Tipress
CANTONE
09.10.20 - 12:170

Petizione per far luce «sugli abusi in seno all'amministrazione»

L'iniziativa promossa da tre deputati che fanno parte di un comitato appena costituito

La raccolta firme nasce dal no del Gran Consiglio alla Commissione parlamentare d'inchiesta per chiarire il caso dell'ex funzionario condannato per coazione sessuale

BELLINZONA - Una petizione cartacea e online chiede al Gran Consiglio di «adoperarsi per far luce su quanto accaduto in seno all’amministrazione cantonale, affinché casi simili non possano più ripetersi in futuro». 

A lanciarla sono tre deputati, Sabrina Aldi (Lega), Fiorenzo Dadò (Ppd) e Tamara Merlo (Più donne) che fanno parte, assieme ad altri cittadini del Comitato “Facciamo luce sugli abusi sessuali nell’amministrazione cantonale”. Un gruppo costituitosi, «sotto la spinta dell’opinione pubblica» dopo il rifiuto da parte del Gran Consiglio di istituire una commissione parlamentare d’inchiesta per far chiarezza sul caso dell’ex funzionario del DSS condannato per coazione sessuale nel 2019.

«Come il giudice Villa ha sentito di dover chiedere scusa alle vittime a nome dello Stato, così anche noi - scrivono i tre - non siamo soddisfatti del nulla di fatto cui è giunto il Parlamento cantonale. Allora quelle giovani erano state lasciate sole, mentre lo Stato avrebbe dovuto aiutarle e difenderle. Ora di nuovo lo Stato si tira indietro quando avrebbe l’opportunità di fare chiarezza al proprio interno». La petizione (vedi allegato cartaceo) si trova online su https://www.change.org/stop-abusi.

Allegati
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile