Immobili
Veicoli
Tipress
LUGANO
31.12.21 - 14:360

I Giovani socialisti pungolano la municipale Zanini sul Molino

Il Giso condanna lo sgombero dall'ex Macello: «La Città non può usare questi mezzi per eliminare l'autogestione»

La critica in casa: «Non possiamo accettare che Zanini, di fronte a ripetuti ed evidenti abusi di potere da parte del Municipio, continui come se nulla fosse accaduto»

LUGANO - Pioggia di critiche sull’operato del Municipio di Lugano da parte della Gioventù socialista Ticino. Il nuovo sgombero dell’ex Macello, dopo l’occupazione di mercoledì da parte degli autogestiti, provoca una dura presa di posizione dei giovani Ps nei confronti dell’Esecutivo. 

Critiche anche a Zanini - A colpire sono però soprattutto le critiche nei confronti dell’esponente socialista, Cristina Zanini Barzaghi: «Riteniamo preoccupante e insufficiente - scrive il Giso - l’operato della municipale socialista. Le maggiori responsabilità sull’abbattimento e lo sgombero del Molino rimangono dei colleghi che hanno deciso di calpestare il principio di collegialità, prendendo decisioni riguardanti il dicastero di Zanini senza nemmeno interpellarla. Tuttavia, non possiamo accettare che Zanini, di fronte a ripetuti ed evidenti abusi di potere da parte del municipio, intenda continuare a lavorare al suo interno come se nulla fosse accaduto».

Lo scaricabarile - Il comunicato dei Giovani socialisti esprime parole di condanna nei confronti dell’esecutivo luganese: «Critichiamo - affermano - l’incoerenza del Municipio, che, dettosi disposto ad aprire una discussione con gli occupanti, ha preferito sgomberare i ragazzi prima dell’inizio delle trattative». Ancora una volta la situazione, secondo il Giso, «è stata gestita con la forza durante la nottata mentre sindaco, municipali e forze dell’ordine giocavano a scaricabarile cercando di lasciar cadere nuovamente la questione nel dimenticatoio». I Giovani Socialisti affermano di «non poter continuare ad accettare che la città di Lugano utilizzi questi mezzi per eliminare l’autogestione. Lo Stato non può permettersi di agire sottobanco e, pertanto, chiediamo chiarezza sui fatti avvenuti».

Infine il Giso esprime solidarietà agli occupanti del Molino, ricordando che «l'azione è stata mossa da uno “stato di necessità” e da una volontà da parte degli autogestiti di riprendersi gli spazi che sette mesi fa sono stati sequestrati dal municipio con la forza».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / SVIZZERA
9 min
«È ora di prendere decisioni forti contro il caro benzina»
Per il Consiglio federale non è il momento di adottare provvedimenti. La reazione di Marco Chiesa
CANTONE
11 min
I rifugiati ucraini si spostano a Bellinzona
Ad accogliere i nuovi arrivati sarà ora la struttura della Protezione civile presso la casa anziani comunale.
CONFINE
2 ore
Centovallina: «Bloccati per 8-9 giorni»
Il sindaco di Re in Valle Vigezzo sulla frana che ha colpito la statale 337
CANTONE / SVIZZERA
2 ore
Coi ponti festivi, altre code al San Gottardo
Per Ascensione, Pentecoste e Corpus Domini, sono previsti disagi al traffico sull'autostrada A2
LOCARNO
3 ore
Da una cucina, fiamme e fumo
Via San Jorio si risveglia tra le sirene dei pompieri a causa di un incendio in una palazzina.
CANTONE
4 ore
Casi in netto calo e ospedali che si svuotano
I nuovi positivi sono 66. Negli ospedali restano ricoverati 52 pazienti per Covid. Due sono in terapia intensiva
LOCARNO
4 ore
Due intossicati e un ferito nell'incendio in via San Jorio
È questo il bilancio del rogo divampato stamattina poco prima delle 7.30 a Locarno.
CANTONE
8 ore
Gli animalisti saranno più veloci del fucile?
Il WWF valuterà un ricorso «dopo aver visto le motivazioni del governo». E invoca un cambio di strategia in futuro
CHIASSO
8 ore
Chiasso vuole "vendersi" meglio
Eventi, economia, demografia, ma anche turismo. Dopo anni difficili Chiasso vuole rilanciarsi.
FOTO
RANCATE
19 ore
Medacta si espande (e assume 300 persone)
L'azienda ha aperto una nuova sede a Rancate e ha in programma investimenti per diversi milioni
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile