che ha accolto la richiesta degli avvocati Eugenio Losco e Mauro Straini, a cui si è associato il pubblico ministero Piero Basilone. I 5, infatti, mai estradati, sono stati già condannati nel loro Paese per gli stessi fatti per reati "minori".

Per i cinque anarchici greci nell'autunno 2015 era stata emessa un'ordinanza di custodia in carcere con l'accusa principale di devastazione (punita con pene fino a 15 anni), ma la Grecia aveva detto "no" all'estradizione in Italia sostenendo che la "responsabilità collettiva non è riconosciuta nel diritto penale greco che contempla solo la responsabilità individuale" e che nel codice penale greco non esiste il reato di «devastazione e saccheggio».

Nel marzo 2018 i cinque greci sono stati condannati in patria per i fatti del primo maggio a Milano a pene fino a 2 anni e 5 mesi ma per reati "minori", simili alla resistenza a pubblico ufficiale, e sono rimasti liberi (la sentenza è diventata definitiva nel novembre scorso).

Da qui la richiesta dei difensori di applicare il principio del "ne bis in idem", ossia l'impossibilità di giudicare due volte un imputato per gli stessi fatti, e la sentenza di stamani per "non doversi procedere" della decima sezione penale (presidente del collegio Antonella Bertoja) nel processo in cui erano parti civili, per chiedere i danni, il Comune di Milano e il Ministero dell'Interno.

Per un sesto imputato italiano, i giudici hanno anche accolto la richiesta degli avvocati di nullità dell'avviso di chiusura indagini con gli atti che tornano alla Procura e a quella fase, perché venne dichiarato "irreperibile" anche se i suoi genitori avevano comunicato nell'autunno 2015 che era in Francia, a Tolosa, a studiare musica.

Lo scorso anno era già stata stata archiviata l'inchiesta che vedeva indagati 45 giovani antagonisti e anarchici perché gli inquirenti erano giunti alla conclusione che quei giovani non avrebbero fatto parte di quel "blocco nero" che mise a ferro e fuoco il centro di Milano.

I quattro giovani che erano finiti in carcere nell'autunno 2015 sono stati condannati in passato a pene comprese tra gli 8 mesi e i 2 anni e 4 mesi. E' caduta l'accusa principale di devastazione e incendio.

Keystone
Guarda tutte le 11 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
5 ore
Il Regno Unito decide, Johnson a un passo dal trionfo
La campagna elettorale per il voto si è chiusa, scatta il conto alla rovescia. La promessa del consevatore: portare a termine la Brexit
FRANCIA
7 ore
Renault: il Cda sceglie Luca De Meo per la direzione generale
Per un effettivo trasferimento del cinquantaduenne milanese a Parigi restano ancora alcuni ostacoli
VIDEO
STATI UNITI
9 ore
Piccioni con il cappellino da cowboy
Sono stati avvistati a Las Vegas. Un'organizzazione sta cercando informazioni per aiutarli
STATI UNITI
9 ore
Ceo: 2019 verso il record di addii
Dall'inizio dell'anno hanno salutato le loro società 1480 amministratori delegati
MONDO
11 ore
Greta Thunberg è la "Persona dell'anno" di Time
È la più giovane ad aver ottenuto il riconoscimento
VIDEO
ITALIA
12 ore
Quadro di Klimt ritrovato, s'indaga per ricettazione
La tela è sotto sequestro in attesa di analisi tecniche e perizie
GERMANIA
13 ore
Porsche ha assunto 2000 persone per la Taycan
Il nuovo modello, sviluppato dal 2015, ha venduto oltre 10mila esemplari. E l'anno prossimo il gruppo punta a raddoppiare il risultato
NUOVA ZELANDA
13 ore
White Island, recuperare i corpi ora sarebbe troppo pericoloso
Ci sono alte possibilità di una nuova esplosione nelle prossime 24 ore
ARABIA SAUDITA
16 ore
Esordio con il botto per Saudi Aramco
Titolo in rialzo del 10% per il colosso saudita del petrolio
ITALIA
16 ore
Bimbo di due anni investito, fermata la pirata della strada
Le condizioni del piccolo restano gravissime
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile