Facebook
CANTONE
25.02.21 - 13:240

«Basta all'utilizzo illecito di stemmi e loghi comunali e cantonali»

Raoul Ghisletta interroga il Governo segnalando «furbi impuniti»

Il granconsigliere prende quali esempi il caso della Lega e dei suoi manifesti elettorali, ma anche quello bellinzonese

BELLINZONA - Ancora una volta si torna a parlare di uso illecito dello stemma cittadino. A tornare sull'argomento, con un'interpellanza rivolta al Governo ticinese, è Raoul Ghisletta (PS). Il parlamentare prende quale esempio le segnalazioni fatte dal Municipio di Lugano alla Lega dei Ticinesi, invitata a porre termine all’uso illecito dello stemma della Città sulle pagine FB e Instagram (lo scorso anno il logo era stato usato modificato solo nella lettera U/E, per i manifesti elettorali).

«Sinora - segnala Ghisletta - l’esito di queste richieste è stato nullo». Il granconsigliere fa notare come la questione abbia fatto discutere anche nella Città di Bellinzona (vedi l’interpellanza 281/2021 “Fair Play alle elezioni comunali 2021 (bis) - Divieto di usare il Logo, come mai?”). «La questione - aggiunge - si pone anche per l’uso dello stemma e del logo cantonali».

«Ci sono sempre quelli che si credono più furbi degli altri e che utilizzano in modo illecito i beni materiali e immateriali dell’ente pubblico, contando sulla sua inazione», conclude quindi Ghisletta ponendo al Governo le seguenti domande:

  • Cosa intende fare per combattere l’utilizzo illecito di stemmi e loghi comunali e cantonali?
  • Quanti sono gli utilizzi illeciti di cui è a conoscenza?
  • Quante rimozioni degli utilizzi illeciti sono state ottenute a sua conoscenza?
  • Quante e quali sanzioni sono state comminate a sua conoscenza?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile