tio.ch
HI-TECH
20.10.16 - 09:420

Ecco com'è la realta virtuale da salotto di Playstation

L'abbiamo provata e ci è piaciuta (con riserva), scopriamo assieme se potrebbe fare al caso vostro

 

LUGANO - Realtà virtuale, ossimoro da manuale (di quelli che si studiano al liceo), e sogno da tanto tempo accarezzato da tutta l'industria dell'hi-tech. La vuole Zuckerberg, che si è comprato quell'investimento bizzarro che è Oculus, la vuole Samsung, che la fa girare sui suoi cellullari (ma prima bisogna inscatolarli), e la vuole Sony che ce la propone in un bel pacchetto sexy - Playstation Vr - da mettere in salotto assieme alla nostra Playstation 4. 

Si monta come un mobile Ikea - Playstation Vr arriva nelle case nella sua bella scatoletta bianca e scintillante: per montarla ci vuole un attimo ed è meglio guardare le istruzioni: bisogna bypassare l'attacco HDMI attraverso uno scatolino in più (che è l'anima vera del tutto) e che si collega alla "Play" via Usb. Poi c'è la Playstation Camera, che invece è l'occhio, e i due controller Move, che saranno le braccia. Insomma, ci vuole un poco di attenzione ma non è niente di terrificante.

Purtroppo si paga con soldi reali - Per alcuni potrebbe risultare senz'altro più spaventoso il prezzo: Quanto ci costa metterci in casa questo prodigio tecnologico? Non poco: il visore da solo sta attorno ai 479 franchi (prezzi da retailer online), visore + camera circa 549 franchi e visore + camera + 2 telecomandi Move 619 franchi. Insomma, non sono bricioline. A questi c'è da aggiungere il costo per una Playstation 4 (se non ce l'avete già) e la meno cara viene via per 299 franchi. Detto questo è importante evidenziare che Playstation Vr resta comunque una delle offerte più economiche in assoluto per quanto riguarda la realtà virtuale.

Il visore è davvero stratosferico - Punto forte del tutto è senz'altro il visore: design accattivante, comodo e facile da indossare (anche con gli occhiali), leggero e dalla vista limpida e scintillante. Insomma, siamo messi senz'altro bene, anche considerando il prezzo. Se non l'avete mai provato, l'effetto di immersione che offre la realtà virtuale (che è praticamente uno schermo a 360 gradi attorno a noi) è veramente magico e straniante. E Playstation Vr, in questo senso, brilla anche solo con le sue "demo di stile", come "Vr Worlds" e "The Playroom Vr". Fra i bagni nelle profondità marine e le fughe in automobile, il «Wow» è sempre dietro l'angolo.

Il problema è nel resto - Ma non sono tutte rose e fiori, l'aspetto che ci è piaciuto meno del tutto (e non è una piccolezza) riguarda la decisione di Sony di appoggiarsi alla Playstation Camera e ai due controller Move che, di fatto, sono reliquie di un'era passata (la scorsa "gen") nella quale faceva il possibile per inseguire le fortune di Nintendo e del suo Wii. Insomma, è roba datata che spesso e volentieri dimostra i suoi fastidiosi limiti. Bastano pochi minuti con la console per capire che si tratta del vero e proprio anello debole del tutto. 

Diavolo di una Camera - Già perché la Camera è quella che piazza il nostro corpo all'interno del mondo digitale. Ci "localizza", identifica, e posiziona il nostro corpo là dove dovrebbe stare. A volte lo fa bene, altre meglio: e questo è un problema perché genera fastidiosi momenti di riposizionamento in cui la realtà circostante si "resetta", le nostre braccia (virtuali) prendono pieghe strane (o scompaiono). Non è piacevole, anzi, e a chi non è abituato il tutto può causare anche un po' di mal di mare. Ad alcuni di questi problemi si può rimediare con un set-up accurato, ad altre semplicemente no. Ed è un vero peccato perché a risentirne è il tutto.

Più che giochi delle demo, ma interessanti - E i giochi, come sono? Per ora niente di sconvolgente, perlopiù si tratta di esperimenti e tentativi (godibili anche se non sempre ispiratissimi), un grattare la superficie delle potenzialità di un nuovo medium. Non aspettatevi una grafica stratosferica: sarà sempre inferiore allo standard di questa generazione. Il motivo? La gestione della stereoscopia (per l'effetto 3d) è particolarmente impegnativa per il processore della PS4 che, anche per tirare in piedi cose non troppo arzigogolate, suda le proverbiali sette camicie. Non preoccupatevi però, perché dal punto di vista visivo l'esperienza resta praticamente sempre convincente.

Con la Playstation 4 Pro cambierà qualcosa? - Con l'arrivo della nuova e potenziata Play 4 è probabile che l'aspetto grafico possa migliorare (e di parecchio). Non è dato sapere se, magari, una macchina più potente potrà essere in grado di rimediare alle debolezze legate alla Camera e ai Move. Noi, francamente, abbiamo i nostri dubbi. Non è detto però che in futuro Sony possa rivedere anche quest'ultima, ma si tratta di pure e semplici speculazioni.

Gadget costoso ma qualità-prezzo stellare - Quindi, tratte le somme, vale la pena fare questo investimento? Tutto dipende da voi, se vi piacciono le novità hi-tech, volete qualcosa con cui stupire gli amici e se pensate che la realtà virtuale abbia davvero un futuro (come è probabile) la spesa potrebbe valere la candela. In definitiva sul mercato ci sono prodotti migliori ma nessuno può vantare la stessa facilità d'uso e il rapporto qualità-prezzo di Playstion Vr. 

Commenti
 
Alessio Alex Vaina 1 anno fa su fb
Io aspetto solo il NerveGear di Sword Art Online
Andrea E Angela Limonta 1 anno fa su fb
io lo preso e devo dire che è una figata , la risoluzione bassa passa in secondo piano perché essere dentro completamente nel gioco è una cosa indescrivibile e non parlo del 3d del cinema è tutta un altra cosa , unica nota dolente è che in alcuni giochi ho avvertito un senso di giramento tipo mal dauto ma questa è una cosa individuale. vedo molto bene giochi horror o avventure certo il prezzo è un po alto ma siamo solo all inizio....
ULTIME NOTIZIE Games
Copyright ©2017 - Ticinonline S.A.  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report