UNGHERIA
13.01.17 - 21:260

Custodia cautelare per i richiedenti di asilo

La misura verrà ripristinata nonostante vada contro le norme internazionali accettate dal paese. Lo ha confermato il premier Viktor Orban

BUDAPEST - L'Ungheria ripristinerà la custodia cautelare per gli immigrati durante la pratica della richiesta di asilo. Questo significa che i richiedenti asilo non potranno muoversi liberamente durante la procedura. Lo ha annunciato il premier Viktor Orban alla radio pubblica MR. Sotto le pressioni dell'Ue e dell'Onu, l'Ungheria aveva sospeso questa prassi nel 2013.

«La misura va contro le norme internazionali, precedentemente accettate anche dall'Ungheria. Lo sappiamo - ha ammesso Orban - ma lo faremo lo stesso».

Solo ieri il premier ungherese, in occasione del giuramento dei nuovi cadetti della guardia di frontiera, ha affermato che l'emergenza immigrazione non diminuirà a breve e l'Ungheria non può affidarsi a una soluzione qualunque da parte dell'Ue. Secondo Orban, i migranti rappresentano un rischio per la cultura e la sicurezza degli ungheresi e una minaccia sul fronte del terrorismo, per questo motivo, ha spiegato, l'Ungheria deve sorvegliare anche più di prima i suoi confini.

«In Europa, viviamo un tempo dell'ingenuità e dell'incapacità: gli immigrati sono vittime dei trafficanti, ma anche dei politici europei, che incoraggiano la migrazione con la politica di accoglienza», ha detto. «Da noi, non ci saranno camion che investono chi festeggia», ha concluso.

TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
3 ore

Offende una donna di colore in spiaggia, denunciato

È accaduto a Chioggia. A urlare col megafono dello stabilimento insulti contro la donna, l’ex gestore della spiaggia di Punta Canna, già indagato in passato per apologia del fascismo

STATI UNITI
12 ore

Falsi account in Cina eliminati da Twitter e Facebook

Miravano a seminare «discordia politica» e a manipolare la prospettiva delle proteste di Hong Kong

ITALIA
12 ore

Il 112 e la geolocalizzazione che avrebbe potuto salvare Simon

Polemica sulla mancata introduzione dell'Advanced Mobile Location. La causa? Il conflitto tra i numeri d'emergenza 112 e 118

CILE
13 ore

Venduto a privati il centro di tortura Venda Sexy, è polemica

Il Consiglio dei Monumenti storici ha precisato di non essere stato informato della transazione. Si valuta un'azione legale

REGNO UNITO
13 ore

Il video che inchioda il principe Andrea, era a casa di Epstein

Il duca di York è finito nella bufera per la sua amicizia con il finanziere suicida e coinvolto già dal 2008 in uno scandalo per abusi sessuali e sfruttamento della prostituzione minorile

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile