Krankenanstaltenverbund
AUSTRIA
03.01.18 - 11:170
Aggiornamento : 12:17

Il primo neonato dell'anno di Vienna fa scatenare i blogger

Odio e insulti online per la piccola Asel e la madre. I portali d'informazione costretti a bannare utenti: «Contenetevi!»

VIENNA - Ha dato un bel grattacapo a diversi portali online austriaci la notizia del primo neonato venuto al mondo nella città di Vienna nel 2018. Il fatto che la piccola Asel sia figlia di musulmani e la madre, Naime, porti un velo nella foto di rito pubblicata dall’ospedale ha infatti suscitato una valanga di commenti razzisti e intrisi d’odio sulle pagine social delle suddette testate, costrette a ristabilire un po’ d’ordine.

«Contenetevi, per favore! Stiamo parlando di un bebè che non ha nemmeno un giorno di vita!», chiede ai suoi follower su Facebook uno dei portali più colpiti, Heute.at, il cui post con la notizia ha ormai 500 commenti. «Sulla nostra pagina Facebook non tolleriamo esternazioni razziste, facinorose, offensive o di disprezzo per gli altri. Chi contravviene a queste regole sarà bannato», aggiunge.

A raccogliere e denunciare alcuni dei commenti incriminati è la ONG Netpeace, che si definisce un “Movimento per la pace su internet”. Fra i messaggi alla piccola Asel si legge “È nato il prossimo terrorista”, “Mehmet e Fatma non sono graditi nemmeno nel 2018” e un emoji che vomita verde. Rivolti alla madre ci sono invece “Con lo straccio in testa dopo il parto la vecchia deve puzzare come un tasso bagnato”, “Toglietevi lo strofinaccio dalla testa!!! È antigienico” e “Un altro incesto” .

Sulla pagina Facebook di Heute.at si susseguono intanto le discussioni fra chi ritiene che i commenti, anche irrispettosi e intrisi d’odio, facciano parte della libertà di parola e chi pensa che quest’ultima abbia dei limiti e che le testate abbiano il diritto di moderare i commenti sulle proprie pagine; fra chi reputa la notizia della nascita della piccola Asel «una provocazione» e chi sostiene che sia stata data come quella del primo bebè dell’anno degli altri Bundesland austriaci; fra chi trova il velo della puerpera ridicolo e superfluo e chi crede che siano al massimo fatti suoi; fra chi pensa che definire Asel “il primo bebè viennese del 2018” sia risibile, viste le sue origini, e chi assicura che la neonata è una viennese a pieno titolo.

E poi ci sono molti che, infine, fanno i migliori auguri alla bambina e ai suoi sorridenti genitori.  

KrankenanstaltenverbundKav
Guarda le 2 immagini
TOP NEWS Dal Mondo
BERLINO
8 ore
Clima, i Paesi ricchi stanno tradendo l'accordo salva Terra
Sconfortante rapporto sulle emissioni di CO2: nessuna nazione del G20 in linea con obiettivi Parigi. Preoccupano Russia, Arabia Saudita e Turchia, ma anche la marcia indietro cinese
ITALIA
8 ore
Cesare Battisti sconterà l'ergastolo
La Cassazione ha negato i trent'anni richiesti dall'ex terrorista italiano arrestato lo scorso gennaio dopo 37 anni di latitanza
MESSICO
11 ore
Scontro fra tre autobus, 13 morti
L'incidente è avvenuto su una strada che collega Città del Messico con Pachuca
FRANCIA
13 ore
Donna incinta uccisa dai cani
Il corpo della 30enne è stata rinvenuto sabato in un bosco nel nord della Francia. Aveva chiamato il marito per chiedere soccorso, ma l'uomo è arrivato troppo tardi
SVEZIA
14 ore
Assange, Stoccolma archivia le accuse di stupro
Gli elemente emersi nell'indagine preliminare sono risultati insufficienti. La decisione della magistratura svedese è suscettibile di ricorso
FRANCIA
17 ore
Niente posto in casa anziani per la suora con il velo
Secondo la commissione che attribuisce i posti, «per rispetto della laicità, qualsiasi segno ostentatorio di appartenenza a una comunità religiosa non può essere accettato»
AUSTRALIA
19 ore
Sydney avvolta dal fumo: la popolazione deve stare in casa
La cappa proviene dai diversi incendi che stanno colpendo l’Australia orientale. I livelli di inquinamento sono otto volte superiori agli standard
STATI UNITI
21 ore
Si fa avanti una vittima di Epstein: «Il principe Andrea deve testimoniare»
La donna accusa il defunto finanziere di «prolungata violenza sessuale». Il suo avvocato lancia un appello al terzogenito della regina Elisabetta: «Si incontri con l'Fbi e dica quello che sa»
FRANCIA
1 gior
Ponte crollato, trovata una seconda vittima
Si tratta dell'autista del Tir, troppo pesante, che sarebbe stato all'origine del crollo della struttura
GERMANIA
1 gior
Incentivi per l'elettromobilità: anche del 50%
Sono state formulate nuove misure dal governo di Angela Merkel
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile