Keystone
CANTONE
11.09.20 - 09:440

I Verdi del Ticino: «Il Cantone si impegni attivamente per il dramma dei migranti di Moria»

Il partito ecologista ha sottoposto un'interpellanza al Consiglio di Stato

BELLINZONA - Anche il Ticino può, e deve, dare il suo contributo per limitare la crisi umanitaria venutasi a creare nel campo profughi di Moria sull'isola greca di Lesbo. Lo sostengono i Verdi del Ticino che hanno presentato proprio oggi un'interpellanza al Consiglio di Stato.

In seguito a una serie di incendi, divampati nella notte fra martedì e mercoledì, più di 12mila migranti giunti a Lesbo dopo aver valicato il Mediterraneo sono rimaste senza casa. Diversi Paesi europei e città, compresa Berna, hanno accettato di accogliere alcuni degli sfollati.

Stando al partito ecologista, in questo senso, anche il Ticino dovrebbe fare la sua parte in base «ai principi di rispetto della dignità umana, delle libertà fondamentali e della giustizia sociale enunciati nella Costituzione del Cantone Ticino».

Al Cantone, tramite interpellanza, viene quindi chiesto: 

  • Intende il Consiglio di Stato aprire una discussione con Berna affinché la Svizzera intervenga in modo incisivo, facendo esempio di solidarietà, nel contesto sopra menzionato, invitando i vari cantoni ad accogliere una parte degli sfollati in fuga dal campo di Moria?
  • Intende il Consiglio di Stato aprire le debite procedure per accogliere una parte degli sfollati del campo di Moria, così come fatto dalla Città di Berna? In caso affermativo quante persone sarebbe disposto ad accogliere e assistere?
  • Quanto spazio c’è attualmente nei centri d’accoglienza del Cantone? Quale è la possibilità di ampliare i centri presenti sul territorio per far fronte a emergenze come queste?

Negli scorsi giorni la sinistra ticinese si era già mobilitata a sostegno dei migranti in difficoltà sull'isola nel Mediterraneo con interpellanze a livello cantonale e comunale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
«Sei anni che vivo ad Airolo, ma non mi rinnovano il permesso»
Il racconto di uno dei lavoratori a cui è stato negato il rinnovo del "patentino" LAPIS.
CANTONE
2 ore
Prostituzione in hotel o a domicilio: «Non è illegale»
Una sentenza ha assolto due escort accusate di esercizio illecito della prostituzione.
CONFINE
5 ore
Scontro in galleria, quattro i feriti di cui uno grave
All'origine dell'incidente forse un sorpasso.
CANTONE
5 ore
Altre due classi in quarantena
La misura è scattata per allievi del CPT di Trevano e del Liceo di Bellinzona
CANTONE
6 ore
Falso nipote in manette
Si tratta di un 26enne che in almeno sei occasioni sarebbe riuscito a farsi consegnare denaro o gioielli
CANTONE
11 ore
In Ticino 137 nuovi casi
I dati aggiornati dall'Ufficio del medico cantonale. Nessun decesso nelle ultime 24 ore
LUGANO
13 ore
«Senza mascherina, niente scuola per mio figlio»
Covid alle medie. Silvana Pagani è una mamma di Barbengo che si fa portavoce di un appello al DECS.
CANTONE 
14 ore
Meno parti prematuri nella bolla del lockdown
Le risposte della dottoressa Petra Donati-Genet ai molti dubbi che assillano le mamme
CUGNASCO
14 ore
Infarto in casa, salvato da due idraulici-eroi
È successo a Cugnasco. Un 73enne soccorso dalla Rega, ma provvidenziale l'intervento di due "eroi per caso"
BELLINZONA
15 ore
In Ticino si studia la cura per il Covid
Novanta pazienti avranno la possibilità di assumere un farmaco ormonale che viene usato contro il tumore alla prostata.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile