LOCARNO
15.03.18 - 13:000

L'universo femminile de L'immagine e la parola

Tre giorni di proiezioni, letture e incontri per esplorare la relazione tra immagine in movimento e parola scritta

LOCARNO - Sarà attorno all’universo femminile, alla maternità e alle sue sfaccettature, che ruoterà la sesta edizione de L’immagine e la parola, dal 16 al 18 marzo nella sala del GranRex a Locarno.

Tre giorni di proiezioni, letture e incontri per esplorare la relazione tra immagine in movimento e parola scritta. Numerosi anche gli eventi paralleli che andranno a completare il programma, come i Dj set al Mono bar dalle 23.00, l’atelier creativo per bambini organizzato da Cinemagia e la tavola rotonda Complici e colleghe, dedicata alle donne nel campo dell’audiovisivo, una collaborazione con la Ticino Film Commission e il supporto di SWAN (Swiss Women Audiovisual Network).

La libertà di scelta dell’essere madre, l'indipendenza dai vincoli coniugali e l'ambivalenza dell'amore materno sono i temi ricorrenti nelle opere delle ospiti de L’immagine e la parola: Laura Bispuri, Susanna Nicchiarelli e Antonella Lattanzi. Donne cresciute all’ombra delle rivoluzioni femministe e capaci di reinterpretare quella lotta in chiave contemporanea.

"Figlia mia" di Laura Bispuri, "Nico, 1988" di Susanna Nicchiarelli, "Les Gardiennes" di Xavier Beauvois: tre film in anteprima con indimenticabili figure femminili che hanno sfidato le regole imposte. Tema che torna nell'universo letterario della scrittrice Antonella Lattanzi che presenterà il romanzo "Una storia nera" e introdurrà il film classico, "Che fine ha fatto Baby Jane?" di Robert Aldrich.

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
parola
immagine
universo
de immagine parola
universo femminile
de immagine
film
immagine parola
TOP NEWS Agenda
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report