tipress
BELLINZONA
05.03.21 - 11:250

Aiuto a negozi e ristoranti: «Impegno premiato»

Inizialmente, il Gruppo aveva ipotizzato la distribuzione di un buono di 20 franchi a tutti i cittadini del Comune.

Ora, spiega la sezione leghista, «la proposta finale del Municipio è cambiata e il sostegno alle attività locali verrà fornito con un’altra modalità»

BELLINZONA - Il Municipio nella seduta di mercoledì ha dato il via libera alla mozione no.64/2020 “Misure di sostegno al rilancio dell’economia locale” sottoposta in data 30 giugno 2020 dalla capogruppo e presidente della Commissione della gestione Lelia Guscio a nome del Gruppo Lega dei Ticinesi-UDC.

A distanza di nove mesi l’atto parlamentare sarà, probabilmente, all’ordine del giorno della seduta di Consiglio comunale che si terrà la prossima settimana a Sementina.

«Sarebbe una scelta irresponsabile quella di posticipare la discussione del messaggio dopo le elezioni, quindi non prima di maggio-giugno», sottolinea la Sezione Lega dei Ticinesi di Bellinzona.

Inizialmente, il Gruppo aveva ipotizzato la distribuzione di un buono di 20 franchi a tutti i cittadini del Comune, con l’obiettivo di incentivare l’economia locale – commerci e locali pubblici – duramente colpiti dalla pandemia e dalle chiusure imposte dal Cantone e dalla Confederazione.

«Nel frattempo - sottolineano -, tra apertura e chiusure, non abbiamo assistito a un vero e proprio cambiamento della situazione sanitaria. Il momento di incertezza non è ancora concluso e le difficoltà in cui giace l’economia cittadina sono fin troppo evidenti».

La sezione leghista critica la «lettura politica data dai principali partiti cittadini alla nostra mozione». «Soltanto a Bellinzona si è riusciti a intravvedere “grossi limiti” in una mozione replicata con successo un po' ovunque (...). Ridicola l’osservazione dei partiti di maggioranza secondo cui la distribuzione di un buono “a pioggia” a tutta la popolazione non considera la differenza esistente tra benestanti e persone meno abbienti. Ci piacerebbe sapere se chi ha fornito questa motivazione ha sfruttato o meno il buono di 25 franchi offerto dall’azione “Vivi il tuo Ticino” la scorsa estate. La risposta è facilmente intuibile».

Ora, spiega la sezione leghista, «la proposta finale del Municipio è cambiata e il sostegno alle attività locali verrà fornito con un’altra modalità. Non è importante la forma, bensì la sostanza. I fatti dicono che il nostro impegno è stato premiato e siamo felici e orgogliosi di aver dato seguito con un risultato concreto alle numerose persone che la scorsa primavera ci avevano avvicinato chiedendoci un interessamento concreto alla loro difficile situazione».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile