Ti Press
CANTONE
12.04.21 - 16:300
Aggiornamento : 17:28

Il Cantone accetterà pagamenti in bitcoin

Luce verde da parte del Gran Consiglio a un progetto pilota con le cryptovalute.

Escluso però per ora il pagamento delle imposte o della tassa di circolazione.

BELLINZONA - Il Gran Consiglio ha deciso di approvare un progetto pilota che permetterà il pagamento in bitcoin da parte dei cittadini verso lo Stato. Per farlo, incaricherà una società terza affinché venga annullato il rischio di cambio - la volatilità in questo campo è infatti estremamente elevata - e incassato l’equivalente in franchi. 

Chi vorrà potrà quindi usufruire di alcuni servizi dell’Amministrazione cantonale - laddove si può già pagare con carte di credito - pagando in bitcoin. Per ora sarà comunque escluso il pagamento delle imposte (come invece avviene in Canton Zugo fino a un massimo di 100mila franchi, ma anche a Chiasso fino a un massimo di 1’000 franchi) o il pagamento della tassa di circolazione. 

Un segnale per la piazza economica - «È un segnale nei confronti della piazza economica e finanziaria che mostra come il Cantone non ha avversità verso queste tecnologie, che stravolgeranno nei prossimi anni il mondo finanziario», ha spiegato all’inizio del dibattimento il primo firmatario della mozione Paolo Pamini. Il granconsigliere UDC ha inoltre sottolineato come i costi per il cantone siano «irrisori», visto che sarebbe una semplice estensione della piattaforma di pagamento eServices. Anche per questo pure il Governo si è espresso favorevolmente: «È un progetto pilota ben delineato ed equilibrato», ha spiegato il direttore del DFE Christian Vitta.

Non facciamo come con il telelavoro - «Dobbiamo intervenire oggi per farci trovare pronti domani a un fenomeno inarrestabile come la digitalizzazione. Non farci travolgere dal progresso», ha sottolineato la relatrice del rapporto di maggioranza Natalia Ferrara. La deputata del PLR ha preso quale esempio il tema del telelavoro, «di cui si discute da tempo ma sul quale ci siamo fatti trovare impreparati». Il relatore di minoranza Ivo Durisch ha dal canto suo presentato gli svantaggi della moneta virtuale di cui il Cantone non deve farsi promotore: consumo energetico sproporzionato, evasione fiscale, moneta deflazionaria in mano a pochi, attività illecite, rischio riciclaggio.

Parlamento spaccato - Ma la sua “arringa” non è bastata. Dopo quasi due ore e mezza di dibattimenti, con 48 sì (Lega, UDC, PLR e la maggioranza del PPD), 36 no (PS, Verdi, PC, più Donne e una minoranza del PPD) e tre astenuti il rapporto di maggioranza - e quindi progetto pilota - è stato approvato. Il Parlamento, sul tema, si è però spaccato in due.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 1 mese fa su tio
Spero MAI !!!!
magicpuzzle 1 mese fa su tio
Che bello vedere sempre piu' municipalita' sperimentare con la blockchain ed accettare/incoraggiare pagamenti in criptovaluta. @Lux Von Alchemy: Stanno fornendo un servizio in piu', che rispecchia una necessita' sempre piu' crescente da parte dei cittadini. E' normale che incassino in FIAT. Cosa succederebbe ai conti se l'indomani la cripto riscossa si dimezza di valore? Con cosa vanno a finanziare tutto il budget amministrativo e le opere pubbliche programmate? @seo56: quale parte?
seo56 1 mese fa su tio
Vergognoso!!
Lux Von Alchemy 1 mese fa su tio
Ma guarda.. se leggi bene tra le righe, il Cantone non mette in cassaforte Bitcoin ma CHF.. quindi la notizia è alterata. La verità è che mette in cassaforte FRANCHI e basta.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
«La TV "sfrutta" le donne? Preoccupatevi dei social»
Luca Tiraboschi, ex direttore di Italia 1, ospite di Piazza Ticino. Guarda la video intervista. 
CANTONE
4 ore
«Non sapendo chi è vaccinato dobbiamo indossarla ancora»
Negli Stati Uniti gli immunizzati possono nuovamente circolare a viso scoperto. Il tema sta tenendo banco.
FOTO
BELLINZONA
7 ore
Una panchina anti Covid fatta... ad arte
Si tratta del progetto “Point of View” di Patrizia Pfenninger presentato oggi davanti alla stazione FFS di Bellinzona
CANTONE
10 ore
Delitto alla pensione La Santa: chiesti diciassette anni
Si è aperto questa mattina il processo nei confronti dell'austriaco accusato di assassinio
TERRE DI PEDEMONTE
11 ore
Cade da un albero: ferite gravi per una trentenne
L'incidente si è verificato questa mattina nelle vicinanze del pozzo di Tegna
CANTONE
13 ore
Covid: 26 positivi e nessun decesso
Prosegue il trend positivo, anche negli ospedali. Sono solo 26 le persone ricoverate.
CANTONE
15 ore
Permesso di dimora al badante, un tempo rapinatore
Il Tribunale federale sconfessa il Tram e il Consiglio di Stato che avevano fatto obbligo al 50enne di lasciare il Paese
CANTONE
17 ore
Microbi magici made in Val di Blenio, una soluzione all’inquinamento
Scoperti dalla SUPSI dei batteri acquiferi che assorbono e neutralizzano metalli tossici.
SONDAGGIO
CANTONE
17 ore
Farmacie “sotto assedio” per andare in Italia
La vicina penisola ha riaperto le porte ai turisti stranieri. Ma solo se in possesso di un test negativo (anche rapido)
BELLINZONA
23 ore
Ciclista investito a Bellinzona in pericolo di vita
Lo riferisce la polizia cantonale. Si tratta di un 20enne svizzero del Bellinzonese.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile