Keystone
STATI UNITI
17.10.18 - 07:200
Aggiornamento : 20:18

Guantanamo rimarrà aperta per altri 25 anni

Lo ha dichiarato l'Ammiraglio John Ring, responsabile del centro di detenzione dove si trovano i prigionieri accusati di essere coinvolti negli attentati dell'11 settembre 2001

WASHINGTON - Altro che chiudere Guantanamo. Il supercarcere realizzato nell'omonima baia di Cuba da George W.Bush dopo gli attentati dell'11 settembre 2001, per imprigionare sospetti di al Qaida e talebani, resterà aperto "per almeno altri 25 anni". Parola del massimo responsabile del centro di detenzione più controverso al mondo, l'ammiraglio John Ring, che ha detto di aver ricevuto istruzioni in questo senso da parte del Pentagono.

E pazienza se proprio Guantanamo viene considerata una delle realtà che più alimentano la propaganda jihadista. E se in gran parte del mondo, Europa compresa, il campo viene considerato "immorale": per le condizioni estremamente dure di detenzione, per le tecniche di interrogatorio che molti hanno associato a vere e proprie pratiche di tortura, per i cosiddetti 'prigionieri per sempre', quelli condannati ad essere reclusi anche se nel corso degli anni non è stato trovato nulla a loro carico.

Del resto nel gennaio scorso era stato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ad annunciare che avrebbe fatto carta straccia delle direttive di Barack Obama, quelle con cui nel 2009 l'ex presidente americano ordinò di avviare tutte le procedure per chiudere al più presto la struttura. Il tycoon disse che Guantanamo serviva, e che ci sono molti "brutti ceffi" che andrebbero rinchiusi lì dentro, dai trafficanti di droga ai militanti dell'Isis.

In realtà è dal 2008 che non arrivano più prigionieri. Ne sono rimasti 40, di cui solo 13 accusati di qualcosa. Gli altri da anni detenuti di fatto senza giustificazione.

Nonostante i periodici sopralluoghi con i giornalisti per dimostrare come i diritti umani dei detenuti vengano ora rispettati, lo scorso dicembre il più alto responsabile delle Nazioni Unite per il contrasto a ogni forma di abuso sui prigionieri raccontò come almeno un detenuto a Guantanamo sia ancora oggetto di torture.

L'esperto spiegò come in base alle informazioni raccolte Ammar al-Baluchi, uno dei sospettati dell'11 settembre, subisca ancora tecniche di interrogatorio "avanzate" attraverso suoni e vibrazioni destabilizzanti. Ma a preoccupare è anche lo stato di completo isolamento in cui vivono molti dei 40 detenuti rimasti. E dove, tramontata l'ipotesi di una chiusura, potrebbero rimanere ancora per moltissimi anni.

TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
55 min
Diabete autoimmune come conseguenza del coronavirus?
Secondo un recente studio, il virus potrebbe essere un fattore scatenante di questa malattia
STATI UNITI
3 ore
TikTok vuole spostare il suo centro di potere negli Stati Uniti
La nomina a Ceo dell'ex manager di Disney, Kevin Mayer, sarebbe solo la parte più visibile di una strategia precisa
REGNO UNITO / CINA
3 ore
Agevolazioni per il passaporto britannico se la Cina imporrà la nuova legge a Hong Kong
È quanto ha annunciato il governo britannico. Pechino minaccia «necessarie contromisure»
REGNO UNITO
3 ore
È morto Bob Weighton, l'uomo più vecchio del mondo
Aveva 112 anni, e da poco aveva ereditato il titolo dal giapponese Chitetsu Watanabe
COREA DEL SUD
6 ore
Aumento dei contagi, richiudono le scuole
Gli studenti erano tornati nelle classi solamente una settimana fa
CINA
7 ore
Volkswagen investe nell'elettrico
Per il momento, il colosso automobilistico punta sul mercato cinese
STATI UNITI
8 ore
Terza notte di scontri a Minneapolis, colpito anche il commissariato
Un corteo ha marciato per le vie della città, urlando slogan contro la polizia e il presidente americano
VIDEO
AUSTRALIA
10 ore
Ash, il primo koala nato nel parco dopo gli incendi
I guardiani hanno deciso di dargli un nome simbolico, che richiama la tragedia che ha colpito per mesi il Paese
UNIVERSO
16 ore
Un pianeta abitabile a soli quattro anni luce di distanza?
Un team internazionale di ricercatori indaga sull'abitabilità di Proxima b
HONG KONG
18 ore
Si alza l'ombra della Cina: l'inferno torna a Hong Kong
Le leggi al vaglio minano i diritti civili e le libertà del popolo di Hong Kong, l'allarme di Amnesty International
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile