CdS
CANTONE
14.05.21 - 09:070

Sette milioni per i boschi di Bodio e Faido

Serviranno per interventi infrastrutturali, di cura e riguardanti la biodiversità dei 266 ettari di bosco di protezione

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha licenziato il messaggio concernente il progetto forestale integrale per la cura di 266 ettari di bosco di protezione, situato a monte degli abitati di Bodio, Sobrio e Cavagnago nei Comuni di Bodio e Faido.

Il progetto è suddiviso in tre componenti: la principale, la selvicolturale con interventi di cura del bosco, una riguardante la biodiversità con il recupero di lariceti pascolati e una inerente le infrastrutture di allacciamento. Il progetto si svilupperà in due fasi sull’arco di 10 anni (2022-2031) nei boschi patriziali di Bodio, Sobrio e Cavagnago. L’investimento complessivo del progetto ammonta a fr. 6'924'730.00 suddiviso in fr. 5'017'532.00 per la componente selvicolturale, fr. 110'198.00 per il recupero dei lariceti e fr. 1'797'000.00 per lavori di sistemazione delle infrastrutture di allacciamento.  

Gli interventi selvicolturali hanno l’obiettivo di garantire la presenza di un popolamento strutturato e diversificato che permetterà di assicurare a lungo termine una funzione protettiva efficace da parte del bosco contro i pericoli di valanghe, di caduta sassi, frane, colate di detrito e alluvionamento. La realizzazione del progetto avrà quindi ricadute positive sulla sicurezza degli abitati e le strade cantonali del San Gottardo e della Traversa. La gestione dei popolamenti negli alvei dei riali e sulle loro sponde sarà garantita per evitare la formazione di serre.  

Si vuole inoltre promuovere la biodiversità con lavori di recupero dei lariceti pascolati a monte di Cavagnago.  

Per garantire un’esecuzione razionale dei lavori e permettere a lungo termine la futura gestione del patrimonio boschivo, il progetto prevede il miglioramento dell’infrastruttura di allacciamento esistente. Si tratta in particolare di interventi di sistemazione della strada dei Monti di Bodio-Pollegio, su 5.8 km, del rifacimento del ponte in località Sobrio, dell’ampliamento del piazzale d’esbosco a Parfeisc (Sobrio) e della sistemazione della pista Fòpa-Puscett (Sobrio).    

I lavori sono promossi dai Patriziati di Bodio, Sobrio e Cavagnago e dal Consorzio manutenzione strada Monti di Bodio-Pollegio in stretta collaborazione con la Sezione forestale e saranno finanziati principalmente da Cantone e Confederazione, nella misura dell’80% per i lavori selvicolturali, del 60% per la componente biodiversità e fra il 59.50-70% per gli interventi alle infrastrutture di allacciamento. I costi restanti saranno a carico degli enti esecutori che potranno coprirne una parte con il ricavato della vendita del legname.

TOP NEWS Ticino
CANTONE / SVIZZERA
42 min
I tempi cambiano e il 162 va in pensione
Alla fine del mese verrà disattivato il bollettino meteo consultabile telefonicamente.
LUGANO
42 min
«Cornaredo fa paura perché gli appartamenti in centro non sono più funzionali»
PSE: il dibattito si sposta sugli sfitti già presenti. Perché? Lo spiega Gianluigi Piazzini, presidente della CATEF.
CANTONE
7 ore
Certificato Covid, le proposte che non convincono il Ticino
Il Consiglio di Stato ha risposto alla consultazione del Consiglio federale sullo sviluppo del pass.
SVIZZERA
13 ore
L'aereo è partito senza Chiesa
Il presidente Udc doveva partecipare a un viaggio di rappresentanza negli Stati Uniti. Ma è rimasto bloccato al check-in
CANTONE
15 ore
Donazione di sangue: a decine tra politici e dipendenti cantonali
Per 27 di loro si è trattato della prima donazione.
LUGANO
19 ore
Infortunio sul lavoro a Cadro, 59enne in fin di vita
L'uomo è caduto da un'altezza di circa un metro e mezzo, battendo la testa. La sua vita è in pericolo.
BELLINZONA
19 ore
Altre 28 postazioni per il bike sharing di Bellinzona
Il Municipio intende aumentare ulteriormente il numero di biciclette disponibili sul territorio comunale
CANTONE
20 ore
I nuovi contagi in Ticino sono 36
Quattro le sezioni in quarantena nelle scuole ticinesi
CANTONE
22 ore
Tecnologie: «Si sta creando una tribù di esclusi»
Il "divario digitale" si è amplificato con la pandemia. Serenella Morinini, 73enne valmaggese, suona la carica.
LUGANO
22 ore
L'uomo che vuole costruire lo stadio
Chi è l'imprenditore che realizzerà il Polo Sportivo, votazione permettendo? Lo abbiamo intervistato.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile