Immobili
Veicoli
Keystone - foto d'archivio
CANTONE
22.02.21 - 17:500
Aggiornamento : 18:43

Dieci anni senza assistenza per diventare svizzeri: c'è la conferma

Il Gran Consiglio ha confermato quanto deciso un anno fa, approvando il disegno di legge del Consiglio di Stato

MENDRISIO - Per poter ottenere la cittadinanza svizzera è necessario rimborsare le prestazioni assistenziali (eventualmente) percepite negli ultimi 10 anni. Sono passati 369 giorni, ma nell'“aula” del Gran Consiglio (stavolta al mercato coperto di Mendrisio) oggi è andato in scena lo stesso dibattito di un anno fa. Si è parlato di naturalizzazioni, l'annosa questione della cittadinanza svizzera e l'introduzione a livello cantonale di misure più restrittive rispetto a quelle previste dall'Ordinanza federale. E il Parlamento è rimasto coerente con quanto deciso nel 2020.

A febbraio dello scorso anno (con 38 voti favorevoli, 32 contrari e 3 astenuti), il Legislativo aveva approvato l'introduzione del rimborso delle prestazioni assistenziali eventualmente percepite negli ultimi 10 anni quale condizione necessaria per poter chiedere la cittadinanza (a livello federale sono 3 anni). Sulla base del criterio di “partecipazione alla vita economica” e quindi della non dipendenza dagli aiuti sociali svizzeri. Oggi in aula sono arrivati i relativi rapporti sulle necessarie modifiche legislative. 

Quella odierna, quindi, avrebbe dovuto essere una formalità. E così, in ultima analisi, è stata. «L’obiettivo è rendere pratico quanto già deciso e votato dal Gran Consiglio», ha precisato il relatore del rapporto di maggioranza, Giorgio Galusero (PLR). Ma Carlo Lepori (PS, rapporto minoranza) ha ribadito il suo messaggio, che «la povertà non è un reato», chiedendo di non approvare il disegno di legge proposto dal messaggio che modifica la Legge sulla cittadinanza ticinese e sull'attinenza comunale. Il presidente del Consiglio di Stato, Norman Gobbi, ha dal canto suo voluto chiarire che il Governo ha inserito nel Messaggio «i punti più rilevanti che tengono conto delle sensibilità della minoranza», precisando che «le autorità sono tenute a tenere in considerazione le circostanze particolari».

Il Gran Consiglio, senza troppi dibattiti, ha confermato la sua decisione e ha approvato il disegno di legge per la modifica della Legge sulla cittadinanza ticinese e sull'attinenza comunale. E ha pure respinto tutti gli emendamenti, compreso quello che prevedeva di non applicare il criterio del rimborso delle prestazioni assistenziali percepite negli ultimi dieci anni agli aiuti sociali richiesti in seguito alla crisi Covid-19 (con 47 no, 31 voti favorevoli, 2 astenuti).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 11 mesi fa su tio
Non solo ma serve anche l'obbligo di parlare correttamente la lingua secondo la regione. Inoltre fedina panalöe "bianca". grazie
Tato50 11 mesi fa su tio
Vuoi il passaporto rosso ? Obbligo di parlare correttamente il nostro dialetto. Telefoni in un ufficio dell'Amministrazione e chiedi alla signorina o signora se parla dialetto e quella ti risponde " non lo parlo ma un po' lo capisco"!!!!
Nmemo 11 mesi fa su tio
Finalmente, era ora.
Evry 11 mesi fa su tio
Molto bene, il Lepori deve smetterla di fare della pubblicità a fine di se stesso, grazie
Lukeed 11 mesi fa su tio
Molto bene ! Finalmente :-), qui vogliamo solo gente che lo merita, se sei inutile/Zaborra vieni gettato in mare dove e giusto che tu sia, cercare sempre di essere aiutato e da molluschi, la razza umana viene indebolita da queste persone
Lukeed 11 mesi fa su tio
Molto bene !
Nano10 11 mesi fa su tio
Finalmente per una volta non si è deciso di andare contro corrente prendendo una decisione saggia 👍
seo56 11 mesi fa su tio
Bene 👏🏻👏🏻👏🏻
Kamiran 11 mesi fa su tio
Bene bene
8Paola3 11 mesi fa su tio
Trovo assurdo questa cosa. E chi è povero e non ha uno stipendio che lo manfiene con famiglia? E quelli che hanno i PE lunghi km ne vogliamo parlare? Meglio un poveraccio onesto che abita e vive qua che un disonesto con cittadinanza!
seo56 11 mesi fa su tio
@8Paola3 Assurda!! Più che corretta direi!!
Emy977 11 mesi fa su tio
@8Paola3 Ahahah...chi vuole lavorare lavora e non chiede assistenza...stop
Tato50 11 mesi fa su tio
@8Paola3 Io credo che un cittadino, se vuole diventare svizzero, debba essere in grado di mantenersi, pagare le tasse e altro ma non far capo agli aiuti sociali. Altrimenti rimani "straniero" e beccateli. Poi ci sono casi, perché il futuro nessuno lo conosce, che magari diventano svizzeri e per cause a loro non imputabili devono per forza essere aiutati. Aiutarli dopo è un diritto se dimostri che non hai alternative; aiutarli prima e poi anche dopo mi sembra fuori luogo. Per un pezzo di carta rosso che magari te lo paga lo Stato ?
ceresade36@gmail.com 11 mesi fa su tio
Io posso 😁
LolitaBundy 11 mesi fa su tio
E comunque... in ogni caso... chi nasce quadrato non può diventare rotondo!
ciapp 11 mesi fa su tio
cominciamo a controllare quelli che sono già in assistenza e lavorano in nero !!!! o no ??!!!
Capra 11 mesi fa su tio
Lepori in che mondo vive ? Essere in assistenza, non sempre povertà ....pure lavorare faticoso ....
Capra 11 mesi fa su tio
Giusto! Anzi , troppo blando ancora...chi ha debiti da menefreghista nulla?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
8 min
«Non era il pianto di mia figlia»
Una 90enne luganese vittima dei "falsi poliziotti". Racconta come ha morso la foglia
CANTONE
13 ore
«Una relazione moralmente inappropriata, ma legale»
«Si è trattato di una relazione consenziente, e lei aveva 16 anni», si è giustificato il Governo.
CANTONE
18 ore
«Nessun allarme diossina in Ticino»
A differenza del Canton Vaud, in Ticino i valori nel terreno di questi composti sono sotto il livello di guardia.
MENDRISIO
18 ore
Truffano un'anziana, fermati con 40mila franchi
I "falsi poliziotti" tornano a colpire in Ticino. La Polizia mette in guardia
CANTONE
19 ore
Diciotto nuove sezioni in quarantena
Nelle ultime 24 ore si registrano poco più di mille contagi e nessuna vittima dovuta al Covid
CANTONE
22 ore
«Dopo 20 anni di lavoro, mi hanno lasciato a casa con una videochiamata»
La testimonianza di un ex quadro di UBS, "vittima" della riorganizzazione prevista dalla banca.
CONFINE
22 ore
Frontalieri con il reddito di cittadinanza
Nuovi furbetti smascherati dai finanzieri del luinese
CANTONE
1 gior
«Contact tracing: così è ridicolo»
Duro attacco della dottoressa Daniela Soldati, ex direttrice della Santa Chiara di Locarno, al sistema di tracciamento.
CANTONE
1 gior
Il pane non seguirà la pasta nella folle corsa dei prezzi
Il direttore del Mulino di Maroggia parla dei rialzi in atto sul mercato dei cereali
FOTO
CANTONE
1 gior
A 2'500 metri, meno neve del solito
L'inverno con le vette bianche si fa ancora attendere. Fino a metà febbraio non sono, per ora, previste precipitazioni
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile