Tipress
BELLINZONA
09.10.20 - 12:200

«Casa Anziani Cinque Fonti Gambarogno: le bugie hanno le gambe corte»

Prima licenziato il direttore. Poi l'outsourcing. Poi il concorso. Scatta l'interpellanza

BELLINZONA - Si torna a parlare dell'ex direttore amministrativo della casa per anziani Cinque Fonti di Gambarogno, che era stato licenziato in quanto si era deciso di affidare la direzione amministrativa in outsourcing e di procedere ad una collaborazione con ALVAD (aiuto domiciliare Locarno e valle Maggia). Una soluzione che era stata appoggiata pure dal Consigliere di Stato che davanti al Gran Consiglio si era espresso dicendo che si trattava di una «ipotesi d interim, analogamente a quanto già avvenuto in altre situazioni analoghe

Poi sul Foglio Ufficiale dello scorso 24 luglio si è appreso del concorso per l’assunzione di un direttore amministrativo all'80-100% della Casa per anziani Cinque Fonti. C'è dunque qualcosa di strano secondo MPS-POP-Indipendenti che in una interpellanza scrive: «Viene dunque meno il pretesto legato al licenziamento abusivo del precedente direttore amministrativo. Direttore che -lo ricordiamo- era stato da poco assunto, sempre tramite un concorso pubblico ratificato poi da parte dell’autorità cantonale così come imposto dalla legge. Tanto più che da quanto riportato dalla stampa a seguito del licenziamento abusivo il direttore amministrativo ha inoltrato, legittimamente, una causa civile che rischia di pesare sui conti della CPA e per finire sui conti pubblici».

Considerazioni che ha spinto il Gruppo MPS-POP-Indipendenti a chiedere al Consiglio di Stato quale sia stato il ruolo delle autorità cantonali nel giungere alla conclusione dell’illegalità dell’outsourcing della funzione di direttore amministrativo; e se sia intervenuto nei confronti della CPA per permettere al direttore licenziato abusivamente di riprendere la sua funzione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
5 ore
Brucia l'auto del medico: condannato
Un 58enne se l'era presa per un'operazione «andata male». Ed è finito davanti al giudice
LUGANO
6 ore
È la sola al mondo ad avere quella malattia: lo scopre dopo 7 anni
L’incredibile percorso di Silvia Arioli, classe 1982: «Ho trovato la verità solo perché sono caparbia e “del mestiere”».
LUGANO
8 ore
Delitto alla pensione La Santa: l'accusa è assassinio
Il 34enne austriaco dovrà rispondere davanti al giudice dei fatti avvenuti lo scorso 17 dicembre a Viganello.
PAMBIO-NORANCO
9 ore
Sparisce un'urna tra le lapidi
Cimitero profanato. La denuncia è stata confermata da Marco Regazzoni, comandante della Polizia Ceresio Sud.
CANTONE
9 ore
Sfruttamento della prostituzione: arresti confermati
Due soggetti, già finiti in manette, avrebbero gestito un giro di "lucciole" presso diversi appartamenti.
CANTONE
9 ore
Pazienti oncologici col coronavirus monitorati a distanza
Si tratta di un progetto pilota dello IOSI, premiato al congresso della Società svizzera di ricerca sul cancro
CANTONE
10 ore
Salario minimo: sarà «fisso, garantito e prevedibile»
Il Governo adotta il nuovo regolamento. Viene anzitutto specificata la nozione di “stagista”
CANTONE
11 ore
Rientrano in gioco anche i cinque procuratori "bocciati"
La Commissione Giustizia e diritti ha proposto al Parlamento 27 nomi ritenuti idonei alla carica di procuratore pubblico
CANTONE
13 ore
«Messi in circolazione 2'000 chili di canapa e hashish»
Avviata nel 2017, l'indagine è stata condotta dalla Polizia cantonale in collaborazione con agenti spagnoli e italiani.
CANTONE
14 ore
Altri quattro decessi in Ticino, 128 i nuovi positivi
Da inizio pandemia sono 542 le vittime del coronavirus nel nostro cantone.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile