Tipress
LUGANO
18.03.21 - 17:530

Sgombero dell'ex Macello, l'MPS: «Classe politica allo sbando»

Critico anche il Movimento per il socialismo che stigmatizza "la provocazione politica"

di Redazione

LUGANO - «Una provocazione di alcune forze politiche». La definisce così l'MPS la decisione del Municipio di Lugano di far sloggiare i molinari dall'ex Macello. Per l'Mps si stratta di una decisione che è in linea con l'intervento della polizia per impedire la manifestazione alla stazione di Lugano lo scorso 8 marzo. «Ricordiamo che altre manifestazioni, considerate “non autorizzate”, si sono tenute in molte parti del paese: sono degenerate solo quando la polizia è preventivamente intervenuta. Ricordiamo, ad esempio, che nello stesso momento in cui si teneva la manifestazione alla stazione di Lugano, une centinaio di donne (mascherate anch’esse!) tenevano una manifestazione “non autorizzata” davanti al palazzo del governo a Bellinzona, all’insegna del bellicoso slogan “volano gli stracci”. Eppure non è successo assolutamente nulla, forse proprio perché non è intervenuta nessuna provocazione poliziesca».

Il Movimento per il socialismo se la prende con una classe politica «ormai allo sbando» che «cerca di ricompattarsi, di mostrarsi attiva e determinata, costruendo un capro espiatorio alla propria inettitudine politica», ovvero «l’esperienza del sociale centro autogestito il Molino».  L’MPS in un comunicato stampa «esprime il proprio sostegno al centro sociale autogestito il Molino e si oppone alla procedura avviata dal Municipio di Lugano».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
12 ore
Sciopero delle donne, assedio al Castello
Slogan, manifesti e picnic. Le donne scendono in piazza contro la violenza di genere e parità salariale
GRIGIONI / CANTONE
13 ore
150 m3 di roccia sulla strada, Lucomagno chiuso a tempo indeterminato
Per ragioni di sicurezza bisognerà escludere il rischio di ulteriori smottamenti. Ma ci vorranno giorni.
CANTONE
14 ore
SUPSI: «Scuola a distanza anche dopo la pandemia»
È stato un 2020 complicato per l’Istituto superiore cantonale, che ha portato a un consuntivo 677mila franchi in rosso.
FOTO
MENDRISIO
14 ore
Mendrisio ha altre sei vie al femminile
L'inaugurazione è avvenuta oggi, a quarant'anni dalla votazione dell'articolo costituzionale sull'uguaglianza
CANTONE
19 ore
Un altro giorno senza decessi
Dall'inizio dell'emergenza, nel nostro cantone sono stati accertati 33'172 casi e 995 morti
CANTONE
23 ore
Le prostitute (vaccinate) non fanno il pienone
I postriboli in Ticino sono ancora mezzi vuoti. E fanno sconti alle ragazze che non riescono a pagare
CANTONE
23 ore
Allievi tutti in aula e quasi 170 quarantene di classe
È il bilancio dell'anno scolastico che in Ticino si conclude il prossimo 18 giugno
TICINO/GRIGIONI
1 gior
Mauro Gianetti turbato: «Questa foto fa venire i brividi»
Sassi sul Passo del Lucomagno, dove negli ultimi giorni è passato per ben due volte il Tour de Suisse.
CANTONE
1 gior
«Chiunque gioca sulle paure finisce per vincere»
Legge sul terrorismo, Paolo Bernasconi preoccupato: «Si rischia di arrivare a controllare perfino gli animalisti».
CANTONE
1 gior
Pensioni del Consiglio di Stato: «Si volta pagina»
La Legge sulla previdenza dei membri del Consiglio di Stato ha incassato il 52.1% di voti a favore
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile