Ti Press
CANTONE
02.02.21 - 09:210

Pronto soccorso dell'Italiano: «L'EOC vuole chiuderlo, ma non lo dice»

Secondo l'MPS la variante di piano regolatore di Lugano sarebbe un'altra conferma della volontà dell'Ente ospedaliero.

Ha quindi deciso d'interpellare il Consiglio di Stato e chiedere se conferma le intenzioni dell'Eoc o, se così non fosse, cosa intende fare.

LUGANO - Nel corso degli scorsi mesi l’MPS aveva denunciato la volontà dell’EOC di voler procedere, come già fatto con Faido ed Acquarossa, a un ridimensionamento e magari anche alla chiusura del Pronto Soccorso (PS) dell’Ospedale Italiano di Lugano. Una denuncia a cui era seguita una petizione indirizzata al Gran Consiglio e al Consiglio Comunale di Lugano, con cui si chiedeva l’immediata riapertura del PS 24 ore su 24. Petizione sottoscritta da oltre 1500 cittadine e cittadini residenti nel tessuto urbano di Lugano.

Con il passare delle settimane sono emersi nuovi elementi che secondo i deputati Simona Arigoni, Angelica Lepori, Matteo Pronzini confermerebbero la chiara volontà dell’EOC di liquidare il PS dell’Ospedale Italiano.

La città di Lugano ha pubblicato la variante di piano regolatore della zona in cui sorge l’Ospedale Italiano. Dalla documentazione pubblicata e in particolare dal rapporto sottoscritto dal Municipio di Lugano emergerebbe chiaramente la volontà di sopprimere il PS: «L’Ente ospedaliero cantonale (EOC) è in fase di razionalizzazione, ampliamento e ammodernamento dei propri spazi e servizi. In particolare, l’Ospedale Regionale di Lugano sta attuando una politica d'integrazione e ottimizzazione dei propri servizi tra ospedale Civico e ospedale Italiano. La nuova configurazione conferma la vocazione dell’Ospedale Italiano, destinato soprattutto a interventi pianificati in regime di degenza o ambulatoriale e alle consultazioni ambulatoriali: è quindi complementare all’Ospedale Civico, che si rivolge maggiormente alle urgenze e alla cura di casi multidisciplinare e complessi». (pag. 2 del rapporto)                   

Un concetto ribadito, sempre nello stesso rapporto, a pagina 14: «L’EOC ha programmato lo sviluppo futuro della struttura dell’Ospedale italiano, quantificandone le esigenze in termini di funzioni e relativi spazi e superfici. La missione dell’Ospedale Italiano è quella di una struttura orientata verso la chirurgia e la medicina di corta degenza e ambulatoriale, complementare all’Ospedale Civico di Lugano, che si rivolge maggiormente alle urgenze e alla cura di casi multidisciplinari e complessi».

Parole che per l'MPS suonano come una conferma di quanto ventilato, insomma. Per questo motivo è stata presentata un'interpellanza al Consiglio di Stato con le seguenti domande: 

  1. Può confermare questa intenzione dell’EOC?
  2. Se così fosse, non ritiene di dover comunicare in modo chiaro la propria posizione?
  3. Qualora non condividesse l’orientamento dell’EOC, cosa intende fare per impedire la chiusura del PS all’Ospedale Italiano
  4. Per quale motivo nelle risposte date alle nostre precedenti e recenti interpellanze non sono state date queste informazioni relative alla chiara volontà dell’EOC rispetto a questa struttura sanitaria?
TOP NEWS Ticino
CHIASSO
4 ore
Muore sul bus da Chiasso: ma non si sa chi è
Un 75enne di identità sconosciuta è deceduto ieri a causa di un malore. Le autorità italiane cercano in Ticino
FOTO
CANTONE
5 ore
«Quel fumo nero che usciva dal portale del San Gottardo»
Ha avuto luogo oggi a mezzogiorno il ricordo delle undici persone che morirono nella galleria il 24 ottobre 2001
LOCARNO
7 ore
Il 20enne che ha sparato resta in carcere
Convalidato l'arresto del giovane dopo i fatti di via Vallemaggia
FOTO
CHIASSO
8 ore
«Un fans club a Chiasso? Non me l'aspettavo proprio»
Miglior giovane all'ultima Vuelta, Gino Mäder è "tornato" nel Mendrisiotto accolto da un fans club nato un po' per caso.
LOCARNO
1 gior
Solduno, un giovane «psichicamente instabile»
Il 20enne che ha sparato alla ex fidanzata è accusato di tentato assassinio. Chiesta una perizia psichiatrica
SOLDUNO
1 gior
È salva la 22enne, giallo sul fucile
Sparatoria a Solduno: le condizioni della giovane sono stabili. Intanto riprendono gli interrogatori
MENDRISIO
1 gior
Il car-pooling salverà Ligornetto?
Un'interrogazione del gruppo Lega-Udc-Udf propone di puntare sulla modalità condivisa
CURIO
1 gior
Cede un pannello di legno, gravi ferite per un 49enne
L'infortunio è avvenuto questo tardo pomeriggio in un'abitazione privata di Curio.
CANTONE
1 gior
Quando le recinzioni sono trappole letali per la selvaggina
In Svizzera si stima che ogni anno migliaia di animali muoiano a causa dei mezzi di cinta.
AIROLO
1 gior
Lo scatto che gli salvò la vita
Vent'anni fa Oliviero Toscani entrava in galleria dietro al camion della tragedia
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile