Deposit
CANTONE
10.10.20 - 10:250

«Anche questa volta i residenti nelle case anziani non verranno ospedalizzati?»

È quanto chiede il gruppo MPS-POP-Indipendenti al Consiglio di Stato attraverso un'interpellanza

BELLINZONA - Durante la prima ondata di coronavirus che ha colpito il Ticino, fu deciso di non ospedalizzare i residenti delle case anziani che risultavano positivi al Covid-19. 

Dato l'aumento importante di casi negli ultimi giorni, il gruppo MPS-POP-Indipendenti interpella il Consiglio di Stato sull'argomento. In particolare viene chiesto se il divieto di ospedalizzazione dei residenti nelle case per anziani sia ancora in vigore e se sì, sulla base di quali disposizioni legali e mediche. 

Ecco le altre domande presenti nell'interpellanza:

  • Se sì, chi e quando ha confermato questa decisione?
  • Cosa ha messo in atto per far in modo che i parenti dei residenti nelle case anziani positivi al COVI-19 siano coinvolti preventivamente nelle cure da adottare?
  • Nell'eventualità di un aumento dei casi anche tra i residenti delle case anziani si pensa di creare una o più strutture centralizzate dove ospitare tutti i pazienti malati come previsto per gli ospedali? Se no come mai?

Firmatari: Simona Arigoni, Angelica Lepori e Matteo Pronzini.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
tip75 1 anno fa su tio
la domanda andava posta molto prima che arrivasse la seconda ondata...
bami57 1 anno fa su tio
È ora che Pronzini la smetta di inoltrare domande ed interpellanze cucù! Non è né un medico né tanto meno uno specialista e sfrutta solo il momento a lui propizio (incertezza, pareri contrastanti, luminari in contraddizione tra di loro, cifre create ad hoc dalla immancabile John Hopkins University foraggiata dai Gates, media abilmente pilotati dagli spin doctor's, ecc ecc ecc) per il proprio marketing personale e del suo partito. Se non glielo dice nessuno glielo dico io: che si vergogni!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FAIDO
57 min
Alcuni bimbi in sciopero: niente scuola
Genitori in protesta. Manifestazione pacifica contro l'obbligo della mascherina durante le lezioni.
CANTONE
1 ora
Otto arresti per droga
I soggetti finiti in manette sono sospettati di aver preso parte allo smercio tra Albania, Italia e Ticino.
CANTONE
2 ore
Altre 20 classi in quarantena
Si tratta di 15 sezioni di scuola elementare e 5 di scuola dell'infanzia. Il totale sale a quota 62
CANTONE
2 ore
In Ticino oltre 400 casi e tre decessi nel weekend
I pazienti Covid ospedalizzati salgono a quota 77.
CANTONE
3 ore
Controlli e multe in vista per chi è al telefono alla guida
L'operazione della Polizia cantonale ha il via già da questo mese.
CANTONE
4 ore
Per rimpiazzare i boomer non basteranno i salari
In vista del pensionamento di massa dei boomer è necessario, secondo l'AITI, puntare di più sulle condizioni di lavoro.
CANTONE
7 ore
Passa da Berset il caso dei neo-psicologi non riconosciuti
Il Consiglio di Stato ha scritto al ministro dell'Interno proponendo una soluzione
CANTONE
7 ore
La Nuova Valascia scivola sui pagamenti agli artigiani
La nuova Valascia ha qualche problema di liquidità. Malumori tra chi ha eseguito i lavori
ASCONA
15 ore
«Così ho perso lentamente la mia amica»
Nelly Morini racconta il dramma dell'Alzheimer nel romanzo Clarianne, ispirato a una storia vera.
MESOCCO (GR)
21 ore
Ventenni escono di strada e finiscono nella scarpata
L'incidente è avvenuto la scorsa notte in zona Alp Frach. I due occupanti del veicolo sono rimasti leggermente feriti.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile