BISSONE
04.10.12 - 09:280
Aggiornamento : 13.11.14 - 13:25

I socialisti: "Noi l'avevamo denunciata la mala gestione del sindaco"

Saverio Lurati e Pelin Kandemir Bordoli chiedono spiegazioni al Consiglio di Stato e avanzano la proposta di nominare un commissario esterno

BISSONE - Si apre con una domanda l'interrogazione inoltrata oggi da Saverio Lurati e Pelin Kandemir Bordoli in merito all'arresto del sindaco di Bissone, Ludwig Grosa. "Repubblica autonoma nel canton Ticino?", questo il titolo dell'atto parlamentare che mette in evidenzia come i sicalisti avessero a più riprese denunciato in passato gli affari di mala gestione da parte del sindaco.

"Da mesi, ormai - si legge nell'interrogazione -  i rappresentanti della sinistra nelle istituzioni locali avevano attirato l’attenzione del Consiglio di Stato e della Sezione enti locali (SEL) sulla mala gestione imperante nel comune. Si tratta di innumerevoli esposti sull’agire del sindaco e della maggioranza imperante, in molte decisioni e delibere e non da ultimo sul consuntivo 2010. Esposti che al momento attuale risultano ancora quasi tutti inevasi".

Per Saverio Lurati e Pelin Kandemir Bordoli, alla luce dei recenti fatti di cronaca che hanno portato il sindaco Grosa all'arresto, "appare evidente che la governabilità del comune è tutt’altro che garantita e che è divenuto indispensabile, per la tranquillità dei cittadini di Bissone, operare tutti quegli approfondimenti che giacciono sul tavolo della Sezione enti locali".

I due socialisti chiedono al Consiglio di Stato delucidazioni merito alle richieste inoltrate alla SEL e in particolare sulla questione relativa al consuntivo 2010. Chiedono i motivi del "vistoso ritardo accumulato" nel rispondere agli interrogativi esposti diversi mesi fa.
"Fino a che punto il Consiglio di Stato è stato informato su tutto quanto sta accadendo a Bissone dall’insediamento dell’attuale sindaco"" si legge nell'interrogazione che chiede anche se non sia il caso di nominare un commissario esterno.


 

TOP NEWS Ticino
CANTONE
41 min
Condanna per la titolare dello studio "Lex e Iustizia"
Per il giudice la donna ha millantato competenze non in suo possesso traendo in inganno i suoi clienti
CANTONE
3 ore
Pigioni ai tempi del Covid: «Il silenzio del Governo è scandaloso»
Il presidente dell'Asi sulle piccole e medie imprese: «Si rischia un bagno di sangue»
CANTONE
3 ore
I ristoranti superano l'esame Covid e brindano all'allentamento
Il settore supera la serie di controlli della polizia e si prepara a meno restrizioni
CANTONE
14 ore
«Basta polemiche, mio figlio ha già superato il test della vita»
Covid-19: parla la mamma di un liceale che avrebbe dovuto sostenere gli esami di maturità. Poi annullati.
LAVERTEZZO
16 ore
Assembramenti sul Ponte dei Salti: «I furbetti ci sono sempre»
Il sindaco di Lavertezzo sulla gestione di turisti e avventori: «Gli svizzero tedeschi sono un po' meno accorti»
CANTONE
17 ore
A scuola ma solo per (almeno) un incontro
Gli istituti del grado postobbligatorio riapriranno l'8 e chiuderanno il 19 giugno. Servirà per un "bilancio"
LUGANO
21 ore
«Gandria rischia di affondare»
Attività in difficoltà a causa del virus ma anche della mancanza di parcheggi e collegamenti
CANTONE
22 ore
Ticino gran beneficiario di crediti Covid-19
Il nostro è il Cantone con la più alta percentuale di crediti concessi.
FOTO
LUGANO
23 ore
Manovra sbagliata: «Nafta ovunque. Anche nei tombini»
Disagi in via Orbisana a Breganzona. Sul posto Polizia e Pompieri
CANTONE
23 ore
Nessun contagio e nessun decesso
Nuovo aggiornamento sulla situazione ticinese legata al Covid-19.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile