Il traffico parassitario preoccupa, a Losone
tipress
LOSONE
30.06.21 - 08:370
Aggiornamento : 11:33

Il traffico parassitario preoccupa, a Losone

In un'interrogazione il PLR propone di rivedere la pianificazione della zona Campagne

LOSONE - La pianificazione viaria di Losone deve cambiare marcia. La chiusura al traffico di via Cesura, il limite dei 30 km/h nei nuclei di San Lorenzo, San Giorgio e San Rocco sono dei passi avanti, ma non abbastanza per il Plr locale.

Il consigliere liberale Mauro Quattrini in una mozione presentata lunedì ha proposto lo stanziamento di 10mila franchi per ripensare la viabilità del comune del Locarnese e in particolare del comparto Campagne. 

«Tale zona è infatti quella che negli ultimi anni ha subito il maggiore sviluppo urbanistico e il conseguente maggiore incremento di traffico, anche “parassitario”, tuttavia per la rete viaria non si è registrato alcun adeguamento, la qual cosa causa ovvi ed evidenti problemi» si legge nella mozione. In particolare, ad avere la peggio sono pedoni e ciclisti, che si vengono a trovare in «situazioni di pericolo evidente». 

Da parte del Municipio, si auspica «perspicacia, coraggio e lungimiranza nelle scelte pianificatorie, al fine di migliorare e rendere più sicura la situazione viaria del comparto». Tra le soluzioni possibili, il Plr suggerisce anche la creazione di sensi unici o di permessi di circolazione solo per i residenti. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
15 min
Un expo virtuale ticinese, una prima mondiale
Ated-ICT Ticino e il partner ADVEPA hanno lanciato un progetto all'avanguardia per le aziende ticinesi
CANTONE
33 min
La difesa: «L’imputato ha già pagato»
L’avvocato Ravi ha chiesto una condanna per omicidio colposo e la scarcerazione immediata.
FOTO
ASCONA
1 ora
New Orleans e Ascona, il gemellaggio celebrato da un'opera di street art
Realizzato da due sorelle valmaggesi, il dipinto verrà presentato questo sabato a suon di jazz e... jambalaya
CANTONE
2 ore
Ha ucciso per soldi? «Non è credibile»
Il processo per il delitto di Muralto del 9 aprile 2019 si è oggi riaperto con l’arringa difensiva
CANTONE
2 ore
Meno ricoverati e casi in Ticino, ma c'è un altro morto
Stabili i positivi, oggi 26. Non ci sono nuove quarantene di classe.
CANTONE
3 ore
Sui controlli dei Certificati Covid, USI e SUPSI si spaccano
Da uno scambio di note interne emerge lo scetticismo del rettore dell'USI per la "via" imboccata dalla SUPSI
CHIASSO
4 ore
Una serata test in vista di Nebiopoli
Sabato al Palapenz si terrà un "evento di test" per capire come potrà essere organizzata l'edizione 2022 del carnevale.
MURALTO/ LUGANO
5 ore
Bocche cucite sui test non fatti sul corpo della vittima
Processo per il delitto in hotel: il giudice Ermani aveva "bacchettato" il medico legale. Nessuno al momento replica.
LUGANO
7 ore
«Io non giocherò più al calcio, ma ti spacco la faccia»
Torna la violenza nel calcio regionale. Ma l'origine del male risale a tanti anni fa.
CANTONE
7 ore
Gli universitari ticinesi tornano in classe: «È come ricominciare da capo»
Dopo un anno di studio da casa, condito da noia e solitudine, tre studenti ci raccontano il loro ritorno in aula.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile