Keystone
CANTONE
16.05.21 - 22:510
Aggiornamento : 17.05.21 - 09:32

«L’Udc fa gli interessi della lobby del petrolio»

I Verdi del Ticino reagiscono al video sulla legge sul Co2 diffuso oggi dal partito di Marco Chiesa.

«Fanno leva sulle paure della popolazione», sottolinea la co-coordinatrice del partito ecologista Samantha Bourgoin.

BELLINZONA/BERNA - È un video forte quello pubblicato oggi dall’Unione Democratica di Centro in merito alla Legge sul Co2 in votazione il prossimo 13 giugno. E il commento di Samantha Bourgoin, co-coordinatrice dei Verdi del Ticino, non si fa attendere: «L’UDC fa credere di fare gli interessi degli svizzeri, quando in realtà fa quelli del mondo rappresentato dall’ex presidente del partito e consigliere nazionale Albert Rösti, capo dell’Associazione svizzera dei petrolieri Swissoil. La legge andrebbe infatti a incrementare il costo di alcuni combustibili fossili, e quindi a sfavorire la lobby».

I riferimenti dell’Udc - Una posizione netta, quella di Bourgoin, anche per quanto riguarda le rappresentazioni usate nel video: «Loro prendono di mira il diverso, e vogliono mettere paura alla gente. Lo si legge fra le righe nel riferimento agli immigrati, così come nel loro sottolineare la divisione partitica. Si attribuisce così la responsabilità del progetto di legge a Verdi e Socialisti, quando in realtà tutti i partiti, tranne l’UDC, l’hanno votato». Al Consiglio degli Stati sono stati in effetti 33 contro 5 a dare il loro consenso alla sua approvazione, 129 contro 59 al Consiglio Nazionale. «La legge è stata sostenuta da tutti i politici che hanno a cuore gli interessi della popolazione, e non delle lobby». 

Il lato economico - Parlando poi della dimensione economica, la granconsigliera tiene a sottolineare che puntare sulle energie rinnovabili «vuol dire stimolare l’economia locale e la creazione di posti di lavoro, mentre la produzione di petrolio non fa che alimentare una dipendenza energetica da Paesi esteri». Il cambiamento climatico avrebbe inoltre un costo non solo in termini ambientali, ma anche monetari, in quanto implicherebbe più disastri ambientali dovuti all’estremizzazione delle manifestazioni atmosferiche. Questo si tradurrebbe in più tempeste, più straripamenti, più frane, «per dei costi che in passato sono arrivati addirittura a sfiorare i 3 miliardi annuali a livello nazionale». Secondo i Verdi non agire sul cambiamento climatico porterebbe dunque a spese molto superiori a quelle della legge sul Co2.

Tassa o disincentivo? - Sarebbe inoltre errato dire che un sì alla legge sul Co2 comporterebbe delle nuove tasse, spiega Bourgoin: «Si parla in realtà di disincentivi, che vengono comunque interamente ridistribuiti». Sì, perché la legge prevede che due terzi di questo capitale vada alla popolazione, attraverso deduzioni dei premi di cassa malati, e un terzo ad alimentare un fondo di investimento per la riduzione del riscaldamento climatico. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
CANTONE
2 ore
Ecco qui i nuovi treni delle FLP
Presentati oggi ad Agno sostituiranno i “veterani” del 1978. Zali: «Un passo non da poco verso il futuro»
FOTO
ACQUAROSSA
6 ore
Centauro cade, la moto prende fuoco
Incidente poco prima delle 6 sulla strada cantonale, all'altezza di Lottigna
MENDRISIO
6 ore
La versione degli studenti: niente aggressione alla polizia
I presenti ai fatti avvenuti nelle prime ore di venerdì contestano la ricostruzione su ogni punto.
CANTONE
7 ore
Dal Ticino una mano al Nepal: inviati 20 concentratori d'ossigeno
L'importante donazione per contrastare il coronavirus giunge dall'associazione Kam For Sud
TENERO
22 ore
Scompare in acqua, è in pericolo di vita
Principio di annegamento al lido Mappo. Un 83enne grigionese è stato ricoverato in condizioni critiche
MENDRISIO
23 ore
Poliziotti attaccati da una ventina di giovani: due arresti
In totale sono sette le persone che sono state medicate al Pronto soccorso.
RIVA SAN VITALE
23 ore
Frontale a Riva: due feriti
Gli occupanti delle due automobili coinvolte avrebbero riportato lesioni non gravi.
CANTONE
1 gior
Tre casi di variante Delta in Ticino
Il medico cantonale Merlani e il direttore del Dss De Rosa in conferenza stampa: segui la diretta
LUGANO
1 gior
'Ndrangheta: un arresto a Grancia
Un altra persona è stata arrestata nel canton Argovia, su mandato della magistratura italiana
FOTO
BELLINZONA
1 gior
La pandemia lo trasforma in un gaucho
La sfida imprenditoriale del 33enne Nahuel Gonnet. Ora fa il grigliatore argentino professionista.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile