Ti Press (archivio)
CANTONE
27.04.21 - 08:130

Scuole medie superiori: «Potenziamo le attività di sostegno»

Una mozione del Partito Comunista chiede un passo in avanti nell'offerta pubblica di corsi di recupero

BELLINZONA - Il Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti (SISA) aveva lanciato circa un mese fa una petizione dal titolo “Pandemia e difficoltà scolastiche: sosteniamo il corpo studentesco!”. La finalità dell’iniziativa è quella di aiutare gli studenti che, soprattutto in questo periodo travagliato, si trovano più in difficoltà e a rischio di marginalizzazione. Tra le soluzioni proposte vi è l’introduzione di corsi di recupero pubblici e gratuiti in tutti gli ordini scolastici. Alla base di questa richiesta si trova la preoccupazione, condivisa in linea di fondo dagli scriventi, secondo cui sussistano ancora delle profonde lacune quanto alla risposta fornita dal Cantone per controbilanciare il deterioramento delle condizioni d’apprendimento dovuto alla situazione pandemica, che investe purtroppo in maniera più gravosa gli studenti appartenenti alle fasce socio-economiche più sfavorite della popolazione.

Benché negli ultimi mesi il DECS abbia adottato delle misure «incoraggianti», come l’obbligo per i docenti di contattare regolarmente gli studenti in quarantena e il potenziamento della connessione internet delle scuole cantonali per la trasmissione delle lezioni in diretta in caso di quarantena di classe, per il Partito comunista si palesa pure l’esigenza di rafforzare gli strumenti di sostegno destinati al corpo studentesco.

Per questo - attraverso una mozione - i deputati Massimiliano Ay e Lea Ferrari chiedono che le attività di sostegno ai sensi dell’art. 35 RSMS vengano pertanto debitamente potenziate, considerando segnatamente di prescriverne l’organizzazione alle direzioni di istituto, di estenderne l’offerta sull’arco del quadriennio, di ampliarne la cerchia dei beneficiari e di stabilirne un contenuto minimo appropriato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LOCARNO
2 ore
«Che imbarazzo, io trattato come un mostro»
Calci, pugni e pallone: dopo la rissa delle Semine, settimana da incubo per Mauro Cavalli, presidente del FC Locarno.
CANTONE
13 ore
«Metà dei clienti scappati per il pass»
Nel mondo "bio" la diffidenza nei confronti dei vaccini è maggiore. Lo sfogo di un esercente in difficoltà
MENDRISIO
16 ore
La biblioteca si trasferisce e diventa una palestra
Il progetto SportAcademy riunirà sotto lo stesso tetto, a Genestrerio, diverse discipline sportive.
CANTONE
20 ore
Salario minimo: «La situazione va monitorata»
Le parti convocate al tavolo delle discussioni hanno condiviso che la deroga prevista per i CCL non va stralciata.
CANTONE
20 ore
Fattacci fra Semine e Locarno, arrivano le prime sospensioni
Per far luce sull'accaduto è stata pure avviata un'inchiesta, il cui rapporto è atteso a inizio ottobre.
CANTONE
22 ore
In Ticino 36 contagi e un altro decesso
Le persone ospedalizzate a causa del coronavirus salgono a 16, sei delle quali in terapia intensiva.
CANTONE
1 gior
Il monopattino è roba da grandi
I monopattini elettrici sono vietati ai minori di 14 anni. Ma spesso i genitori non lo sanno
CANTONE
1 gior
Pfizer, Moderna e l'apparenza che inganna
Il farmacista cantonale rassicura: «Un vaccino vale l'altro, come efficacia e come effetti collaterali».
LUGANO
1 gior
Ben 34 franchi per 9 ore di autosilo: «Ma non mi scandalizzo»
L'episodio diventa lo spunto per una chiacchierata sulla mobilità col futuro sindaco Michele Foletti.
CANTONE
1 gior
Anticorpi anomali coinvolti nel 20% dei decessi da Covid-19
All'importante scoperta hanno contribuito anche due ricercatori dell'EOC: Alessandro Ceschi e Paolo Merlani.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile