Tipress
Nessuno ha voglia oggi di prove di forza.
LUGANO
19.08.21 - 06:000
Aggiornamento : 11:01

Il PLR è pronto a benedire Foletti sindaco, ma non a rinunciare alla carica del vice

In casa liberale sembra pacifico che Michele Foletti diventerà il nuovo sindaco, ma è un beneplacito condizionato

Stavolta, a differenza di aprile, il PLR non sembra disposto a rinunce su entrambe le cariche. Il duo Foletti-Badaracco permetterebbe di ricomporre più agevolmente la frattura con quella parte della cittadinanza che ha criticato l'abbattimento dell'ex Macello

LUGANO - Troppo fresca la ferita del lutto per affrontare pubblicamente il tema. Eppure, lontano dai microfoni, la questione su chi succederà a Marco Borradori come sindaco di Lugano viene discussa dai vertici della politica cittadina. Assieme a quella, decisamente più spinosa e fonte di tensioni in casa Lega e UDC, su chi andrà a completare la rosa dei sette municipali.

Il ballottaggio che nessuno vuole - Sì, perché sul fatto che sarà il leghista Michele Foletti, attuale vice, il prossimo sindaco di Lugano non sembrano esserci, ad oggi 18 agosto, discussioni e dubbi. «Nessuno vuole fare un ballottaggio in questo momento - spiega a Tio/20Minuti un esponente di primo piano del PLR cittadino -. Perché ciò creerebbe molte divisioni ed è l’ultima cosa che tutti si augurano. L’ultima cosa anche nell’interesse di Lugano. La probabilità che sarà Foletti il nuovo sindaco è quindi alta».

Beneplacito "condizionato" - Molto alta, ma non ancora garantita. Per il gioco degli equilibri si può dire che la mossa decisiva per ottenere il “beneplacito” del PLR spetterà alla stessa Lega. In casa liberale si aspettano infatti che se Foletti diventerà sindaco, la carica di vice possa stavolta andare a Roberto Badaracco. Il quale, in occasione delle elezioni comunali di aprile, aveva fatto il gesto distensivo di rinunciare a pretese.

Nuovi rapporti di forza - Rispetto ad aprile, stavolta però sono chiaramente cambiati i rapporti di forza. Senza il compianto Borradori, e con l’arrivo dato ormai per sicuro del primo subentrante Tiziano Galeazzi (un democentrista non sempre allineato al vertice del suo partito), i seggi leghisti da tre che erano sono diventati due. Né più né meno, come equilibri, dei liberali. Che quindi si sentono legittimati a chiedere la carica del vicesindaco. Un vicesindaco che, se fosse Badaracco, potrebbe avere un impatto distensivo su come il Municipio viene oggi percepito da una parte cittadinanza. Nella spinosa vicenda dello sgombero e abbattimento il municipale PLR ha infatti sin dall’inizio mantenuto una posizione critica. Il duo Foletti-Badaracco potrebbe, forse, ricomporre più agevolmente la frattura. Ma se ne saprà di più a fine agosto.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 2 mesi fa su tio
Deve essere il cittadino a decidere il “suo” sindaco e non gli intrallazzi della politica.
cle72 2 mesi fa su tio
@seo56 Se nessuno si candida tra i 5 municipali, sarà una decisione tacita, ovvero Foletti in qualità di vicesindaco sarà il successore di Borradori. Questa è la legge. Se invece si candiderà qualcuno, ci saranno le votazioni. Ma non credo si arriverà a questo, Lugano ha bisogno di continuità e serenità in questo momento. Foletti e Badaracco come vicesindaco sarebbe la soluzione ideale.
Gus 2 mesi fa su tio
Badaracco chiaramente il migliore: meno settario, più pacato e, non fa male, con più cultura.
Genchi 67 2 mesi fa su tio
Spero che non si debba fare il ballottaggio,sarebbe una tristezza unica.Ma non mi stupirebbe molto da subito sono partite speculazioni politiche ed è inutile fare gli ipocriti, qualcuno da questa situazione ne approfitterà.Almeno abbiate la decenza di rispettare il Sig.Borradori e lo dico da non leghista nel modo più assoluto
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
3 ore
Prime valutazioni per la civica a scuola
A due anni dall'entrata in vigore della modifica di legge, il Governo ha approvato il primo Rapporto di valutazione.
CANTONE
3 ore
In Ticino 25 nuovi contagi. I ricoverati restano 8
Attualmente due persone si trovano in cure intense a causa del Covid.
CANTONE
5 ore
Pochi funghi, 14 intossicati
Non è stata una stagione felice per gli appassionati in Ticino. Anche dal punto di vista sanitario. 
CANTONE / SVIZZERA
8 ore
I tempi cambiano e il 162 va in pensione
Alla fine del mese verrà disattivato il bollettino meteo consultabile telefonicamente.
LUGANO
8 ore
«Cornaredo fa paura perché gli appartamenti in centro non sono più funzionali»
PSE: il dibattito si sposta sugli sfitti già presenti. Perché? Lo spiega Gianluigi Piazzini, presidente della CATEF.
CANTONE
15 ore
Certificato Covid, le proposte che non convincono il Ticino
Il Consiglio di Stato ha risposto alla consultazione del Consiglio federale sullo sviluppo del pass.
SVIZZERA
21 ore
L'aereo è partito senza Chiesa
Il presidente Udc doveva partecipare a un viaggio di rappresentanza negli Stati Uniti. Ma è rimasto bloccato al check-in
CANTONE
22 ore
Donazione di sangue: a decine tra politici e dipendenti cantonali
Per 27 di loro si è trattato della prima donazione.
LUGANO
1 gior
Infortunio sul lavoro a Cadro, 59enne in fin di vita
L'uomo è caduto da un'altezza di circa un metro e mezzo, battendo la testa. La sua vita è in pericolo.
BELLINZONA
1 gior
Altre 28 postazioni per il bike sharing di Bellinzona
Il Municipio intende aumentare ulteriormente il numero di biciclette disponibili sul territorio comunale
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile